1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Domeinca, 31 Maggio 10:51:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Business to Internet

Ambiente, le alte temperature hanno ridotto il buco dell'ozono

Ozono Buco1ROMA, 29 ott. – I satelliti della Nasa e della Noaa (National Oceanic and Atmospheric Administration) hanno definito in meno di 10 milioni di chilometri quadrati l'ampiezza del buco dell'ozono, che grava sull'Antartide, nella seconda metĂ  di settembre e nel corrente mese di ottobre.

Si tratta del valore minimo dal 1982 ad oggi e mostra un trend positivo (ai primi di settembre scorso aveva raggiunto 16,4 milioni di chilometri quadrati), anche se gli scienziati sono cauti in quanto la riduzione si deve ai valori elevati delle temperature stratosferiche.

I satelliti della Nasa e della Noaa dimostrando ancora una volta – sottolinea Global Science, il quotidiano online dell'Agenzia spaziale italiana – il ruolo chiave della tecnologia spaziale nel monitoraggio ambientale e climatico; alle misurazioni satellitari, la Noaa ha anche affiancato quelle condotte tramite pallone.

I satelliti coinvolti sono tre: Aura (Nasa), Suomi-Npp (Nasa-Noaa) e Jpss-Noaa 20 (Noaa). Aura, lanciato nel 2004, è stato progettato per studiare l'ozonosfera e la qualità dell'aria e con il suo strumento Mls (Microwave Limb Sounder) è in grado di misurare, nella stratosfera, il livello di cloro, una delle sostanze che minacciano la 'salute' dell'ozono. Suomi-Npp, in orbita dal 2001, è stato ideato per svolgere varie tipologie di monitoraggio e tiene sotto controllo l'ozono con la suite di strumenti Omps (Ozone Mapping and Profiler Suite). Jpss-Noaa 20, infine, attivo dal 2017, è parte di una costellazione in fieri dedicata all'osservazione della Terra e monta la stessa suite di Suomi-Npp per vigilare sull'ozono.

Le osservazioni effettuate da questo trio di satelliti sono state integrate dai dati raccolti dalla Noaa tramite apposite sonde collocate su pallone; queste campagne di osservazione hanno permesso di misurare i livelli dell'ozono verticalmente, attraverso l'atmosfera.

Il responso di questa attività di monitoraggio è senz'altro positivo, se si pensa che nello stesso periodo, di solito, l'ampiezza del buco supera abbondantemente i 10 milioni di chilometri quadrati e che ai primi di settembre 2019 aveva raggiunto 16,4 milioni di chilometri quadrati. Gli esperti sono però cauti nel valutare il risultato: un'analisi approfondita dei dati, infatti, ha evidenziato che la riduzione si deve ai valori elevati delle temperature stratosferiche e non è indicativa di un vero e proprio processo di risanamento.

Il buco sull'Antartide si forma durante l'ultimo periodo dell'inverno australe, quando l'azione dei raggi solari dà il via ad una serie di reazioni chimiche che coinvolgono il cloro e il bromo (derivanti da attività umane) e anche le nubi nelle fasce fredde della stratosfera; con le temperature calde di quest'anno si sono formate poche nubi e quindi il processo di riduzione dell'ozono è stato limitato.

Questa diminuzione, negli ultimi 40 anni, è stata registrata anche per i mesi di settembre del 1988 e del 2002: si tratta quindi di un evento raro che gli studiosi stanno ancora cercando di comprendere e per il quale, al momento, non è stata identificata una specifica connessione con il cambiamento climatico.

(askanews)

Powered by Bullraider.com


Ultimi Articoli

31 Mag, 2020

Sermide e Felonica, auto esce di strada e finisce in canale pieno d'acqua: muore 36enne

SERMIDE E FELONICA, 31 mag. - Tragica uscita di strada questo…
31 Mag, 2020

Coronavirus, 10 casi oggi in provincia di Mantova per la Prefettura, ieri 6

MANTOVA, 31 mag. - Torna a salire la curva dei contagi in…
31 Mag, 2020

Caso Floyd, in Usa continuano le proteste e violenze in decine di cittĂ . Trump accusa 'Vandali e anarchici'

WASHINGTON, 31 mag. – Dopo la morte lunedì scorso di George…
31 Mag, 2020

Coronavirus, oggi in Italia 75 decessi e 355 contagiati

ROMA, 31 mag. - Oggi in Italia sono 75 i nuovi morti per…
31 Mag, 2020

Zangrillo: 'Il virus dal punto di vista clinico non esiste piĂą'

ROMA, 31 mag. - "Oggi è il 31 maggio e circa un mese fa…
31 Mag, 2020

La Festa del 2 Giugno a Mantova, ecco il programma

MANTOVA, 31 mag. - Una sobria commemorazione quella in programma…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltĂ  per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

CineCity Mantova

Partner

OficinaOcm1 Dedicated
IlNotturno1 Dedicated

Sport media

CalcioA5 Mantova1
Calcio Mantova1911 1
Basket Sting1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information