Pandemia, Crisanti: 'Rimango senza parole che si parli di sci con 600 morti al giorno. Non è un paese normale'

  • Stampa

Vacanza Montagna4ROMA, 01 dic. – Per Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di microbiologia dell'Università di Padova, "il problema non è l'impianto da sci, se sanifico le cabine o i sedili delle seggiovie, il problema è l'assembramento che si crea prima e dopo".

"Il problema sono la socialità che c'è, gli alberghi pieni" ha dett Crisanti a Buongiorno, su Sky TG24.

Sul fatto che si rischi che si vada a sciare all'estero, Crisanti ha aggiunto che "bisognerebbe raggiungere un accordo europeo, servirebbe la responsabilità di altri Paesi, Svizzera, Austria, Francia, peraltro ancora toccati pesantemente.

"Rimango senza parole che si parli di sci con 600 morti al giorno. Andare a sciare per divertirsi sapendo che questo causerà un aumento dei contagi e dei morti? Penso che questo non sia un Paese normale".

(askanews)


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information