1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Domeinca, 23 Gennaio 4:29:am

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Mantovano il primo trapianto liquido e non chirurgico in ambito oculistico

Castiglione GhinelliprimarioOculisticaMANTOVA, 10 ago. - Il dottor Emiliano Ghinelli, responsabile del reparto di Oculistica degli ospedali civili di Castiglione delle Stiviere (San Pellegrino) e Volta Mantovana ha ottenuto dal Ministero della Salute il via libera per il primo trapianto liquido e non chirurgico in campo oculistico.

Si tratta di un risultato importantissimo che porterà benefici ai pazienti affetti da patologie agli occhi ma che, come spiega il dottor Ghinelli in un'intervista rilasciata al Corriere - potrebbe, in linea di principio, "gettare le basi per una potenziale cura di malattie come il Parkinson e l'Alzheimer".

La tecnica ottimizzata dal dottor Ghinelli è frutto di 15 anni di studi, ricerche e lavoro svolte in prima persona dal medico 42enne che è anche direttore dell'Ilmo, l'Istituto Laser di Microchirurgia Oculare di Brescia.

"Siamo solo all'inizio - spiega al Corriere Ghinelli - e da oggi possiamo iniziare a sperimentare l'applicabilità di questa tecnica anche ad altre patologie, come le malattie della pelle o dello stomaco".

Da un punto di vista scientifico, la tecnica messa a punto dal dottor Ghinelli - che ha esperienze di studio e lavoro anche in Gran Bretagna e negli Stati Uniti al Mit di Boston e all'Harvard Medical School e può vantare una lunghissima serie di pubblicazioni scientifiche - rientra nel campo biomedico piuttosto che farmacologico e si basa sul principio che il corpo umano è in grado di autoripararsi se si trovano meccanismi che lo stimolino a farlo.

Al centro della ricerca di Ginelli la produzione di unità elementari di membrana amniotica: "Non facciamo altro - spiega ancora il medico - che ridurre in piccolissimi pezzetti la membrana amniotica la quale contiene grandissime quantità di cellule staminali, così da poterla somministrare in maniera topica senza chirurgia e senza nemmeno entrare in sala operatoria".

In sostanza, la soluzone è un collirio ricco di cellule staminali che a contatto con l'occhio rilasciano un mix di sostanze antiffiamatorie, nutritive e neuririgenerative capaci di fermare immediatamente e riparare ulcere corneali e neurotrofiche, patologie autoimmuni e i rigetti post trapianto di cornea.

Insomma, una tecnica di cura rivoluzionaria che presto potrbbe andare a beneficio anche di altri malati, oltre a quelli che soffrono di problemi agli occhi.

(e.s.)


Ultimi Articoli

23 Gen, 2022

Covid, in provincia di Mantova 1541 casi. In Lombardia oltre 31mila contagi e 82 decessi

MANTOVA 23 gen. - Sono 1541 i nuovi casi di coronavirus…
23 Gen, 2022

Decreto ristori, altri 100 milioni al turismo. Ministro Garavaglia: 'Il bicchiere è mezzo pieno'

MILANO, 23 gen. – "Il governo ha riconosciuto la fase di…
23 Gen, 2022

Pandemia, Brusaferro: 'Assistiamo a inizio stabilizzazione curva contagi'

ROMA, 23 gen. – Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto…
22 Gen, 2022

Tragedia in Trentino, escursionista di Asola scivola e perde la vita in montagna

BONDO (TN), 22 gen. - Tragedia quest'oggi su un sentiero di…
22 Gen, 2022

La Ministra Elena Bonetti in visita al Centro per le Famiglie ‘INSIEME’ di Valletta Valsecchi

MANTOVA, 22 gen. – Il Centro per le Famiglie "INSIEME" di viale…
22 Gen, 2022

Non solo servizio di prestito e consultazione libri ma Spazio Culturale, Marmirolo punta e investe sulla sua Biblioteca

MARMIROLO, 22 gen. – Proseguono i lavori di ammodernamento e…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltà per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information