Scuole, confermato doppio turno di ingresso e uscita dal 26 aprile negli Istituti di Mantova. Apam potenzia le corse. Filt Cgil chiede vaccini per gli autisti

  • Stampa

Scuola Autobus1MANTOVA, 23 apr. - Dal 26 aprile riprendono le lezioni in presenza almeno al 70% nelle scuole superiori di Mantova e provincia. Nell'ambito di quanto stabilito dal Documento opeativo per la ripresa delle attività didattiche in presenza per gli studenti degli istituti secondari di secondo gradi adottato dal Prefetto di Mantova lo scorso 23 dicembre.

Viene confermata, in tal senso, l'introduzione sperimentale del doppio turno di ingresso (e di uscita) per gli Istituti nel Polo Scolastico di Mantova, in adesione alle intese del Gruppo Tecnico di lavoro raggiunte il 28 dicembre 2020.

Al contempo, sempre in via sperimentale, viene mantenuto il turno unico di ingresso per gli altri Istituti dei Poli Scolastici della provincia anche in considerazione della compresenza, su questi territori, di vettori extraregionali. "Turni scolastici unici - scrive la Prefettura in una nota - non consentirebbero di garantire ovunque la soddisfazione delle richieste di trasporto, tenuto conto della necessità di abbinare il limite di ammissione dell'utenza all'interno dei mezzi di trasporto, tuttora fissato al 50 per cento dei posti, alla misura del 70 per cento della didattica in presenza".

"Tale modulazione - scrive ancora la Prefettura - costituirà comunque oggetto di costante e puntuale monitoraggio, sia per la rilevazione di situazioni di criticità sia per approfondimenti concernenti la possibile introduzione di soluzioni più soddisfacenti".

Da parte sua Apam in una nota comunica che rinforzerà il servizio "per coprire le esigenze di trasporto - si legge - in concomitanza con i doppi turni di ingresso e di uscita dai plessi scolastici di Mantova".

Gli orari rimangono invece invariati per quanto riguarda le corse extraurbane dirette a Suzzara dove, in più, sarà attivata una navetta dal centro di Suzzara per l'istituto Agrario di Palidano. Naturalmente sarà cura di Apam effettuare, a partire da lunedì, monitoraggi costanti sul servizio per verificare le effettive esigenze di trasporto.

Si conferma il doppio turno anche per gli istituti superiori di Brescia, rispetto ai quali le linee Apam coinvolte stanno già effettuando servizio potenziato.

La scelta del doppio turno è significativa, e va reso merito al mondo della scuola di aver tenuto conto delle esigenze strutturali del trasporto pubblico – ove non è possibile immettere ulteriori mezzi e conducenti – nell'interesse di tutti.

E' una scelta che potrà garantire rilevanti vantaggi. Con il doppio turno di ingresso, in primo luogo, si potrebbe potenzialmente garantire il trasporto al 100% degli studenti, e dunque essere in grado, laddove le scuole lo ritenessero e decidessero, di portare a un progressivo rientro in classe di tutti gli studenti. Secondo importante beneficio è rappresentato dalla riduzione degli assembramenti alle fermate: è questo un aspetto poco considerato in questi mesi, ma comunque importante, e che solo attraverso una diluizione su più orari degli utenti può essere decisivamente risolto. Infine, il servizio che verrà effettuato nelle prossime settimane potrà rappresentare un interessante esperimento per la ripresa dell'anno scolastico a settembre, e merita di essere valutato attentamente.

I nuovi orari sono consultabili a partire da sabato 24 aprile sul sito www.apam.it , nella sezione "orari completi".

Per ulteriori informazioni si invitano gli utenti a contattare il servizio di Customer Care aziendale - attivo tutti i giorni, domeniche e festività comprese, dalle ore 7.30 alle 19.00 - chiamando il numero 0376 230339, scrivendo via WhatsApp al numero 346 0714690, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   o attraverso le pagine ufficiali di APAM su Facebook e Twitter.

Anche Filt Cgil Mantova ha caldeggiato l'adozione dei doppi turni d'ingresso e d'uscita e torna a chiedere a gran voce la vaccinazione per gli autoferrotranvieri: ""Da parte nostra - spiega Sandro Anteini Rsu Apam per Cgil Mantova e della Segreteria provinciale Filt - c'è lo sforzo per realizzare corse doppie, ma dall'altra parte non vediamo risposte alle nostre richieste di vaccinazioni agli autoferrotranvieri che, di fatto, garantiscono un servizio essenziale in condizioni di emergenza sanitaria. A quanto ci risulta in altre realtà, come Milano, questo discorso sui vaccini è in fase avanzata mentre in provincia di Mantova non se ne parla nemmeno".


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information