1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Sabato, 16 Gennaio 4:18:am

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Dave Eggers e 'il periodo più brutto dell'America'

Mantova Festivaletteratura EggersDave1MANTOVA, 09 set. - "Un divano, un garage, un buon paio di calzini, un computer e, soprattutto nessuna connessione col mondo esterno compresi social network e Internet". Ecco quel che serve, secondo Dave Eggers, per scrivere un libro.

Sicuramente è quel che serve a lui e, a quanto pare, un garage in California e dalle parti della Silicon Valley, dove lo scrittore vive da 30 anni, è condizione fondamentale per realizzare qualcosa di importante. Vedi Google.

Ma anche il successo dei libri di Eggers (L'opera struggente di un formidabile genio, Il cerchio e il recente La parata) dimostra che a qualcosa serve scrivere in garage. Arriva in piazza Castello a bordo di un Calessino della Piaggio, sponsor dell'evento, e incontra Paolo Giordano con il quale dialogherà. Il tema iniziale è l'ultimo libro, La Parata, ma si parlerà anche d'altro. Di America ad esempio e di Trump, ca va sans dire.

Ma l'analisi è oggettiva, perché Eggers ci ha messo le mani nel pezzo di storia a stelle e strisce che ha portato all'elezione di un miliardario alla Casa Bianca, è andato in mezzo alla gente, quella che vota e ha capito che le loro ragioni erano sensate. In particolare, per il Guardian ha realizzato un reportage da infiltrato in un comizio pro Trump a El Paso, ai confini con il Messico: "A El Paso l'80% della popolazione è messicana o latino americana e buona parte ha familiari in Messico, proprio al di là di quel muro che Trump vorrebbe costruire. Non capivo come fosse possibile che in quella piazza ci fossero oltre 17mila persone a sostenere Trump. Volevo capire e per farlo ho scelto di conoscere le motivazioni della gente che l'ha votato e le risposte che ho ricevuto sono state razionali, sensate. Per questo sono ritornato a casa più tranquillo, perché chi ha votato Trump non è un mostro o un alieno, ma una persona normale alla ricerca di migliori condizioni economiche, di un leader forte. Sono tranquillo perché sono tutte persone che si possono recuperare".

In particolare, del reportage realizzato al El Paso cita un incontro avuto con due venditori di gadget di Trump: "Ho chiesto loro - ha detto ancora Eggers - se avessero un'assicurazione sanitaria, i contributi e tutte le risposte sono state negative. E ho detto loro 'ma se state male come fate senza assicurazione, non sarebbe meglio che lo Stato garantisse assistenza invece che sfilarsi? Magari facendo pagare le tasse in proprozione al reddito' E loro mi hanno risposto che non è un loro problema, se stanno male andranno al pronto soccorso e si sono detti assolutamente contrari a far pagare più tasse ai ricchi, perché a breve sarebbe un stato danno anche per loro che presto sarebbero diventati miliardari. Questa è l'essenza della mentalità americana attuale, un vero paradosso".

Un paradosso che lui vivendo a San Francisco, divenuta una delle città simbolo delle disegualgianze sociali e del maggior gap fra ricchi e poveri, vede tutti i giorni: "Abbiamo oltre 15mila senza tetto che vivono sotto ai ponti delle autostrade - ha detto - ma nessuno, in primis lo Stato, fa nulla per loro, perché creare politiche redistributive del reddito sarebbe troppo socialista. L'americano preferisce vedere il tossico in carcere piuttosto che curarlo, anche se alla fine questo gli costa di più".

Un quadro crudo quello che Eggers fa degli Stati Uniti per quello che lui stesso definisce: "Il periodo più brutto che abbia mai vissuto in America".

Emanuele Salvato

----

Scaricate, consultate e stampate gratuitamente Speciale Festivaletteratura firmato L'Altra Mantova. La versione cartacea sarà reperibile nei principali punti di interesse del Festivaletteratura.

FarmaciaBeduschi3 Top


Ultime dal Festival

14 Set, 2020

La burocrazia è un iperoggetto che vagheggia su di noi. La storia dell’apparato pubblico raccontata da De Masi

MANTOVA, 14 set. – I giudizi sulla burocrazia italiana sono, da…
14 Set, 2020

Sparwasser e il gol che scosse l'Ovest

MANTOVA, 14 set. - Mondiale di calcio del 1974, Germania…
13 Set, 2020

Le ragioni storiche e culturali dell'antifascismo spiegate da Carlo Greppi

MANTOVA, 13 set. - È il docente mantovano ed esperto di cultura…
13 Set, 2020

Di migranti e terre promesse, Riva e Agus ne parlano al Festival

MANTOVA, 13 set. - Scrittori a confronto: Gigi Riva e Milena…
13 Set, 2020

Patrizio Roversi con Boscardin e Raffaelli: 'Il cibo è una ricchezza, storica, culturale ed etica'

MANTOVA, 13 set. - Coratella, trippa, lingua, lampredotto:…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltà per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

Partner

OficinaOCM2 Dedicated
IlNotturno1 Dedicated

Sport media

CalcioA5 Mantova1
Calcio Mantova1911 1
Basket Sting1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information