1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Venerdi, 18 Giugno 1:14:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

La storia del XX secolo sullo sfondo della saga familiare: Nino Haratischwili e Giorgio Fontana nel solco della grande tradizione

Mantova Festivaletteratura Fontana-Haratischwili1MANTOVA, 10 set. - Nino Haratischwili con "L'ottava vita (Per Brilka)" e Giorgio Fontana con "Prima di noi" hanno entrambi affrontato il tema dello scorrere dei grandi eventi storici visto dai protagonisti umili, percorrendo il susseguirsi generazionale nel classico solco della saga familiare.

Lo hanno fatto partendo entrambi dall'anno 1917 per giungere ai nostri tempi, seguendo le vicende di una famiglia, di generazione in generazione, intessute nella trama degli eventi storici del loro paese.

Storie di emigrazione sia per la famiglia Jashi della regista e autrice per il teatro di origine georgiana, sia per la famiglia Sartori di Fontana, che si prestano ad alimentare una profonda ricerca e indagine sugli aspetti umani determinati dal corso della storia.

Mantova Festivaletteratura Fontana-Haratischwili2Intervistati oggi al Museo Diocesano da Simonetta Bitasi, i due autori hanno raccontato il loro personale approccio alla narrazione. Nino Haratischwili, in collegamento streaming, ha riconosciuto nel suo lavoro un'esigenza di indagare, ma senza scopo didattico, il senso del secolo scorso, la fine dei un'epoca per la Georgia.

"In partenza avevo chiari l'inizio e la conclusione della storia - ha chiarito Giorgio Fontana -, poi ho progressivamente trovato il modo di fare interagire i personaggi con gli eventi, di raccontare come se la cavano i protagonisti umili".

Per Fontana si tratta di una sua visione "laterale" dei fatti storici, mentre Nino Haratischwili ha affrontato la storia "da un punto di vista non eurocentrico attraverso biografie di persone comuni: storie con sviluppi marcatamente estremi".

(gmp)

-------- 

Scaricate, consultate e stampate gratuitamente Speciale Festivaletteratura firmato L'Altra Mantova. La versione cartacea sarĂ  reperibile nei principali punti di interesse del Festivaletteratura.

 


Ultime dal Festival

14 Set, 2020

La burocrazia è un iperoggetto che vagheggia su di noi. La storia dell’apparato pubblico raccontata da De Masi

MANTOVA, 14 set. – I giudizi sulla burocrazia italiana sono, da…
14 Set, 2020

Sparwasser e il gol che scosse l'Ovest

MANTOVA, 14 set. - Mondiale di calcio del 1974, Germania…
13 Set, 2020

Le ragioni storiche e culturali dell'antifascismo spiegate da Carlo Greppi

MANTOVA, 13 set. - È il docente mantovano ed esperto di cultura…
13 Set, 2020

Di migranti e terre promesse, Riva e Agus ne parlano al Festival

MANTOVA, 13 set. - Scrittori a confronto: Gigi Riva e Milena…
13 Set, 2020

Patrizio Roversi con Boscardin e Raffaelli: 'Il cibo è una ricchezza, storica, culturale ed etica'

MANTOVA, 13 set. - Coratella, trippa, lingua, lampredotto:…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltĂ  per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

Segni

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information