1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Lunedi, 5 Dicembre 6:21:am

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

No alla violenza sulle donne, in piazza Mantegna il gazebo informativo della Polizia di Stato

Mantova PoliziaStatale NoViolenzaDonneMANTOVA, 24 nov. - Un gazebo della Polizia di Stato è stato allestito nella mattinata di oggi, in piazza Mantegna a Mantova, in occasione della "Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne" che verrà celebrata nella giornata di domani.

Sono stati numerosi i cittadini, non solo donne, che hanno chiesto informazioni all'equipe formata da operatori specializzati della Questura di Mantova e dai rappresentanti del Centro Antiviolenza di Mantova, con cui è attiva una proficua collaborazione finalizzata a prevenire e contrastare il fenomeno.

I poliziotti specializzati sulla materia, oltre a distribuire una brochure informativa, hanno risposto alle varie domande formulate dai passanti soddisfacendo appieno le loro curiosità sulle varie attività svolte e promosse dalla Polizia di Stato e dal Centro Antiviolenza; gli operatori hanno dato risposte alle loro richieste, in particolare, sulla prevenzione del fenomeno della violenza di genere e sugli strumenti normativi che tutelano le donne fin dall'inizio delle attività vessatorie e violente poste in essere nei loro confronti.

Il Questore: "La violenza sulle donne è un crimine odioso e vile, ed è in primo luogo un problema di civiltà che, prima ancora di un'azione di polizia, richiede una crescita culturale. E' una tematica complessa che rimanda ad un impegno corale con il coinvolgimento di tutti gli attori sociali, dalle Istituzioni, alla scuola, alla famiglia, alle Amministrazioni locali, alle associazioni ed ai Centri Antiviolenza e ringrazio la Presidente del CAV di Mantova Marzia Bianchi per l'adesione alla nostra iniziativa odierna. E' necessario puntare tutti sulla prevenzione, che non può prescindere da un'attenta e capillare azione informativa che consenta di far conoscere alle donne gli strumenti a loro disposizione, infondere loro coraggio e fiducia e ricordare loro che uscire dalla spirale di violenza è possibile ma che bisogna intervenire prima che sia troppo tardi.

Anche se la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne è il 25 novembre, ogni giorno deve essere ricordato che gli atti di violenza e minaccia devono essere denunciati e che uscire dalla spirale di soggezione è possibile con coraggio e fiducia nelle Istituzioni; La Polizia di Stato, le altre Forze di polizia e l'Autorità Giudiziaria sono costantemente attente alle richieste di intervento, di aiuto, anche psicologico, e il legislatore ha prodotto norme che rendono disponibili strumenti di carattere amministrativo, come l'Ammonimento, e giudiziario che possono consentire un'efficace tutela delle vittime".

Proprio in quest'ottica si inquadra il provvedimento dell'Ammonimento, misura di prevenzione esclusiva del Questore, che rappresenta una forma alternativa di tutela nei casi di stalking; la norma prevede, nel caso in cui non sia stata già sporta querela e non siano stati perpetrati reati procedibili d'ufficio, la possibilità di rivolgere al Questore, quale autorità di Pubblica Sicurezza, istanza di ammonimento. Si tratta di un provvedimento con cui il Questore diffida l'autore degli atti vessatori dal proseguire i suoi comportamenti persecutori e gli intima di cessare la propria condotta negativa. E' una sorta di "cartellino giallo".

L'esperienza ci fa capire che non sempre le vittime hanno intenzione di avviare procedimenti penali e la forza di sostenere processi che potrebbero essere emotivamente pesanti, d'altro lato però hanno l'esigenza di essere protette, per evitare che la situazioni degeneri e diventi ancora più pericolosa. L'Ammonimento consente, in questa fase, di assicurare un intervento dell'Autorità di Pubblica Sicurezza più veloce ed agile.

L'Ammonimento è stato successivamente esteso, oltre all'ipotesi di stalking, anche ai casi di Violenza Domestica, i cc.dd. "reati sentinella", come percosse o lesioni. Si è infatti convinti che i comportamenti violenti non esplodono all'improvviso, ma sono preceduti da malfunzionamenti relazionali tant'è che, come noto, i femminicidi, nella maggior parte dei casi, sono preceduti da atti persecutori e/o episodi di maltrattamenti maturati in un contesto di isolamento. Anticipare la soglia di protezione, intercettando i reati "sentinella" è quindi fondamentale per impedire che vengano portati ad ulteriori e più gravi conseguenze.

L'autore delle violenze può in base a tale norma essere ammonito non solo su istanza della vittima ma, fatto di particolare importanza, anche su iniziativa dell'Autorità di P.S..

La Polizia di Stato ringrazia vivamente la cittadinanza che ha partecipato all'evento contestualizzato nella Campagna Permanente contro la violenza di genere sotto lo slogan "Questo non è Amore".


Ultimi Articoli

05 Dic, 2022

Basket A2, finale fatale anche a Chiusi per la Staff

CHIUSI (SI), 05 dic. - Cade ancora nel finale la Staff. Come…
05 Dic, 2022

Sanità, Fnopi: 'Infermieri spina dorsale del Ssn, urgente investire sulla formazione'

ROMA, 05 dic. - "I professionisti sanitari che rappresento -…
05 Dic, 2022

Coronavirus, cala la preoccupazione in Italia: solo il 28% teme contagio

ROMA, 05 dic. - In Italia mentre i contagi da covid crescono, si…
04 Dic, 2022

Calcio serie C, il Mantova si riscatta e va a vincere a Renate

MEDA, 04 dic. - Rigenerante vittoria fuori casa per il Mantova…
04 Dic, 2022

‘Notte di Luce’ accende il tradizionale Presepe vivente di San Biagio. 25 e 26 Dicembre, 1, 6, 8, 15 Gennaio

SAN BIAGIO, 04 dic. – Il Presepe vivente di San Biagio torna ad…

CineCity Mantova

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information