1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Giovedi, 23 Settembre 8:00:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Commenti oltraggiosi su Facebook contro la Polizia, denunciati in tre

PoliziaPostale11MANTOVA, 19 lug. - Hanno pubblicato su Facebook commenti definiti dalla Questura di Mantova "gravemente oltraggiosi e offensivi" nei confronti della Polizia, ma non sono passate inosservati agli agenti della Polizia Postale di Mantova che durante la consueta attivitĂ  di verifica sui social networks sono riusciti a risalire all'identitĂ  degli autori dei commenti relativi a notizie di cornaca riportate dai profili di Facebook di organi di stampa locali.

In particolare, quelle finite sotto la lente della Polizia facevano riferimento alla notizia riguardante la chiusura disposta alcuni giorni or sono da parte del Questore della Provincia di Mantova Paolo Sartori di un esercizio pubblico del Centro Storico che somministrava superalcoolici a ragazzi minorenni.

Al termine di questi complessi accertamenti tecnici, come detto, gli agenti della Polizia Postale sono risaliti a 3 individui – un 29enne carrozziere residente a Mantova, una 22enne ausiliaria presso una Scuola per l'Infanzia residente a Volta Mantovana, e un 42enne operaio residente in Provincia di Ravenna – tutti incensurati.

Altri 2 soggetti, anch'essi resisi responsabili degli stessi comportamenti, sono tuttora in fase di identificazione. Si tratta dei cosiddetti "haters", i "leoni da tastiera" che, "dopo non aver saputo resistere - scrive la Questura di Mantova in una nota - alla attrazione fatale dell'insulto gratuito, delle offese becere e del vilipendio alle Istituzioni dietro l'apparente anonimato dei social – talvolta simulando nomi falsi di copertura, nell'illusione di poterla in questo modo fare franca – dovranno ora rispondere dei loro comportamenti di fonte alla legge, che in modo chiaro e senza eccezione alcuna punisce chi, attraverso la rete, compie questo genere di reati".

Quindi, raccolti tutti gli elementi probatori a carico di costoro, e dopo averne individuato i luoghi di residenza, gli investigatori hanno convocato gli indagati per l'effettuazione delle conseguenti attivitĂ  procedurali. Una volta giunti negli Uffici di Polizia, i 2 soggetti si sono mostrati dapprima sorpresi, per poi cadere nello sconforto per la piega che la vicenda stava assumendo con gli inevitabili risvolti di carattere giudiziario che ora si troveranno a dover affrontare.

Al termine degli atti di Polizia Giudiziaria entrambi gli individui sono stati denunciati in stato di libertĂ  alla Procura della Repubblica per Vilipendio delle Istituzioni.

Su disposizione del Questore Sartori, la Divisione Anticrimine della Questura sta ora valutando la posizione di ciascuno degli indagati ai fini della applicazione, nei loro confronti, di una Misura di Prevenzione Personale.


Ultimi Articoli

23 Set, 2021

Coronavirus, oggi 4.061 casi e 63 decessi. Virologi in tv solo se autorizzati

ROMA, 23 set. - "Una buffonata" cosi Andrea Crisanti liquida…
23 Set, 2021

Castellucchio, sfruttamento del lavoro: arrestati due fratelli. Quattro braccianti costretti a vivere tra i rifiuti

CASTELLUCCHIO, 23 set. - Sottopagati, costretti a carichi di…
23 Set, 2021

Cina, la crisi Evergrande fa tremare i mercati mondiali

PECHINO, 23 set. – Nell'estate del 2020 la Banca del popolo…
23 Set, 2021

Suzzara, apre lo Sportello Telematico: basta code agli uffici

SUZZARA, 22 set. - Iscrivere il proprio figlio a scuola,…
23 Set, 2021

Ricerca, in Laos scoperti nei pipistrelli virus simili al Sars-Cov-2

VIENTIANE, 23 set. – I ricercatori dell'Istituto Pasteur hanno…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltĂ  per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

Gruppo Zurich - Carra Assicurazioni

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information