1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Domeinca, 13 Giugno 8:23:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Covid, sĂŹ alla prono-supinazione ma personalizzata: studio del Poma pubblicato su rivista scientifica

Mantova OspedaleCarloPoma9MANTOVA, 04 mag. - Uno studio che descrive due casi di grave complicanza emorragica pettorale in donne colpite da Covid e trattate con prono-supinazione e ventilazione non invasiva, proponendo soluzioni per migliorare l'approccio.

Si tratta del primo report incentrato su questa tematica ed è stato condotto ancora una volta dai professionisti del Poma, che fra marzo e aprile 2020 hanno ricoverato 75 persone affette da Coronavirus nell'ambito della struttura di Medicina d'Urgenza e Pronto Soccorso, 57 delle quali presentavano polmonite con sindrome da distress respiratorio acuto. Il lavoro è stato pubblicato il mese scorso sull'Italian Journal of Emergency Medicine.

In base alle evidenze, i pazienti con polmonite da Covid presentano uno stato di ipercoagulazione. Di conseguenza, una delle principali cause di morte è l'embolia polmonare. Allo stesso tempo vanno incontro a ipossia e necessitano quindi di un supporto respiratorio con maschera o ventilazione non invasiva. Per loro si adotta un protocollo terapeutico che include, nei casi severi, il trattamento anticoagulante e l'alternanza della posizione prona e supina. Sono stati analizzati due casi di donne obese con ematoma pettorale sinistro e grave anemia secondaria acuta.

Si può ipotizzare che la condizione bioumorale endovascolare nelle forme severe di polmonite da Covid, unita all'impiego di eparina, determini una condizione di fragilità della parete vascolare. In aggiunta, i continui cambi di posizione conducono probabilmente a ripetuti traumatismi e rottura di vasi sanguigni. Si è inoltre notato che in un caso il trattamento con eparina non solo ha contribuito al sanguinamento, ma non ha nemmeno prevenuto l'embolia polmonare.

Secondo gli specialisti di ASST Mantova la procedura di prono-supinazione potrebbe essere ottimizzata, attraverso una personalizzazione che tenga conto delle caratteristiche di ciascun paziente, con particolare riferimento all'indice di massa corporea, al sesso e al dosaggio dell'eparina somministrata.

L'esperienza ha suggerito ai medici che nel caso di donne obese in cui la prono-supinazione implica maggiori traumatismi mammari, la tecnica potrebbe non essere scevra da rischi, specialmente se tali pazienti sono anche trattati con alte dosi di anticoagulante.

Lo studio è firmato dai medici della struttura di Medicina d'Urgenza e Pronto Soccorso Dario Benazzi, Viviana Antonicelli, Enrica Foroni, Massimo Bellini, Andrea Smurra, Claudia Lo Bianco, Massimo Amato (direttore del reparto) e dalla collega della Medicina Generale di Mantova Barbara Presciuttini.


Ultimi Articoli

13 Giu, 2021

Criptovalute, El Salvador il primo Paese al mondo a dare valore legale al Bitcoin

SAN SALVADOR, 13 giu. – L'El Salvador è il primo Paese al mondo…
13 Giu, 2021

Max Pezzali live a Palazzo Te il 30 agosto

MANTOVA, 13 giu. - FarĂ  tappa anche a Mantova, nella splendida…
13 Giu, 2021

Basket, Stefano Purrone head coach di MantovAgricoltura

SAN GIORGIO, 13 giu. - Dopo aver preso il timone della squadra…
13 Giu, 2021

Variante Delta, in Gran Bretagna oltre 30mila contagi in una settimana

LONDRA, 13 giu. - In quest'ultima settimana nel Regno Unito sono…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltĂ  per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information