1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Lunedi, 27 Giugno 5:07:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Covid tutt'altro che scomparso, Ats: 'Nelle ultime settimane i casi hanno ripreso a salire'. Tasso di positività nel mantovano passato dal 5,9% al 18,2% in poco più di due settimane

Italia Coronavirus Tampone3MANTOVA, 19 giu. - Il Covid è tutt'altro che scomparso. Forse la percezione è che il rischio sia minore, considerato anche l'allentamenteo delle misure di contenimeto e la ripresa di una quotidianità quasi normale, con un utilizzo sempre meno frequente delle mascherine.

Ma i numeri dicono altro, come conferma un'analisi di Ats Val Padana che evidenzia come nelle ultime settimane, dopo circa due mesi calo, i nuovi casi di covid19 abbiano ripreso a salire.

La stessa Ats attribuisce ciò a un mix di fattori quali "la circolazione di varianti del SARS-CoV-2 a più elevata infettività, un allentamento delle misure di contenimento con la ripresa della normalità nella vita quotidiana e l'aumento dei momenti di aggregazione e socialità, un uso meno assiduo della mascherina e in generale una minore percezione del rischio, la graduale riduzione della protezione vaccinale a distanza di tempo dalla somministrazione, in particolare per i soggetti più anziani o fragili per i quali, per l'appunto, è raccomandata la quarta dose".

Insomma, serve ancora prudenza perché il virus è evidentemente ancora in mezzo a noi. L'indice di positività, ossia il numero di casi positivi sul totale dei tamponi processati, è indicativo di come la curva dei contagi abbia ripreso a salire nella nostra provincia, ma in generale anche in tutta la Regione e in tutto il territorio nazionale. Il tasso di positività nel mantovano è passato dal 5,9% del primo giugno al 18,2% del 17 giugno. In pratica è pressoché triplicato in poco più di due settimane.

Fortunatamente per quanto riguarda i ricoveri l'attuale circolazione del virus, spiega ancora Ats Val Padana, "sta incidendo meno rispetto alle fasi pandemiche precedenti, verosimilmente anche per effetto della protezione conferita dalla vaccinazione; si registra al momento un tendenziale incremento solo sul territorio mantovano, che peraltro nelle scorse settimane era stato tra quelli con maggiore incidenza di contagi in Lombardia". Ma, prosegue Ats "l'esperienza ci ha insegnato che questa curva – determinata sia dal numero di nuovi casi che dal loro impatto clinico - si muove solitamente con un ritardo di 10-15 giorni rispetto alla curva dei contagi; bisognerà quindi attendere ancora qualche giorno per verificare se l'attuale andamento andrà incontro ad un'inversione, ad un ulteriore incremento o ad una stabilizzazione". Per fortuna rimane ancora bassa la curva dei decessi.

Riguardo a questo scenario complessivo, va evidenziato come, per quanto riguarda l'impatto della campagna vaccinale, l'ultimo report dell'ATS Val Padana relativo al mese di maggio abbia stimato un numero medio di ricoveri pari a circa 3 ogni 100.000 soggetti vaccinati con booster e circa 10 ogni 100.000 soggetti non vaccinati (oltre il triplo in questi ultimi); ancora più evidente la differenza di mortalità, con meno di un decesso ogni 100.000 soggetti vaccinati con booster e circa 13 ogni 100.000 soggetti non vaccinati.

Questi dati sono, peraltro, tendenzialmente in linea con quanto descritto dall'Istituto Superiore di Sanità nel suo ultimo bollettino Covid relativo allo stesso mese, che su casistiche ben più ampie e pertanto statisticamente più "stabili" delle nostre, ha stimato un rischio di ricovero più che triplo (esattamente come la nostra analisi) e un rischio di mortalità oltre sei volte superiore nei non vaccinati, rispetto a chi ha ricevuto la dose booster; l'incremento del rischio è maggiore negli anziani, in particolare negli ultraottantenni.

Da ciò, anche nel mutato scenario di circolazione del SARS-CoV-2 di questi ultimi mesi, si evince la persistente importanza della vaccinazione per proteggersi dalle forme più severe di malattia che possono portare ad ospedalizzazione e decesso.

"In tal senso - scrive Ats - si rinnova l'invito a vaccinarsi e in particolare, per i gruppi più "vulnerabili" per i quali è attualmente raccomandata (gli anziani ultraottantenni e i fragili sopra i 60 anni d'età, nonché gli immunodepressi) a ricevere la quarta dose di vaccino".

Si ricorda che è possibile ricevere la somministrazione non solo nei centri vaccinali delle ASST, ma anche in oltre 50 farmacie, sparse su tutto il territorio dell'ATS.

Alla luce dell'attuale incremento dei casi e facendo tesoro di quanto abbiamo imparato in questi due anni, l'ATS rinnova l'invito a non abbassare la guardia, raccomandando di perseverare nei piccoli gesti che tanto possono aiutarci a contrastare la diffusione del contagio, quali il lavaggio delle mani e l'uso della mascherina - in caso di distanziamento insufficiente - anche dove non obbligatoria per legge, in particolare per i soggetti più fragili. Questo è importante anche perché, nell'attuale evoluzione della pandemia, la vaccinazione ha ancora un'efficacia elevata nel prevenire forme clinicamente gravi di Covid-19, ma non altrettanto nel limitare il rischio di infezione.

Si raccomanda infine di non sottovalutare sintomi e stati di malessere, soprattutto se si è stati a contatto con qualcuno che è poi risultato positivo al Covid. In questi casi, si dovrà contattare immediatamente il proprio medico curante per effettuare un tampone diagnostico; ciò consentirà di verificare l'eventuale positività per definire al meglio il perimetro dei contagi e limitarne la diffusione.

I DATI DI SABATO 18 GIUGNO. A conferma di uquanto appena sostenuto da Ats Val Padana arriva il bollettino giornaliero sui nuovi casi covid di sabato 18 giugno in provincia di Mantova. Sono 216 i nuovi positivi al virus in provincia di Mantova contro i 187 del giorno precedente.

Complessivamente dall'inizio della pandemia, nel territorio mantovano sono stati registrati oltre 100mila casi di coronavirus, per la precisione 119470. A dirlo il Bollettino diffuso in serata dalla Prefettura, basato sui dati di Ats Val Padana.

A crescere maggiormente sono stati i comuni di Mantova (+23, 14072), Borgo Virgilio (+14, 4386), Castiglione delle Stiviere (+12, 7099), Curtatone (+12, 4780), Suzzara (+12, 6382), Porto Mantovano (+11, 5509), San Giorgio Bigarello (+10, 3474). In fondo all'articolo trovate l'elenco completo di tutti i comuni della provincia di Mantova con i casi aggiornati.

In Lombardia sono stati processati 29942 tamponi, contro i 27980 del giorno prima. Sono stati riscontrati 5298 contagi, contro i 5009 del giorno precedente, per un tasso di positività - percentuale dei tamponi positivi sul totale di quelli eseguiti - che rimane pressoché uguale rispetto al giorno precedente passando dal 17,9% al 17,7%. Sette i decessi registrati, ieri sei, mentre i ricoveri in terapia non intensiva aumentano anche oggi (+24, 550) e quelli in terapia intensiva rimangono invariati (0, tot. 17).

Per quanto riguarda le altre province lombarde, Milano è quella a crescere di più con 2025 casi (ieri 1976), seguita da Brescia con 558, Monza con 539, Bergamo con 308, Varese con 265, Pavia con 248, Como con 193.

Ecco la mappa dei contagi in provincia di Mantova suddivisi per Comune:

Acquanegra sul Chiese 1 753
Asola 3 2614
Bagnolo San Vito 2 1897
Borgo Mantovano 2 1597
Borgo Virgilio 14 4386
Borgocarbonara 1 523
Bozzolo 3 1188
Canneto sull'Oglio 2 1189
Casalmoro 0 489
Casaloldo 0 687
Casalromano 1 341
Castel d'Ario 3 1247
Castel Goffredo 3 3121
Castelbelforte 2 832
Castellucchio 2 1615
Castiglione delle Stiviere 12 7099
Cavriana 1 1068
Ceresara 0 729
Commessaggio 5 338
Curtatone 12 4780
Dosolo 4 903
Gazoldo degli Ippoliti 0 898
Gazzuolo 2 601
Goito 4 3066
Gonzaga 5 2671
Guidizzolo 0 1698
Magnacavallo 4 380
Mantova 23 14072
Marcaria 2 1952
Mariana Mantovana 2 232
Marmirolo 4 2272
Medole 0 1183
Moglia 3 1407
Monzambano 1 1562
Motteggiana 1 721
Ostiglia 3 1982
Pegognaga 6 2000
Piubega 0 473
Poggio Rusco 3 1720
Pomponesco 0 495
Ponti sul Mincio 0 711
Porto Mantovano 11 5509
Quingentole 0 279
Quistello 2 1699
Redondesco 0 291
Rivarolo Mantovano 4 684
Rodigo 1 1570
Roncoferraro 9 2183
Roverbella 6 2611
Sabbioneta 1 1303
San Benedetto Po 3 1992
San Giacomo delle Segnate 0 436
San Giorgio Bigarello 10 3474
San Giovanni del Dosso 0 286
San Martino dall'Argine 0 487
Schivenoglia 0 308
Sermide e Felonica 6 1836
Serravalle a Po 0 394
Solferino 1 837
Sustinente 2 560
Suzzara 12 6382
Viadana 9 6079
Villimpenta 2 575
Volta Mantovana 1 2203
TOTALE PROVINCIA 216 119470


Ultimi Articoli

27 Giu, 2022

Mantova: Yoga e meditazione in Oncologia

MANTOVA, 27 giu. - Yoga e meditazione in Oncologia: al via il…
27 Giu, 2022

Covid, allarme medici: 'Rischio collasso ospedali con questo tasso ricoveri'

ROMA, 26 giu. - "Se i ricoveri continuano a crescere con questo…
27 Giu, 2022

Aborto, in Italia in calo gli interventi. Vi ricorrono di più le straniere

ROMA, 27 giu. – I dati della Relazione trasmessa al Parlamento…
27 Giu, 2022

A Borgo Virgilio torna ArteForte: teatro, danza e musica nel forte d Borgoforte. Ecco il programma

BORGO VIRGILIO, 27 giu. - Inserito nel suggestivo contesto…
27 Giu, 2022

Energia, Draghi: 'Eliminare per sempre la dipendenza dalla Russia'

ROMA, 27 giu. – Per il premier Mario Draghi anche quando i…
26 Giu, 2022

Covid, 243 casi in provincia di Mantova. In Lombardia 6941 contagi e tasso di positività al 22,6%

MANTOVA, 26 giu. - Sono 243 i nuovi casi covid registrati…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltà per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information