1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Sabato, 21 Maggio 11:52:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Giorno della Memoria. Dal 27 gennaio al 5 aprile le celebrazioni con racconti, suoni, immagini dell’emarginazione e della persecuzione

Mantova GiornoMemoria PresentazioneMANTOVA, 25 gen. – Sono numerosi gli eventi in programma a Mantova per la celebrazione del Giorno della Memoria 2022, la ricorrenza commemorativa delle vittime della Shoah, lo sterminio del popolo ebraico, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione e la prigionia.

La ricorrenza è fissata in ogni 27 gennaio, giorno in cui nel 1945 le truppe dell'Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz. Le celebrazioni istituzionali saranno aperte dalla consegna alle 12 in Prefettura delle Medaglie d'Onore ai familiari superstiti degli insigniti. Sono 15 in totale le onorificenze, di cui due saranno consegnate il giorno precedente ad insigniti viventi a Roverbella e Moglia.

Sempre giovedì 27, alle 15.30 nella Sinagoga Norsa di via Govi 13 ci sarà il ricordo dei deportati ebrei, mentre alle 16.30, presso la stazione ferroviaria cittadina (binario 1, piazza don Leoni 14) si terrà la commemorazione del Porrajmos, la persecuzione su base razziale subita dai sinti e dai rom durante il nazifascismo, con l'inaugurazione di una targa commemorativa.

Mantova GiornoMemoria LocandinaCampianiAlle 17.30 nella sede del Conservatorio, in via della Conciliazione 33, è prevista la cerimonia commemorativa ufficiale del Giorno della Memoria presieduta da Massimo Allegretti, presidente del consiglio comunale, con interventi di Carlo Bottani, presidente della Provincia di Mantova e di Mattia Palazzi, sindaco di Mantova. La prolusione dal titolo "Contro la banalizzazione della memoria" sarà pronunciata da Carlo Saletti, storico e direttore scientifico dell'Istituto Mantovano di Storia Contemporanea. Per quest'ultimo evento è richiesta la prenotazione via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  (tel. 0376 204716). Si accede in ogni caso solo con il green pass fino ad esaurimento dei posti.

Come ogni anno è molto ricco anche il programma degli appuntamenti organizzati in Memoria della Shoah dal Conservatorio "Lucio Campiani", in collaborazione con le istituzioni locali, che si terranno tra il 29 gennaio e il 5 aprile. Quest'anno al centro dell'attenzione della rassegna ci sono le voci delle donne internate nei ghetti e nei lager istituiti dal Terzo Reich, e anche nei Gulag sovietici, che saranno protagoniste del concerto intitolato "Il mio sogno vola verso il cielo", in scena sabato 29 e domenica 30 gennaio nell'Auditorium Monteverdi del Conservatorio.

Sulla base delle tracce rimaste della musica composta, adattata e cantata dalle donne prigioniere (ebree, sinti, rom, italiane, polacche, russe, ceche), gli allievi delle classi di composizione del Conservatorio hanno elaborato delle libere trascrizioni degli originali, mischiando elementi classici, jazz e klezmer, che ridanno cuore e vita a quelle voci lontane. Sono voci di donne di ogni estrazione sociale e culturale, figlie, madri, sorelle, poetesse, zigane, resistenti politiche, musiciste colte o dilettanti, combattenti o pacifiste, che dal buio delle baracche e dalle miserie e stenti della loro prigionia, hanno saputo trarre forza dalla musica, levando alto un canto che racchiude i loro sogni e la speranza di una nuova vita, degna di essere vissuta.

Sentendo narrare dalla voce di Francesca Campogalliani le loro vicissitudini, risulta ancor più incredibile che quel canto riesca a superare l'inferno della loro condizione. Sul palco si alternano le allieve dei corsi di canto jazz e di canto lirico del Conservatorio ed il coro femminile del Liceo Musicale "Isabella d'Este", preparato e diretto dal maestro Romano Adami, da sempre partner nelle produzioni della Memoria, accompagnate dai ragazzi dell'Orchestra da Camera, allievi delle classi di strumento del Conservatorio.

Chiude la rappresentazione l'esecuzione del Lacrimosa del Requiem di Verdi, ricordo del concerto ascoltato nel campo di Terezín, che andò in scena dopo lunghi mesi di prove e che vide ogni volta decimato il cast per la continua inesorabile partenza degli internati verso la destinazione finale. Sabato 29 gennaio il primo spettacolo è alle 10.30 all'Auditorium Claudio Monteverdi del Conservatorio. Si tratta di una prova generale aperta agli studenti ed alla cittadinanza in diretta streaming per gli studenti degli istituti superiori di Mantova e provincia. La replica è in agenda domenica 30 gennaio alle 21, sempre all'Auditorium Claudio Monteverdi del Conservatorio. In questo caso la rappresentazione è aperta alla cittadinanza ed è trasmessa in streaming.

In differita si potrà seguire su Youtube. Per entrambi gli spettacoli l'ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria allo 0376 324636. È obbligatorio anche il green pass e la mascherina.

Il programma del Conservatorio ripropone per il 5 aprile il Percorso della memoria attraverso i luoghi della Memoria mantovana, giunto alla sua quinta edizione, e diventato ormai una tradizione amata ed attesa dalla città. Il cammino conduce di tappa in tappa i ragazzi cantori e musicisti, insieme con i ragazzi dei Licei che li ascoltano, dalla Stazione ferroviaria, passando dalla Sinagoga e dalla Loggia del Grano, fino al Memoriale della Shoah mantovana, installata quest'anno presso il Liceo "Isabella d'Este".

Come ponte tra la Giornata della Memoria ed il Percorso, in particolare come momento di approfondimento sui temi della presenza ebraica in Europa e dell'antisemitismo, all'interno del ciclo dei "Mercoledì del Conservatorio", viene presentato, mercoledì 2 marzo nell'Auditorium Monteverdi, il film Il Golem - Come venne al mondo di Paul Wegener e Carl Boese, girato nel 1920, con le musiche originali composte ed eseguite dal vivo da Rossella Spinosa, docente al Conservatorio "Lucio Campiani" ed interprete al pianoforte, affiancata da Tania Camargo Guerrieri al violino.

La produzione viene ospitata a Mantova, dopo le fortunate presentazioni in varie parti d'Europa e del mondo, sia nella versione per orchestra che in quella per violino e pianoforte. Lo straordinario film rivisita in modo nuovo, seguendo le suggestioni dell'Espressionismo tedesco, la leggenda del Golem, creatura forgiata dall'argilla e resa viva per opera del rabbino Judah Loew ben Bezalel con lo scopo di proteggere la comunità ebraica di Praga dagli attacchi antisemiti: creatura sfuggita poi al controllo del suo creatore e ridotta, alla fine, in statua di pietra. Un'occasione unica, questa, di assistere ad uno spettacolo originale (un film muto commentato da musiche dal vivo) e di conoscere un mito caro alla tradizione culturale ebraica mitteleuropea, sempre caratterizzata da periodi di fecondissima vivacità alternati ai momenti bui e tragici della emarginazione e della persecuzione.

Speciali iniziative in occasione del Giorno della Memoria sono previste anche presso le biblioteche cittadine Baratta, Aaron Swatz di Lunetta e Te Brunetti.

Il programma degli eventi del Giorno della Memoria 2022 che si terranno in città è stato presentato questa mattina in Sala Consiliare del Comune dall'assessore alle Bibilioteche del Comune di Mantova Alessandra Riccadonna, dal presidente del Conservatorio Giordano Fermi, dal dirigente scolastico del Liceo musicale Este-D'Arco Giancarlo Gobbi Frattini e dalla docente Giovanna Maresta. Alla conferenza stampa sono intervenuti anche il vice Prefetto Giorgio Spezzaferri, il consigliere delegato alla cultura della Provincia Mattia Di Vito, l'esponente dell'Istituto di cultura sinta Luca Dotti, il presidente della comunità ebraica Emanuele Colorni e la presidente dell'Istituto Mantovano di Storia Contemporanea Daniela Ferrari.


Ultimi Articoli

21 Mag, 2022

'Capaci di resistere ancora': al Baratta libri sulla legalità e al Bibiena spettacolo sulla 'Ndrangheta

MANTOVA, 21 mag. - La rassegna "Capaci di resistere ancora" in…
21 Mag, 2022

Covid, 138 casi in provincia di Mantova. In Lombardia 3287 contagi e 24 decessi

MANTOVA, 21 mag. - Sono 138 i nuovi casi di covid registrati…
21 Mag, 2022

Mantova, Giornata Verde Pulito: raccolti oltre 300 chili di rifiuti

MANTOVA, 21 mag. - Il Comune di Mantova ha aderito anche…
21 Mag, 2022

Archeologo, ma anche fotografo e musicista. Senza dimenticare la natura. Tornano i corsi dell'Accademia dei Ragazzi

MANTOVA, 21 mag. - Impossibile annoiarsi nell'estate mantovana.…
21 Mag, 2022

Vaiolo delle scimmie, Rezza: 'In Italia pronto sistema di monitoraggio'

MILANO, 21 mag. – "A seguito della segnalazione di alcuni casi…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltà per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

OCM Tempo d'Orchestra

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information