1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Giovedi, 18 Luglio 9:56:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Agenzia Immobiliare Domus

Mantovano il primo trapianto liquido e non chirurgico in ambito oculistico

Castiglione GhinelliprimarioOculisticaMANTOVA, 10 ago. - Il dottor Emiliano Ghinelli, responsabile del reparto di Oculistica degli ospedali civili di Castiglione delle Stiviere (San Pellegrino) e Volta Mantovana ha ottenuto dal Ministero della Salute il via libera per il primo trapianto liquido e non chirurgico in campo oculistico.

Si tratta di un risultato importantissimo che porterĂ  benefici ai pazienti affetti da patologie agli occhi ma che, come spiega il dottor Ghinelli in un'intervista rilasciata al Corriere - potrebbe, in linea di principio, "gettare le basi per una potenziale cura di malattie come il Parkinson e l'Alzheimer".

La tecnica ottimizzata dal dottor Ghinelli è frutto di 15 anni di studi, ricerche e lavoro svolte in prima persona dal medico 42enne che è anche direttore dell'Ilmo, l'Istituto Laser di Microchirurgia Oculare di Brescia.

"Siamo solo all'inizio - spiega al Corriere Ghinelli - e da oggi possiamo iniziare a sperimentare l'applicabilitĂ  di questa tecnica anche ad altre patologie, come le malattie della pelle o dello stomaco".

Da un punto di vista scientifico, la tecnica messa a punto dal dottor Ghinelli - che ha esperienze di studio e lavoro anche in Gran Bretagna e negli Stati Uniti al Mit di Boston e all'Harvard Medical School e può vantare una lunghissima serie di pubblicazioni scientifiche - rientra nel campo biomedico piuttosto che farmacologico e si basa sul principio che il corpo umano è in grado di autoripararsi se si trovano meccanismi che lo stimolino a farlo.

Al centro della ricerca di Ginelli la produzione di unità elementari di membrana amniotica: "Non facciamo altro - spiega ancora il medico - che ridurre in piccolissimi pezzetti la membrana amniotica la quale contiene grandissime quantità di cellule staminali, così da poterla somministrare in maniera topica senza chirurgia e senza nemmeno entrare in sala operatoria".

In sostanza, la soluzone è un collirio ricco di cellule staminali che a contatto con l'occhio rilasciano un mix di sostanze antiffiamatorie, nutritive e neuririgenerative capaci di fermare immediatamente e riparare ulcere corneali e neurotrofiche, patologie autoimmuni e i rigetti post trapianto di cornea.

Insomma, una tecnica di cura rivoluzionaria che presto potrbbe andare a beneficio anche di altri malati, oltre a quelli che soffrono di problemi agli occhi.

(e.s.)

Powered by Bullraider.com


AgenziaImmobiliareDomus Dedicated1
NaturaSì Mantova1 Dedicated
Segni2019 DedicatedB
APAM1 Dedicated
CinemasalediMantova1
RubricaOnline1

Staff - Agenzia per il lavoro

Pubblicita1

Ultimi Articoli

18 Lug, 2019

Lutto, addio allo scrittore Luciano De Crescenzo

ROMA, 18 lug. – All'etĂ  di 91 anni, si è spento oggi a Roma lo…
18 Lug, 2019

Con i soldi delle multe la Provincia sistema sette strade

MANTOVA, 18 lug. - Gli autovelox sono l'incubo degli…
18 Lug, 2019

Cgil e contesto italiano, a Mantova oggi arriva il segretario Landini

MANTOVA, 18 lug. - Atteso per oggi pomeriggio alle ore 15…
18 Lug, 2019

Musica, memoria e storia: i Genesis 'rivivono' in piazza Sordello con Steve Hackett

MANTOVA, 18 lug. - Il "Genesis Revisited Tour" di Steve Hackett…
18 Lug, 2019

Manovra, Di Maio: 'Il governo avvii un confronto ampio con le categorie'

MILANO, 18 lug. – Per il vicepremier Luigi Di Maio serve…

Partner

Ocm Musicalmente2
IlNotturno1

Conservatorio di Musica Lucio Campiani

Sport media

Calcio Mantova1911 1
Calcio MantovaFC MantovaBiancorossa1
Basket Sting1
CalcioA5 Mantova1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information