1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Domeinca, 2 Ottobre 12:40:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Focus dei dottori agronomi sul ‘Nuovo Parco Te’: sarà un centro vitale della città. Altri interventi annunciati dal sindaco Palazzi per completare la riqualificazione della zona (VIDEO)

Mantova ParcoTe Progetto1MANTOVA, 14 mag. - Organizzato dall'Ordine dei dottori agronomi e dei dottori forestali di Mantova, venerdì 13 maggio si è tenuto allo Spazio Te l'incontro aperto al pubblico, ad appassionati di verde e architettura, oltre che ai professionisti del settore, "Il nuovo Parco Te: tra ricostruzione del paesaggio, usi plurimi e benefici ecosistemici".

L'incontro, introdotto dal presidente dell'Ordine Claudio Leoni e dal sindaco di Mantova Mattia Palazzi si è svolto con interventi del Presidente Nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali Sabrina Diamanti, di Marcella Ghidoni, dottore forestale del Comune di Mantova, dei dottori agronomi progettisti dell'opera Valerio Bozzoli Parasacchi e Giovanni Sala, dell'architetto Giulia Bressan della Soprintendenza e del dottore agronomo Renato Ferretti.

Al centro del dibattito, ovviamente, i lavori recentemente iniziati per la realizzazione del nuovo Parco Te: un intervento di rilevante impatto destinato a trasformare la zona verde sottoposta nel tempo a varie modifiche disomogenee in un'area moderna sul modello dei grandi parchi europei, adatta alle esigenze dei cittadini di ogni età e dei turisti, tra sport, verde, relax e giochi. Luogo che potrà essere utilizzato per eventi culturali, musicali e sportivi, didattica all'aria aperta, fitness e che si propone come logico completamento del patrimonio forestale della città che, così, si propaga dalle rive deli laghi fino a Palazzo Te.

"Alla base del progetto del nuovo Parco Te c'è un'idea complessiva dell'urbanistica di Mantova che per troppo tempo ha limitato la propria attenzione al ristretto centro storico – ha affermato il sindaco Palazzi -, escludendo ogni possibilità di creare nuove opportunità di sviluppo. Con questa riqualificazione, i cui lavori dureranno circa 16/18 mesi, il Parco Te è destinato a diventare un cuore delle città: un nuovo centro vitale che si connette con gli altri quartieri col sistema di ciclabili, come è stato fatto con il ponte di Porto Catena e come si continuerà a fare con i progetti di Mantova Hub, i sottopassi di porta Cerese e Gambarara in cantiere per il 2023, aprendo anche nuove occasioni di edificabilità.

Mantova ParcoTe Convegno PresentazionePerché Mantova ha bisogno di nuovi abitanti per sostenere le attività imprenditoriali locali e l'attuale livello altamente qualitativo dei servizi ai cittadini. Il Te si candida così ad essere il polo d'attrazione di un'area ben più ampia con il ritorno alla città del Migliaretto: spazio adatto per una intensa forestazione, ma anche per contenere la cittadella dello sport, che in buona parte c'è già, spingendo a logico collegamento con il forte di Pietole".

"L'emergenza Covid ci ha fatto capire che lo spazio verde è essenziale – ha proseguito Palazzi – e l'ampia dimensione di cui dispone Mantova ha avuto un ruolo importante per il benessere anche psicologico dei cittadini e questa considerazione ci ha dato ulteriore slancio per il progetto di un parco multifunzionale, bello e fruibile sempre.

E nuovi passi siamo pronti a compiere, grazie a risorse ottenute tramite bandi che ci siamo recentemente aggiudicati, per sistemare anche le aree esterne di Palazzo Te, l'ingresso delle Aquile e valorizzare il percorso del Principe. Dobbiamo ripensare una città che si allarga e questa grande operazione ambientale diventa anche il motore di una riorganizzazione urbanistica di Mantova".

Il progetto del Parco Te si inserisce nella politica di recupero e valorizzazione della città finanziato per 5,2 milioni dal Ministero della Cultura – Piano strategico – Grandi Progetti beni culturali 2020-2021-2022. Il costo totale dell'opera è di 5,5 milioni di euro e al Comune di Mantova compete l'impegno previsto di 300 mila euro per la parte dedicata ai lavori, già previsti, di recupero e riqualificazione degli asfalti.

La progettazione definitiva del Parco Te, a seguito della gara, è stata affidata allo studio AG&P di Milano. Approvato il progetto definitivo, con relativa gara pubblica la progettazione esecutiva e la realizzazione delle opere è stata assegnata al raggruppamento temporaneo di imprese composto da Tea Reteluce, Reggiani, Bottoli Costruzioni, con società mandataria Mantova Ambiente, che ha affidato la progettazione esecutiva del parco allo studio Land Italia di Milano.


Ultimi Articoli

02 Ott, 2022

Salute, campagne vaccinali fondamentali per evitare la 'tempesta perfetta'

ROMA, 2 ott. – Presso la sede della Regione Lazio si è svolto in…
02 Ott, 2022

Smart working, carico di lavoro aumentato per il 28% dei lavoratori

ROMA, 2 ott. – NFON in collaborazione con Statista Q, ha svolto…
01 Ott, 2022

Basket A2, la Staff presenta Thioune e Ross

MANTOVA, 01 ott. - Si è svolta venerdì mattina la conferenza…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltà per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

CineCity Mantova

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information