1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Martedi, 23 Aprile 7:54:am

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Dopo successo di Chagall, il Palazzo della Ragione si prepara per la mostra di Georges Braque

Mantova MostraChagall Braque AnnuncioMANTOVA, 10 feb. - In cinque mesi, la mostra "Marc Chagall come nella pittura, così nella poesia" ha richiamato 75mila visitatori, con una media giornaliera di 566 ingressi e punte di 1.700 nel fine settimana.

Numeri che certificano il successo dell'esposizione curata da Gabriella Di Milia, in collaborazione con la Galleria Statale Tret'jakov di Mosca, promossa dal Comune di Mantova e organizzata e prodotta con la casa editrice Electa.

Una chiara conferma dell'interesse suscitato dalla mostra, viene anche dalla risposta dei mantovani, circa 1500 in più oltre al numero dei visitatori registrati, che hanno approfittato dell'apertura straordinaria gratuita a loro riservata l'ultimo giorno, domenica 3 febbraio.

quadri Braque DeuxIrisBleus.jpg"Sono dati significativi che ci confermano la validità della proposta di una mostra concepita esclusivamente per Mantova che, oltre al rilievo assoluto delle opere esposte, ha aperto il Palazzo della Ragione a una visione rinnovata della sua prestigiosa struttura architettonica e dei suoi affreschi". Lo ha affermato Giovanni Pasetti, consigliere comunale delegato alla cultura, nel corso della conferenza stampa di chiusura della mostra di Chagall, ieri mattina in Sala Consigliare del Comune.

Di un risultato andato addirittura oltre la previsioni ha parlato il sindaco Mattia Palazzi sottolineando le ripercussioni positive prodotte dall'evento sul tessuto economico della città e il fatto che la scelta strategica di "costruire" mostre che si relazionano con la città con specifiche iniziative collaterali ha il grande pregio di favorire legami storici, artistici e identitari col patrimonio artistico di Mantova, di ridare centralità al Palazzo della Ragione.

E' stato un successo anche dal punto di vista economico. Infatti il costo complessivo della mostra si aggira attorno ad 1.060.000 euro mentre le entrate, sino ad ora registrate in attesa di alcune voci da contabilizzare, si attestano già a 1.036.000 euro così ripartiti: 676.000 euro Biglietteria, 197.000 i ricavi del book shop, 13.000 euro derivano dalle serate organizzate, 150.000 euro sono il corrispettivo del Comune di Mantova, dove il Comune ha stanziato 70.000 euro e i rimanenti consistono nei contributi della Camera di Commercio di Mantova di 50.000 euro e della Fondazione Banca Agricola Mantovana di 30.000 euro. Restano da verificare i proventi derivati dalla Card Lombardia e dalle Audioguide.

Roberto Cassetta, responsabile delle mostre per Electa, la casa editrice che si era accollato la gran parte (90%) del rischio d'impresa, ha illustrato anche i dati relativi al numero di visite guidate, 1150 circa di cui il 44% sono stati gruppi e il 56% scuole, e il numero delle audioguide vendute, quasi 13.000. Positivo anche il livello di gradimento della proposta editoriale e di merchandising del bookshop di mostra: 1 visitatore su 4 ha effettuato un acquisto, con uno scontrino medio pari a 13 euro, scegliendo tra i gadget dedicati ai dipinti di Chagall, il catalogo dell'esposizione (oltre 1800 copie vendute) o altri volumi tra quelli della ricca selezione offerta a corredo.

La conferenza è stata anche l'occasione per annunciare la mostra "Braque vis-à-vis", che sarà allestita a Palazzo della Ragione dal 22 marzo al 14 luglio 2019, dedicata al rapporto tra arti figurative, letteratura, musica e poesia e al particolare interesse che, nell'opera di Georges Braque, assumono le arti applicate. Il progetto espositivo, presentato dallo storico dell'arte Michele Dantini, consiste di 150 opere e privilegia il periodo tra le due guerre e il secondo dopoguerra; si avvale di un nutrito corpus di opere grafiche, insieme a libri d'artisti e ceramiche, provenienti dal Kunstmuseum Pablo Picasso Münster e indaga l'influenza, spesso trascurata, che Braque ha esercitato sull'arte francese degli anni Sessanta e Settanta.

Il percorso sarà arricchito da gouaches di proprietà del Musée des Beaux-Arts di Belfort, dalla Cité international de la tapisserie di Aubusson e da alcuni olii provenienti da istituzioni europee, tra cui la Fondation Marguerite et Aimé Maeght a Saint-Paul-de-Vence e il Museo del Novecento di Milano. Vi saranno inoltre confronti tra opere di Braque e alcune di Matisse, Picasso e Duchamp che completeranno il percorso espositivo.

Powered by Bullraider.com


NaturaSì Mantova1 Dedicated
Segni2019 DedicatedB
APAM1 Dedicated
CinemasalediMantova1
RubricaOnline1

Staff - Agenzia per il lavoro

Pubblicita1

Ultimi Articoli

23 Apr, 2019

Pegognaga, incendio alla San Marco mangimi: danni per oltre 100mila euro

PEGOGNAGA, 23 apr. - Un incendio si è sviluppato nella notte tra…
23 Apr, 2019

Tragico week end pasquale per due escursionisti mantovani

MANTOVA, 23 apr. - Week end di Pasqua tragico per due mantovani…
23 Apr, 2019

Satira: Gara a tempo

23 Apr, 2019

Politica, Zingaretti: 'Salvini sta distruggendo l'Italia'

ROMA, 23 apr. – "Salvini sta distruggendo l'Italia", così il…
22 Apr, 2019

Economia, cresce l'export su base annua

ROMA, 22 apr. – In base agli ultimi dati pubblicati dall'Istat,…

Partner

Ocm Musicalmente2
IlNotturno1

CineCity Mantova

Sport media

Calcio Mantova1911 1
Calcio MantovaFC MantovaBiancorossa1
Basket Sting1
CalcioA5 Mantova1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information