Ciclabile di Borgochiesanuova, partono i lavori del primo tratto. Da lunedì 26 aprile cambia la viabilità

  • Stampa

Mantova CiclabileBorgochiesanuova RenderingMANTOVA, 22 apr. – Inizieranno in questi giorni, e termineranno entro la fine di ottobre, i lavori per la realizzazione del primo tratto della nuova ciclabile che collegherà Borgochiesanuova e Dosso del Corso con la ciclabile del Cavalcavia.

Per far partire l'intervento, dalle 9.30 di lunedì 26 aprile inizieranno le fasi di cantierizzazione che conseguentemente comporterà la modifica temporanea della viabilità in strada Dosso del Corso. È prevista una sola corsia con direzione unica di senso di marcia del traffico veicolare dall'incrocio con Strada Chiesanuova fino al cavalcavia, al corrispondente imbocco su via Cremona.

 Da qui, come sempre, i mezzi potranno svoltare a destra in direzione della città. Procedendo dalla città su via Cremona in direzione Angeli, non si potrà svoltare a sinistra per Strada Dosso del Corso. Per raggiungere il quartiere di Borgochiesanuova da via Cremona si potrà svoltare su via Pompilio verso la direzione Ospedale-Strada Circonvallazione Sud.

Naturalmente nell'area interessata ai lavori verranno posizionati cartelli stradali e le varie segnaletiche del cambio temporaneo di viabilità con le deviazioni del traffico veicolare. Verranno garantiti la circolazione pedonale lungo i marciapiedi, ove presenti, l'accesso alle abitazioni e alle attività commerciali e, compatibilmente con i lavori, ai passi carrabili. Durante i lavori la segnaletica verticale fissa sarà coperta per non essere in contrasto con quella provvisoria di cantiere.

Mantova CiclabileDossodelCorso MappaIl tratto "Cavalcavia - Strada Chiesanuova" è la prima parte del nuovo percorso ciclopedonale che si prolungherà, in un secondo tempo, con l'altro tratto "Strada Chiesanuova – rotatoria incrocio via Segna e viale Italia". L'investimento totale è di 800mila euro, 600mila per il primo tratto e 200mila per il secondo.

Il primo tratto della nuova pista ciclabile sarà finanziato dal Comune di Mantova con 400mila euro e 200 mila euro da parte di Regione Lombardia. Mentre il secondo tratto sarà interamente finanziato dal Ministero Infrastrutture e Trasporti. "In quattro anni abbiamo progettato, finanziato è realizzato tutti i collegamenti ciclabili dai quartieri sud della città al centro storico – sottolinea il sindaco Mattia Palazzi -. Mantova è sempre più vicina ai modelli delle città europee, e da queste opere viene un grande contributo alla sostenibilità, consentendo di muoversi in bici in sicurezza si risparmiano tempo, soldi e si riduce lo smog".

"Con questa opera si completa un altro pezzo fondamentale della rete di ciclabili e ciclopedonali cittadine che abbiamo sensibilmente incremento in questi anni - spiega l'Assessore ai Lavori Pubblici Nicola Martinelli -. La ciclopedonale collegherà in sicurezza i quartieri di Borgochiesanuova e Dosso del Corso con il centro storico".

Un particolare ringraziamento viene espresso dell'Amministrazione a Marco Boschetti e al Consorzio Agrituristico Mantovano Verdi Terre d'Acqua per aver concesso al cantiere un'area all'interno del piazzale adibito al mercato contadino. La ciclopedonale si sviluppa per circa 360 metri e sarà a doppio senso di marcia con sede fisicamente separata da quella relativa agli automezzi, garantendo la sicurezza degli utenti ed interferendo il meno possibile con la circolazione veicolare.

La prima parte della ciclabile, in prossimità di via Cremona, sarà in calcestruzzo armato. La scarpata sarà invece riempita con materiale misto cementato e con pavimentazione in conglomerato bituminoso levigato. La pavimentazione verrà contenuta sul lato verso strada da un cordolo stradale in calcestruzzo prefabbricato, mentre dal lato della scarpata da un nuovo parapetto in metallo.

L'intero tratto sarà protetto da ambo i lati da un parapetto in metallo e sul lato verso strada verrà fissata a protezione degli urti una barriera stradale in acciaio. La sezione della ciclabile presenterà una larghezza netta di 2,50 metri e sarà rialzata rispetto al piano stradale esistente di circa 15 centimetri. Nelle vicinanze dell'incrocio con via Chiesanuova, si realizzerà un semaforo di attraversamento per i ciclopedoni, in quanto la pista proseguirà, da quel punto, sul lato opposto di via Dosso del Corso.

La pista sarà provvista di illuminazione pubblica con luci a led, di idonea segnaletica verticale, ad ogni interruzione ed intersezione, e di specifica cartellonistica. Inoltre, sarà ridisegnata ed integrata la segnaletica orizzontale interessando sia le aree oggetto d'intervento andando a ridefinire le larghezze delle corsie e le banchine da entrambi i lati.

Il progetto prevede anche le opere di completamento della pista ciclopedonale (secondo tratto) dall'incrocio di via Chiesanuova fino alla rotatoria posta all'incrocio con via Segna-viale Italia, per una lunghezza di circa 400 metri. È prevista anche la realizzazione di un attraversamento protetto in corrispondenza della rotatoria fino all'inizio dello stesso viale Italia.

Anche in questo tratto la pista ciclopedonale avrà una pavimentazione in conglomerato bituminoso levigato di 15 centimetri di spessore, con una larghezza netta pari a 2,50 metri alla stessa quota del piano stradale esistente. In questo tratto, il tracciato è separato dalle corsie stradali da una doppia cordonatura in calcestruzzo.


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information