1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Giovedi, 6 Maggio 2:03:am

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Lutto, addio al dj Claudio Coccoluto considerato uno dei maestri della consolle

CoccolutoClaudio2ROMA, 02 feb. - Mondo della musica dance in lutto per la scomparsa del noto dj Claudio Coccoluto. Aveva 59 anni. 

Da quanto si apprende, l'artista, originario di Gaeta, lottava da circa un anno contro una grave malattiaCoccoluto si è spento nella sua casa di Cassino accanto alla moglie e ai figli.

Durante il lockdown, quando il mondo dei club si è fermato, è stato tra i più attivi nel sensibilizzare la politica e l'opinione pubblica sulle difficoltà del settore che, oltre a rappresentare una fucina di sperimentazione al di là del puro intrattenimento, dà lavoro a migliaia di persone.

Coccoluto, «Cocco» per gli amici e gli addetti ai lavori, esordisce nel '78 come speaker nell'emittente locale «Radio Andromeda», la sua prima interfaccia con il pubblico. Nel mondo del clubbing approda negli anni Ottanta, chiamato per sostituire il collega Corrado Rizza da Marco Trani. Da adolescente, odiava la disco e la black music, salvo diventare piĂą tardi uno dei maestri del genere house non soltanto in Italia, ma soprattutto sulla scena internazionale.

Centinaia i messaggi di saluto sui social, tra i primi della conduttrice Andrea Delogu, che twitta: «Il maestro. Un uomo che ha regalato la classe che mancava al mestiere del produttore e del dj. Un uomo che ha fatto la storia della musica elettronica». Su Instagram, Linus lo celebra come campione assoluto di un mestiere nel quale la professionalità, oltre l'immagine e i software, fa ancora la differenza: «In ogni mestiere ci sono quelli bravi, quelli molto bravi, e i fuoriclasse. Claudio era uno di questi. Felice di esserti stato amico, spero finalmente tu sia sereno».

Turbato e commosso il giornalista Pierluigi Diaco: «Sono attraversato da dolore e sconforto per la scomparsa di un amico, di un uomo che con il suo talento ha saputo regalare gioia e divertimento a milioni di ragazzi. Ricorderò sempre la sua dolcezza e la sua bontà d'animo». E sono in molti a chiedere che martedì sera, nella puntata di apertura del Festival di Sanremo, venga ricordato dal mondo della musica e dello spettacolo: «Se c'è qualcuno che può farlo nel modo migliore, quelli sono Amadeus e Fiorello», è il messaggio che rimbalza sulle bacheche assieme alla profonda tristezza per la perdita di un artista che ha fatto ballare generazioni di giovani.


Ultimi Articoli

06 Mag, 2021

Ricerca Usa, il coronavirus non è una malattia respiratoria ma vascolare

NEW YORK, 06 mag. - "Il Covid-19 non è una malattia…
06 Mag, 2021

Coronavirus, la metĂ  dei casi e il 25% dei decessi avvengono in India

LONDRA, 06 mag. – Secondo l'Organizzazione mondiale della SanitĂ …
05 Mag, 2021

Dalla Giunta. Istituiti tre posteggi temporanei per la vendita di alimentari nel quartiere di Lunetta

MANTOVA, 05 mag. - Per far fronte ai disagi derivati dalla…
05 Mag, 2021

Coronavirus, da metĂ  maggio l'Italia riapre ai turisti. Oggi 10.585 casi e 267 decessi.

ROMA, 05 mag. - Da metĂ  maggio l'Italia riapre ai turisti: si…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltĂ  per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information