1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Domeinca, 17 Gennaio 1:19:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

‘I corami o cuori d’oro’: alla scoperta dei paramenti della famiglia Gonzaga con la programmazione online di Palazzo Te

Mantova PalazzoTe CoramiMANTOVA, 25 nov. - Da oggi, mercoledÏ 25 novembre, si può seguire sul sito fondazionepalazzote.it e sui canali social di Fondazione la nuova miniserie video a cura di Augusto Morari sui paramenti della famiglia Gonzaga.

"I corami o cuori d'oro" è il titolo delle due puntate dedicate ai paramenti gonzagheschi che contribuirono in maniera eclatante a elevare l'importanza del casato, veicolando significati e rapporti di tipo politico. Continua, cosÏ, la programmazione online di Fondazione Palazzo Te con gli approfondimenti su Palazzo Te e i Gonzaga, attraverso i racconti riguardanti una delle corti piÚ importanti e sfarzose del Rinascimento italiano.

Nel primo video Augusto Morari presenta i paramenti preziosi: nel1523 a Mantova si diede inizio a un opificio di velluti grazie all'intraprendenza di Isabella d'Este e del figlio Federico II associata all'ingegno di Giulio Romano. Ospiti di riguardo, personaggi illustri e ambasciatori che passavano dalla cittĂ  rimanevano stupiti alla vista della ricchezza mostrata.

La famiglia Gonzaga spendeva cifre esorbitanti per decori e allestimenti, paramenti di tessuti preziosi che appendevano tramite ganci sotto la zona dei fregi ad affresco. Tra i personaggi della famiglia fu proprio Isabella d'Este che scrisse "dell'insaziabile desiderio nostro", che diede un impulso notevole, quasi ossessivo, per gli acquisti di tessuti e di oggetti, i piĂš preziosi per arricchire gli appartamenti e in modo particolare il proprio.

Nella seconda puntata saranno approfonditi gli apparati di cuoio, giunti dalla Spagna attraverso le antiche vie romane. L'incontenibile espansione della civiltĂ  arabo-islamica, un grande impero politico-religioso, sino alla Spagna, diede un impulso notevole all'arte della lavorazione del pellame, giĂ  esistente a Cordova e in altre cittĂ  limitrofe. I prodotti spagnoli raggiunsero i mercati europei fino ai Paesi Bassi arrivando anche in Italia: prima a Genova, Venezia, Firenze, Bologna, Ferrara e Roma, che divennero poi a loro volta centri di lavorazione e di diffusione, e infine anche a Mantova.

Le serie video ideate da Fondazione Palazzo Te sono raccolte nella sezione Mnemosyne del sito, dove sono sempre disponibili gli altri materiali del progetto digital "#sempreconTE": una raccolta di contenuti sull'arte e la cultura accessibili a tutti che propongono un modo nuovo di custodire il rapporto con la cittĂ .

www.fondazionepalazzote.it 


Ultimi Articoli

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltĂ  per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information