Unesco, Liverpool tolta dalla lista dei Patrimoni dell'umanità

  • Stampa

UNESCO1LIVERPOOL, 22 lug. – L'Unesco ha tolto la città di Liverpool dalla sua lista dei siti patrimonio dell'umanità, a causa dell'eccessivo sviluppo urbanistico che ha pregiudicato l'autenticità di questo porto inglese dell'era industriale.

Tredici delegati del Comitato del patrimonio mondiale dell'Unesco, la cui sessione attuale è presieduta dalla Cina, hanno votato per il declassamento di Liverpool e cinque contro, cioè più della maggioranza di due terzi richiesta per declassare un luogo.

Liverpool diventa così il terzo sito a subire questa sorte, dopo analoghe decisioni precedenti riguardanti l'Arabian Oryx Sanctuary in Oman, nel 2007, e la Valle dell'Elba a Dresda in Germania nel 2009.

I piani di riqualificazione del porto, che includono edifici molto alti e un nuovo stadio di calcio rischiano di "danneggiare irreversibilmente" il suo patrimonio, ha affermato il comitato Unesco. Liverpool era stata dichiarata Patrimonio dell'umanità nel 2004 dopo un'ambiziosa riabilitazione del lungomare e delle banchine dopo decenni di declino.

Porto di partenza di milioni di migranti irlandesi e britannici oltre che di schiavi africani, la città dal ricco patrimonio musicale è anche la città natale dei Beatles.

Il Consiglio internazionale dei monumenti e dei siti, che consiglia l'Unesco, aveva già "chiesto a più riprese" al governo britannico di fornire garanzie più solide riguardo al futuro della città, che dal 2012 figurava nella lista del patrimonio in pericolo.

Ma i progetti di sviluppo sono proseguiti, al punto da fargli perdere la sua autenticità. Il nuovo stadio dell'Everton è "l'esempio più recente di un grande progetto totalmente contrario" agli obiettivi dell'Unesco, ha aggiunto il consiglio. Molti Paesi tra cui l'Australia, la cui Grande Barriera Corallina è anche minacciata di smantellamento, si sono espressi contro la rimozione di Liverpool dalla lista.

Brasile, Ungheria e Nigeria hanno chiesto il rinvio di un anno della decisione, per dare più tempo al nuovo consiglio comunale eletto a maggio.

Il prestigioso marchio del Patrimonio mondiale non è permanente e questi siti possono anche essere privati del loro stato o essere avvertiti che sono in pericolo. Il governo britannico ha dichiarato di essere "estremamente deluso" dalla rimozione di Liverpool.

(askanews)


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information