1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Lunedi, 18 Novembre 1:46:am

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Città del Sole Mantova

Nosferatu, una versione 'illuminata' e geniale di Bob Theatre. Ultimi intensi giorni di Segni

Mantova Segni NosferatuMANTOVA, 02 nov. - Può una storia nota come quella di Dracula, della Transilvania, dei Vampiri, di Nosferatu essere raccontata in modo diverso? Certo che può. A dimostrarlo il Nosferatu della Compagnia francese Bob Theatre che ha portato in scena in prima nazionale al Festival Segni New Generations Festival una versione "illuminata" della storia nello Spazio Studio Sant'Orsola di via Bonomi.

E illuminata non l'abbiamo utilizzato a caso, come potrà ben intuire chi o spettacolo l'ha visto. Sul fondo buio del palco i due attori introducono la vicenda. Sono inquietanti quanto basta Denis Athimon e Julienne Mellano, ma in realtà non fanno mai davvero paura. Sono loro a raccontare la storia di Hutter e del Conte Orlock e del viaggio in Transilvania del primo per conto di notaio per il quale deve concludere una vendita proprio nei Carpazi fra fantasmi e vampiri.

E qui arriva il tocco geniale, l'idea, ci ripetiamo, illuminante di utilizzare lampadine ed elettrodomestici per raccontare questa storia. Così Hutter è una lampadina, come sua moglie Ellen, mentre il conte Orlock è un incastro di lampadine e prese elettriche magistralmente combinate. Il viaggio di 4 settimane di Hutter da Viborg fino al castello in Transilvania del Conte Orlock scorre sul palco nelle fibre di un telo che ne racconta i momenti più importanti e delinea anche il cambio del paesaggio (bellissima l'idea dela foresta che si materializza con lo scorrere del telo).

Ma lo spettacolo è ricco di trovate geniali, come quella de frigorifero datato che diventa la bara del conte, o come il racconto del viaggio in nave dei vampiri verso Viborg per andare a infestare il reso dell'Europa, dove un gioco di lenti-oblò, lampadine e abilità dei due attori rende il tutto molto emozionante. L'intensità dell'illuminazione delle lampadine-personaggio determina il cambiamento degl stati d'animo e l'uso delle luci, anche fuori campo, è il vero asse portante di tutto lo spettacolo che si regge sulla bravura dei due attori protagonisti e sull'abilità degli stessi di manipolare gli oggetti di scena. (e.s.)

Il sabato del Festival prende il via con tanti spettacoli per famiglie e bambini a partire dai 2 anni. È una giornata che vede in scena strani personaggi in avventure bizzarre: si inizia con Dede che nel tentativo di fare ordine, ne L'opera nell'armadio (2 – 5 anni) dei francesi Cie Une Autre Carmen, fa scoprire ai più piccoli come riordinare la propria cameretta può diventare un divertente gioco musicale, tra sinfonie di Mozart e strani suoni. Lo spettacolo va in scena con disponibilità di posti alle 10:00 presso Palazzo Ducale, Atrio degli Arcieri.

Si può anche tornare nella pancia della mamma ad immaginare il mondo da lì con i due protagonisti di C'era 2 volte 1 cuore di Tib Teatro (3 – 5 anni) presso la Sala Oberdan alle 11:00 e alle 16:00. Con Taro il pescatore del Teatro del Piccione – tutto esaurito – s'impara la bellezza della calma e l'arte dell'attesa mentre in Non ho l'età di Riserva Canini – al completo sabato, ma con disponibilità di posti sulle repliche di domenica 3 - si prova a dare una definizione per immagini dello scorrere del tempo a partire dalle impressioni dei bambini, catturate nel corso di un percorso fatto dalla compagnia e che ha portato alla creazione dello spettacolo. Da non perdere oggi, alle 11:00 e alle16:30, Patchwork - un mosaico di storie: un viaggio affascinante, dove protagonisti sono un antropologo e una sarta, che s'incontrano per motivi di lavoro in un luogo di passaggio: un aeroporto. Ogni dettaglio del loro bagaglio racconta qualcosa, alcuni oggetti li accomunano, altri li sorprendono e iniziano così a raccontare viaggi e avventure di famiglia. L'incontro presto si trasforma in un gioco teatrale dove adulti e bambini sono coinvolti nella riflessione su due domande che da sempre ci accompagnano: chi siamo e da dove veniamo.

Posti disponibili anche per L'omino della pioggia (Teatro Ariston, ore 15:30, adatto dai 3 e per tutti) dello Studio Ta-Daa! che trascina gli spettatori in un mondo popolato da bolle di sapone, leggero e rotondo, ispirato alle atmosfere circensi e del varietà così come per Luigi racconta... (ore 15:30 e 21:00) che ogni giorno, come i veri narratori, ha una storia diversa con cui divertire ed emozionare. Un'occasione per condividere con tutta la famiglia il tempo all'ascolto di fiabe, leggende e storie popolari, nella bellissima scenografia del teatro settecentesco del Bibiena. In programma nella giornata di sabato anche Vu dei francesi Cie Sacékripa: uno spettacolo di puro divertimento in cui il protagonista cerca di farsi una tazza di tè, tentando tra mille acrobazie, di far arrivare la zolletta di zucchero nella tazza. Vu ha registrato il tutto esaurito e unica possibilità per vederlo è la replica di domenica alle 17:00 con ancora qualche posto disponibile.

Tante anche le attività e le performance gratuite nelle piazze e che in caso di maltempo sono confermato con cambio di location tra Loggia del Grano e Palazzo dei Bambini (Palazzo Broletto, Piazza Broletto, 5). Dalle Sfide creative di Incastro per realizzare costruzione incredibili all'Inventario degli animali di Alkémica per scoprire tante curiosità legate alle varie specie animali; da A scuola di Radio con Radio Bruno a Suonolandia della Nuova Scuola di Musica per avvicinarsi al mondo della musica e della radio. Esibizioni musicali accendono le piazze con Fuochi di Musica e Acrobazie in Musica mentre Piazza Mantegna e Piazza Sordello ospitano spettacoli divertenti e sorprendenti come Equinauti, un progetto artistico di teatro contemporaneo con saltimbanchi, attori, musicisti, carrozze e creature che evocano il cavallo, animale simbolo del Festival.

Si consiglia di consultare il sito e la pagina facebook di Segni d'infanzia per aggiornamenti in tempo reale sugli eventi e di recarsi nel punto informativo, nonché biglietteria centrale del Festival, in Piazza Broletto, 5, presso Palazzo dei Bambini.

Powered by Bullraider.com


NaturaSì Mantova1 Dedicated
APAM1 Dedicated
CinemasalediMantova1
RubricaOnline1

Staff - Agenzia per il lavoro

Pubblicita1

Ultimi Articoli

18 Nov, 2019

Basket A2, la Pompea trionfa a San Severo e infila la terza vittoria consecutiva

SAN SEVERO (FG), 18 nov. - Terza vittoria consecutiva per la…
18 Nov, 2019

Turismo, le 10 destinazioni emergenti da scoprire nel 2020

MILANO, 18 nov. – Per il 2020, circa il 70% dei viaggiatori a…
18 Nov, 2019

Diabete in crescita al sud e fra gli anziani: 5 milioni i malati

ROMA, 18 nov. – In basi agli ultimi dati presentati nell'ultima…
18 Nov, 2019

Migranti, Zingaretti: 'Ci batteremo per lo ius soli'. Linea M5s sconcertata

BOLOGNA, 18 nov. – Alla convention del Pd Nicola Zingaretti ha…
17 Nov, 2019

Calcio serie D, finisce 3 a 3 fra Mantova e Fiorenzuola

MANTOVA, 17 nov. - Pareggio scoppiettante con ben sei reti…
17 Nov, 2019

Libia, Haftar: 'Le forze governative stanno crollando a Tripoli'

TRIPOLI, 17 nov. – L'esercito libico che fa capo al governo…

Partner

Ocm Musicalmente2
IlNotturno1

CineCity Mantova

Sport media

CalcioA5 Mantova1
Calcio Mantova1911 1
Basket Sting1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information