1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Sabato, 19 Settembre 8:26:am

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Wole Soyinka: 'Le migrazioni? Vanno affrontate come le epidemie'

Mantova Festivaletteratura SoyinkaWole1MANTOVA, 06 set. - "E' necessario affrontare il problema della migrazione come si affrontano le epidemie. Non bastano interventi sporadici di solidaietà. Non si risolve così un problema di portata mondiale. Serve un piano globale, strutturato, è necessario che chi governa i paesi interessati da questi flussi, in uscita e in entrata, trovi soluzioni efficaci e in fretta".

Il pensiero del Premio Nobel nigeriano Wole Soyinka, ieri intervistato dalla stampa prima dell'incontro di stamattina al Bibiena, sul tema delle migrazioni è chiaro.

Si tratta di un'emergenza, che non può essere più procrastinata. Considerato uno dei massimi esponenti della letteratura africana contemporanea, imprigionato in Nigeria negl anni Sessanta per il suo impegno politico e civile, Soyinka a Mantova arriva con il suo nuovo libro Ode laica per Chibok e Leah (Jaca Book).

L'occasione è ghiotta per spaziare in temi tipici della produzione letteraria e teatrale del Premio Nobel per la Letteratura. E le migrazioni sono un tema attuale e controverso che quanto mai interessa il continente africano. Lo spunto dei porti chiusi di salviniana memoria serve a Soyinka per chiarire alcuni aspetti al riguardo: "Credo - ha detto con la sua solita pacata chiarezza - che l'incapacità di vedere che esistono esseri umani più sfortunati di noi sia diventata ideologica. Questa cecità umana porta a giustificare gesti disumani nel nome della sicurezza, della conservazione della razza, della non invasione, ma dà manforte anche a considerazioni economiche come quelle che i migranti sarebbero un problema per il benessere di un paese. Ecco, voglio dire che la maggior parte dei paesi che si sentono minacciati dalle migrazioni è responsabile di queste. Perché nel passato ha creato queste condizioni e il rifiuto di riconoscere queste responsabilità storiche è uno dei problemi maggiori all'interno di un tema epocale como quello delle migrazioni".

Ma, secondo Soyinka, bisogna anche considerare che per l'Africa questo continuo e progressivo spopolamento del continente è un problema anche perchè si assiste a una inarrestabile fuga di cervelli e risorse e racconta una fatto realmente accaduto nel suo paese la Nigeria, quando ill governo mandò in gro per il mondo una task force a verificare se si potessero creare le condizioni per riportare in patria le risorse umane fuggite. La task force rimase in giro per il mondo un mese e quando tornò in patria la conclusone fu che la Nigeria non era al centro di una fuga di cervelli, ma semplicemente era stata una nazione generosa che aveva aiutato gli altri paesi fornendo loro le migliori risorse umane locali. "Una storia imbarazzante - l'ha definita il Nobel - ma vera".

L'attenzione, poi, si è spostata su alri temi come la religione, l'oppressione e la necessità di ribellarsi: "Io sono un grande difensore delle tradizioni, come sapete - ha detto - ma quando queste contemplano atteggiamenti che portano a oppressione e discriminazione, soprattutto basata sul sesso, allora non le difendo più. La religione non puà giustificare discriminazioni, imposizioni, oppressioni, prevaricazioni. In questo senso credo nel potere dell'educazione e della scuola come ultimo baluardo per difendersi da imposizioni insensate e discriminatorie. L'ignoranza fa accettare condizioni disumane e assurde".

Emanuele Salvato

----

Scaricate, consultate e stampate gratuitamente Speciale Festivaletteratura firmato L'Altra Mantova. La versione cartacea sarà reperibile nei principali punti di interesse del Festivaletteratura.

FarmaciaBeduschi3 Top
Powered by Bullraider.com


Ultime dal Festival

14 Set, 2020

La burocrazia è un iperoggetto che vagheggia su di noi. La storia dell’apparato pubblico raccontata da De Masi

MANTOVA, 14 set. – I giudizi sulla burocrazia italiana sono, da…
14 Set, 2020

Sparwasser e il gol che scosse l'Ovest

MANTOVA, 14 set. - Mondiale di calcio del 1974, Germania…
13 Set, 2020

Le ragioni storiche e culturali dell'antifascismo spiegate da Carlo Greppi

MANTOVA, 13 set. - È il docente mantovano ed esperto di cultura…
13 Set, 2020

Di migranti e terre promesse, Riva e Agus ne parlano al Festival

MANTOVA, 13 set. - Scrittori a confronto: Gigi Riva e Milena…
13 Set, 2020

Patrizio Roversi con Boscardin e Raffaelli: 'Il cibo è una ricchezza, storica, culturale ed etica'

MANTOVA, 13 set. - Coratella, trippa, lingua, lampredotto:…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltà per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

CineCity Mantova

Partner

OficinaOcm1 Dedicated
IlNotturno1 Dedicated

Sport media

CalcioA5 Mantova1
Calcio Mantova1911 1
Basket Sting1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information