1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Sabato, 23 Ottobre 3:17:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Vetrina Festival: venerdì a mille in compagnia di Aleksej Ivanov, Domenico De Masi, Pif, Marco Lillo, Anne Case, Antonio Scurati e Lella Costa

DeMasiDomenico4MANTOVA, 10 set. - Il Festival entra nel vivo. Questo venerdì all'insegna della grande letteratura e dello svago raggrupperà autori di punta, in una giornata che promette incontri molto interessanti.

Tra i tanti ospiti anche Aleksej Ivanov, Domenico De Masi, Pif, Marco Lillo, Anne Case, Antonio Scurati e Lella Costa.

Ecco una serie di eventi che vi segnaliamo all'interno della nostra "vetrina festival".

Leggi tutto...

Emergenza climatica, Figueres: 'L'accordo di Parigi è stato un successo, ma il futuro dipende da tutti noi'

Mantova Festivaletteratura Figueres-Vacchiano2MANTOVA, 09 set. - Innalzamento del livello dei mari, emissioni di gas serra, surriscaldamento globale: sin dagli inizi degli anni Novanta, a seguito della Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC), questi termini hanno iniziato ad apparire sempre più spesso nel dibattito scientifico e politico, fino all'onda odierna di movimenti ambientalisti.

A parlare di queste tematiche per il Festivaletteratura, in diretta streaming, è intervenuta la diplomatica costaricana Christiana Figueres (autrice di "Scegliere il futuro") accompagnata in Piazza Castello dal ricercatore ricercatore Giorgio Vacchiano (autore della "La resilienza del bosco").

Leggi tutto...

Ambiente e Co2, Armaroli: 'Dobbiamo fare di più e in fretta, perchè ad oggi abbiamo fatto poco'

Mantova Festivaletteratura Armaroli-Pacchioni2MANTOVA, 09 set. - "C'è poi il biossido: tanto allo stato/libero trovasi che combinato/È un gas venefico senza colore/il quale formasi quando a calore/posto è il carbonio d'una sostanza/dove l'ossigeno sia in abbondanza": con queste rime, nel 1939, Alberto Cavaliere parlava dell'anidride carbonica nel suo Chimica in versi.

Oggi, senza dubbio, il dibattito attorno a questo gas serra e al suo ruolo nel riscaldamento globale è molto più acceso e dai toni meno faceti.

Leggi tutto...

Giustizia e prospettive economico-giuridiche nell’analisi (condivisa) di Carlo Cottarelli e Giuseppe Pignatone

Mantova Festivaletteratura Cottarelli-PignatoneMANTOVA, 09 set. – Un incontro che si potrebbe definire "amichevole" quello tra le prospettive economiche e giuridiche del nostro paese sostenute da Carlo Cottarelli e Giuseppe Pignatone nel corso dell'incontro odierno, in piazza Castello, coordinato da Vincenzo Satta.

Nessun dato contrastante, anzi, convergenze diffuse hanno caratterizzato l'analisi parallela dell'economista e del giurista, da cui emerge un ritratto sicuramente preoccupante della situazione italiana in ordine alla impellente necessità di un recupero economico, fortemente legato al PNRR e alle relative opportunità di sviluppo, investimenti e riforme, a cui si contrappone un ordinamento giuridico e burocratico precario e farraginoso.

Leggi tutto...

Disastri e catastrofi naturali, quando la politica ci mette lo zampino

Mantova Festivaletteratura LiviBacciMANTOVA, 09 set. - Non solo le catastrofi naturali hanno contribuito, e stanno contribuendo, alle variazioni demografiche tuttora in atto nel mondo. Sempre più sono state decisioni politiche e cosiddetti 'fattori umani' a incidere su questi cambiamenti. E non si pensi solo alla guerre, seppura fra le principali cause di sterminio, ma anche a decisioni che hanno modificato andamenti naturali causando siccità e carestie. A dirlo, oggi a Palazzo San Sebastiano, il professor Massimo Livi Bacci, fra i principali studiosi di demografia e accademico dei Lincei.

"Le principali catastrofi fino alla metà dell'800 - ha detto Livi Bacci - sono quasi sempre state indotte dalla natura, pensiamo a carestie, siccità, epidemie, ma anche terremoti e inondazioni. le morti causate da questi eventi erano, inequivocabilmente, da attribuire a fattori nturali. A partire dall'800 la politica intesa in senso aristotelico come decisione collettiva di uomini, si è resa responsabile di certe catastrofi, ma ancora in misura inferiore alla natura. Questo gap, nel tempo, è stato comato dalla politica che sempre più troviamo responsabile o corresponsabile di disastri e catastrofi".

Leggi tutto...

Maaza Mengiste con Carlo Lucarelli: gli ‘Italiani brava gente’ in Etiopia e il peso della storia che tutti portiamo addosso

Mantova Festivaletteratura Mengiste-Lucarelli1MANTOVA, 09 set. – Per scrivere il suo "Il re ombra" la scrittrice statunitense Maaza Mengiste, originaria di Addis Abeba, ha seguito un percorso diretto, ben oltre quanto già pubblicato sul colonialismo italiano in Etiopia, attraverso ricerche mirate in Italia, tra documenti d'archivio e memorie di protagonisti, o racconti dei loro discendenti, di quella guerra costellata di massacri, utilizzo di gas, repressioni e torture.

"Italiani brava gente?": prendendo spunto da questo diffuso luogo comune Carlo Lucarelli ha aperto il dialogo, mercoledì sera in Piazza Castello, con Maaza Mengiste per cercare di approfondire lo spirito con cui l'autrice ha affrontato la narrazione delle vicende legate alla resistenza all'invasione italiana dell'Etiopia.

Leggi tutto...

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltà per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

Segni

Partner

OficinaOCM2 Dedicated
IlNotturno1 Dedicated

Sport media

Calcio Mantova1911 1
Basket Sting1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information