1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Martedi, 5 Marzo 2:34:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Buffa con gli atleti paralimpici Veronica Yoko Plebani e Daniele Cassioli: 'Non esiste bellezza migliore della diversitĂ '

Mantova Festivaletteratura Buffa-Plebani-CassioliMANTOVA, 08 set. - L'attesa era palpabile nella splendida cornice di Piazza Castello, quando l'evento "QUANDO CORRI NON DEVI PENSARE A NULLA" al Festivaletteratura ha preso il via. In programma c'era la partecipazione dell'atleta olimpionico Filippo Tortu, ma purtroppo il suo richiamo per un meeting internazionale ha impedito la sua presenza.

Fortunatamente, grazie alla tenacia dell'organizzazione del Festivaletteratura, il pubblico ha avuto l'opportunitĂ  di conoscere due straordinari atleti paralimpici: Veronica Yoko Plebani e Daniele Cassioli. Accanto a loro c'era lo storyteller Federico Buffa, pronto a guidare l'incontro e a condividere le loro storie di determinazione e successo.

Federico Buffa ha aperto l'evento rassicurando il pubblico del cambiamento di programma: "Oggi non sarà presente Tortu ma avremo modo di conoscere due autentici campioni nello sport e nella vita". La parola di Buffa alla fine è stata ampiamente mantenuta.

Per Buffa "Veronika è un fiore affamata della vita" mentre "Daniele è tutto fuorchè un fiore. E' un cannibale del sport capace di vincere 27 titoli europei, 25 mondiali e 45 nazionali. In sintesi The GOT".

La triatleta Veronica Yoko Plebani è stata la prima a prendere la parola. Ha condiviso la sua straordinaria storia di perseveranza dopo essere stata colpita da meningite fulminante a soli 15 anni. Dalla sua difficile rinascita grazie allo sport - la canoa in primis - alla sua passione per il triathlon e alla sua ascesa come atleta paralimpica che l'ha portata ha vincere la sua prima medaglia di bronzo a Tokyo 2021. Ha parlato delle sfide che ha dovuto affrontare lungo il suo percorso e di come la sua disabilità sia diventata una forza motivante invece di un ostacolo. "Dopo la malattia ho ripreso in mano la mia vita giorno dopo giorno. E' stato difficile e lo sport in questo è stato davvero fondamentale - racconta Veronika - Mi dilaniava essere inizialmente dipendente da qualcuno, è stato difficile. Ma io sono io, sono il mio corpo, sono la mia libertà e grazie a queste convinzioni continuerò la mia vita".

Successivamente, è stato il turno dello sciatore Daniele Cassioli, che ha raccontato la sua esperienza nel mondo dello sci paralimpico sia su neve che su acqua. Ha parlato delle difficoltĂ  che da non vedente dalla nascita ha dovuto superare e dell'importanza della determinazione nel perseguire i propri sogni. "Se mi devo descrivere con 3 aggettivi direi ribelle, perchè non mi sono mai rassegnato alla commiserazione, ironico e innamorato, soprattutto della vita - cosi si descrive al pubblico Daniele - Se non fossi stato cieco forse avrei riversato la mia sensibilitĂ  altrove, non lo so. Di certo c'è che la ciecitĂ  mi ha fatto conoscere questo mondo e la cosa che mi preme di piĂą non è vincere altri titoli, ma aiutare i bambini disabili a praticare sport. Che servono le mie medaglie se poi i bambini ciechi come me non possono fare ginnastica con i loro compagni di classe ?".

Lo storyteller piĂą famoso d'Italia ha chiuso l'evento con una riflessione profonda, riscrivendo il titolo per l'occasione: "Non esiste bellezza migliore della diversitĂ ". Queste parole hanno catturato l'essenza dell'evento, mettendo in luce come la diversitĂ  sia una fonte di forza e ispirazione per tutti.

Alla fine dell'incontro, il pubblico si è alzato in piedi, tributando una standing ovation ai due atleti paralimpici e dimostrando l'ammirazione e il rispetto per le loro straordinarie storie. Storie di determinazione e successo "che possono ispirare e unire le persone, indipendentemente dalle sfide che devono affrontare". Sono queste storie che ci ricordano che non esiste bellezza migliore della diversità.

Luigi Tassi

----

Scaricate gratuitamente il programma e la mappa del Festivaletteratura. Le versioni cartacee sono anche reperibili nei principali punti di interesse del Festivaletteratura.

 


Ultime dal Festival

11 Set, 2023

I libri di Jakub giĂ  definito un capolavoro, Tokarczuk: 'Ma quanta fatica'

MANTOVA, 11 set. - "Un capolavoro assoluto della letteratura…
10 Set, 2023

Il Festivaletteratura chiude a quota 65mila presenze: +16% rispetto all'anno scorso

MANTOVA, 10 set. - I numeri sono importanti, e li daremo, ma…
10 Set, 2023

MACCHEMUSICA! quando la musica ha il potere di unire, ispirare e trasformare le anime

MANTOVA, 10 set. - La magica Piazza Castello di Mantova è stata…

CineCity Mantova

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information