Ucraina, Papa Francesco: 'Il mondo è assetato di pace, prego per il popolo ucraino'

  • Stampa

PapaBergoglio7CITTA' DEL VATICANO, 12 set. – "Continuiamo a pregare per il popolo ucraino perché il Signore gli doni conforto e speranza" ha detto ieri Papa Francesco alla recita dell'Angelus.

"Dopodomani partirò per un viaggio di tre giorni in Kazakistan, dove prenderò parte al congresso dei capi delle religioni mondiali e tradizionali. Sarà l'.occasione per dialogare da fratelli, animati dal comune desiderio di pace. Pace ci cui il nostro mondo è assetato" ha detto.

All'inizio dell'Angelus il Papa aveva detto "fratelli e sorelle, così è Dio: non è 'tranquillo' se ci allontaniamo da Lui, è addolorato, freme nell'intimo; e si mette in movimento per venirci a cercare, finché ci riporta tra le sue braccia".

"Il Signore non calcola le perdite e i rischi, ha un cuore di padre e di madre, e soffre per la mancanza dei figli amati – ha detto – sì, Dio soffre per la nostra distanza e, quando ci smarriamo, attende il nostro ritorno. Ricordiamoci: sempre Dio ci aspetta a braccia aperte, qualunque sia la situazione della vita in cui ci siamo perduti".

(askanews)


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information