1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Venerdi, 22 Gennaio 8:36:am

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Asola, disabile da 4 anni subiva violenze e maltrattamenti da parte della sorella: arrestata

Asola Carabinieri ViolenzaSulleDonne1ASOLA, 24 ott. - Da quattro anni subiva violenze di ogni genere da parte della sorella che non la voleva piĂą fra i piedi e maltrattandola cercava di convincerla a trasferirsi in una struttura per disabili.

La vittima di questa vicenda, infatti, è una persona disabile dalla nascita, costretta su una sedia a rotelle, che vive in una casa del centro di Asola con gli anziani genitori e la sorella, appunto.

Al termine delle indagini dei Carabinieri la sorella è stata arrestata.

Come si diceva, le violenze e i maltrattamenti andavano avanti dal 2016. L'aguzzina, quasi quotidiniamente, come riportano i carabinieri, aspettava che i genitori uscissero di casa per attuare il proprio piano malefico contro la sorella disabile minacciandola di morte e mortificandola con ripetuti epiteti definiti 'ingiuriosi' dai militari e utilizzando anche un bastone di legno per percuoterla.

La vittima non si è mai lamentata e non ha mai chiesto aiuto, andando avanti per 4 anni a sopportare le vessazioni continue della sorella. E probabilmente avrebbe continuato a non denunciare nulla. Fortunatamente qualche giorno fa un'operatrice assistenziale del Comune, incaricata dai Servizi Sociali a curare l'igiene personale della donna disabile, si è accorta che quest'ulima aveva il corpo cosparso di lividi un po' dappertutto. L'assistente ha informato i Servizi Sociali che, a loro volta, hanno avvertito i Carabinieri e la Procura di Mantova che ha disposto accertamenti previsti dalla recente normativa del 'codice rosso'. Accertamenti che hanno fatto emergere la realtà appena descritta. La vittima è stata accompagnata i Caserma da un esperto dei servizi sociali e ha raccontato tutto ai militari.

I Carabinieri di Asola, in meno di 24 ore hanno fornito al P.M. assegnatario del fascicolo una dettagliata informativa di reato con richiesta di inoltro misura cautelare a carico della "sorella violenta"Il P.M. accolte le risultanze investigative dell'Arma Asolana ha subito inoltrato la richiesta al G.I.P. di Mantova dott. Casari che ha accolto le risultanze investigative e emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere per la donna.

Nel frattempo la vittima, ottenute le notizie necessarie dall'Arma locale veniva trasportata presso idonea struttura per disabili ove i servizi sociali del comune di Asola si sono occupati dell'organizzazione logistica e del sostegno della stessa.

I carabinieri di Asola informano che nonostante le restrizioni governative di cui alla pandemia COVID 19 continueranno nel trasmettere, in modalitĂ  timing a mezzo dei canali social del Comune di Asola, notizie utili a prevenire e reprimere i fenomeni di violenza domestica invitando, tutti i cittadini, interessati e non, a segnalare ogni situazione ritenuta pericolosa.


Ultimi Articoli

22 Gen, 2021

Covid, oggi in provincia di Mantova 125 casi. In Lombardia 2234 e tasso di positivitĂ  in crescita

MANTOVA, 22 gen. - Sono 125 i nuovi casi di covid registrati…
22 Gen, 2021

Coronavirus, la pandemia frena i trapianti: 400 in meno in un anno

ROMA, 22 gen. – In base ai dati del report 2020 del Centro…
22 Gen, 2021

Coronavirus, a Londra autobus come ambulanze. In Svezia restrizioni fino al 7 febbraio

LONDRA, 22 gen. - Autobus come ambulanze: a Londra il personale…
21 Gen, 2021

Lombardia zona rossa, ricorso Tar: Galli contro la Regione: 'Farebbe bene a stare cauta'

MILANO, 21 gen. - Il ricorso contro la zona rossa? "La Lombardia…
21 Gen, 2021

Esami e visite direttamente nelle strutture per disabili: cresce il progetto ideato dal Percorso Delfino-DAMA

MANTOVA, 21 gen. - Esami e visite direttamente nelle strutture…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltĂ  per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information