1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Domeinca, 19 Maggio 3:36:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Reportage di Viaggio tra dittatori e chef con Witold Szabłowski e Federica Manzon

Mantova Festivaleteratura SzabĹ‚owski-Manzon1MANTOVA, 09 set. - La Basilica Palatina di Santa Barbara ha fornito uno sfondo maestoso per un evento che ha approfondito il mondo del reportage di viaggio. Intitolato "LA GRANDE TRADIZIONE DEL REPORTAGE DI VIAGGIO", questo evento ha visto la partecipazione dell'acclamato autore Witold SzabĹ‚owski, con la talentuosa scrittrice Federica Manzon nel ruolo di moderatrice.

Vi siete mai chiesti quale fosse il piatto preferito di Saddam Hussein o che fine abbiano fatto gli orsi ballerini addestrati dalle popolazioni rom della Bulgaria? Queste domande possono sembrare strane, ma contengono chiavi importanti per comprendere il presente. Witold Szabłowski, erede della grande tradizione del reportage giornalistico polacco, di cui Ryszard Kapuściński fu una figura di spicco, ha viaggiato per il mondo per svelare le realtà di oggi in luoghi dove sistemi autoritari o ex comunisti hanno lasciato spazio a sistemi liberali e capitalisti.

Il lavoro di Szabłowski, compreso il suo rinomato reportage "Oggi verranno a riva due cadaveri," gli ha meritato il premio del Parlamento europeo nel 2010. I suoi libri, come "Orsi danzanti," "L'assassino dalla città delle albicocche," e "Come si sfama un dittatore," offrono ai lettori uno sguardo sui diversi e spesso enigmatici angoli del mondo.

Nelle sue coinvolgenti discussioni, Szabłowski getta luce su perché, nonostante l'avvento della democrazia, ci saranno sempre alcuni nostalgici dinosauri, individui che non hanno trovato un'alternativa migliore e bramano le epoche passate. Lo fa incontrando e dando voce alle popolazioni locali, persino a individui con passati incredibili, come i cuochi dei dittatori.

"La libertà conquistata dalla mia famiglia è la somma di migliaia di tragedie - spiega l'autore polacco - Questa è stata la molla che mi ha spinto a scrivere 'Orsi danzanti' e a viaggiare per capire e carpire storie. Io sono cresciuto all'ombra di Stalin e quindi all'ombra di una dittatura, da qui l'dea di scrivere 'Come sfamare un dittatore'. E' stato difficile trovare cuochi e chef personali dei dittatori ma soprattutto è stato difficile riuscire a farli parlare in quanto rischiavano sempre la loro vita. Ma ne è valsa la pena: ho scoperto storie uniche e incredibili e aneddoti che nessuno sapeva. Se ci pensate bene i dittatori sono fondamentalmente bugiardi, ma ci sono due persone a cui dicono sempre la verità: e queste sono il medico e il cuoco personale".

Federica Manzon, autrice de "Il bosco del confine," si è unita a Szabłowski sul palco per guidare questa esplorazione del reportage di viaggio e del suo ruolo unico nel dipingere le complessità del nostro mondo.

Szabłowski, nato il 27 giugno 1980 in Polonia, non è solo un giornalista ma anche un appassionante narratore. Le sue opere, in particolare "Orsi danzanti," mescolano un giornalismo coraggioso con allegorie audaci, spingendoci a desiderare attivamente la libertà anziché aspettarla passivamente. "Come sfamare un dittatore" svela l'assurdità di una professione - quella dello chef di un "dittatore" - in cui un solo errore può essere fatale, ma un piatto ben preparato può cambiare il corso di una giornata e salvare vite. Con questo, Szabłowski solleva il velo su un mondo segreto e rivela come fosse la vita nel cuore del potere.

Questo evento, presentato in collaborazione con l'Istituto Polacco di Roma, ha offerto ai partecipanti al festival un viaggio che stimola la riflessione attraverso la lente del reportage di viaggio, ricordandoci il potere della narrazione nel portare alla luce gli angoli nascosti del nostro mondo.

(Luigi Tassi)

----

Scaricate gratuitamente il programma e la mappa del Festivaletteratura. Le versioni cartacee sono anche reperibili nei principali punti di interesse del Festivaletteratura.

 


Ultime dal Festival

11 Set, 2023

I libri di Jakub giĂ  definito un capolavoro, Tokarczuk: 'Ma quanta fatica'

MANTOVA, 11 set. - "Un capolavoro assoluto della letteratura…
10 Set, 2023

Il Festivaletteratura chiude a quota 65mila presenze: +16% rispetto all'anno scorso

MANTOVA, 10 set. - I numeri sono importanti, e li daremo, ma…
10 Set, 2023

MACCHEMUSICA! quando la musica ha il potere di unire, ispirare e trasformare le anime

MANTOVA, 10 set. - La magica Piazza Castello di Mantova è stata…

OCM Tempo d'Orchestra

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information