1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Giovedi, 24 Settembre 12:44:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Deaver sul terreno di Netflix per recuperare i lettori: 'Linguaggio semplice, emozioni forti, dialoghi brevi: così possiamo recuperare i lettori distratti'

Mantova Festivaletteratura Deaver IntervistaMANTOVA, 05 set. - I best seller sono il suo pane quotidiano e il thriller è il genere che l'ha fatto diventare uno degli scrittori più prolifici e di maggior successo. Con Il collezionista di ossa (2002), grazie anche alla trasposizione cinematografica, ha raggiunto la consacrazione definitiva nell'Olimpo degli autori "da brividi".

Lui è Jeffery Deaver che ieri sera (5 settembre) in piazza Castello ha incontrato il pubblico del Festivaletteratura insieme a Carlo Lucarelli, altro grande esperto di paura e poco prima ha affrontato la stampa.

Il suo ultimo libro s'intitola Il gioco del mai (Rizzoli) ed è ambientato nella Silicon Valley, uno dei simboli della tecnologia americana e mondiale. Proprio mentre ne racconta la struttura esce qualcosa di interessante, perché Deaver ammette, in un certo senso, di essersi ispirato alle serie televisive che vanno tanto di moda oggi in canali come Netflix, Sky o Prime Video di Amazon e dalle quali è difficilissimo staccarsi, tanto che c'è anche chi se ne vede un'intera stagione in una sola serata. Molto lunga.

Mantova Festivaletteratura DeaverJeffery-LucarelliCarlo2"Un libro, con tutto il rispetto per altre forme d'arte - ha detto Deaver - è unico perché crea un rapporto speciale fra autore e lettore. Leggere un libro, per me, è un'esperienza emotiva estremamente coinvolgente, la più coinvolgente fra tutte le forme artistiche, ma, oggi, negli Usa i potenziali lettori sono distratti dalle serie tv che li rapiscono letteralmente. Ho cercato di capire come mai accada ciò, ne ho studiato la struttura e ho provato a replicarla in questo libro caratterizzato da sentimenti forti espressi nei dialoghi molto brevi ed efficaci, linguaggio semplice e frasi brevi con capitoli altrettanto brevi. Ho creato un libro che si può leggere tutto d'un fiato e dal quale, spero sia difficile staccarsi".

Deaver ha anche spiegato come nascono i suoi libri, carichi di suspence e colpi di scena: "In realtà tutto funziona grazie a una formula che applico e utilizzo sempre - ha spiegato - e , in sostanza, consiste nel pianificare dettagliatamente il lavoro. In sé, la fase di scrittura vera e proprio è la parte più facile. Il gioco del mai, ad esempio, ho impiegato un anno a scriverlo e 8 mesi mi sono serviti per pianificarlo. La sola struttura del libro è di 100 pagine. Poi altri mesi mi sono serviti per documentarmi su quel che scrivevo, quinid Silicon Valley, videogames ecc... Una volta fatto ciò scriverlo è stato semplice".

E per Deaver, grade appassonato di Beethoven, scrivere un libro è paragonabile a comporre una sinfonia o un'opera: "Nei miei romanzi - ha deto - ho bisogno di momenti vivaci, veloci, ma anche di periodi lenti mischiati con colpi di scena, suspence, risvolti inaspettati. Tutti questi elementi fanno sì che la storia funzioni. Anche le sinfonie hanno momenti lenti e altri veloci, non possono essere montone, non funzionerebbero".

Mantova Festivaletteratura DeaverJeffery-LucarelliCarlo1Silicon Valley e videogames, come detto, fanno da sfondo all'ultimo romanzo. Uno sfondo celto da Deaver con oculatezza: "Mi interessava molto capire come funziona il mondo della Silicon Valley. Un mond ricco di contraddizioni, dove persone ultra milionarie convivono con moltissime altre appena al di sopra della soglia di povertà. Una disparità enorme che può essere per buona parte spiegata dalle leggi di mercato". A proposito del nuovo personaggio del suo libro, Colter shaw, lo scrittore statunitense ha spiegato che "un personaggio nuovo per funzionare deve aere caratteristiche reali. Colter Shaw è un cattivo, ma animato da buone intenzioni e piace alle mie lettrici che mi hanno anche chiesto se ho una sua foto".

Emanuele Salvato

----

Scaricate, consultate e stampate gratuitamente Speciale Festivaletteratura firmato L'Altra Mantova. La versione cartacea sarà reperibile nei principali punti di interesse del Festivaletteratura.

FarmaciaBeduschi3 Top
Powered by Bullraider.com


Ultime dal Festival

14 Set, 2020

La burocrazia è un iperoggetto che vagheggia su di noi. La storia dell’apparato pubblico raccontata da De Masi

MANTOVA, 14 set. – I giudizi sulla burocrazia italiana sono, da…
14 Set, 2020

Sparwasser e il gol che scosse l'Ovest

MANTOVA, 14 set. - Mondiale di calcio del 1974, Germania…
13 Set, 2020

Le ragioni storiche e culturali dell'antifascismo spiegate da Carlo Greppi

MANTOVA, 13 set. - È il docente mantovano ed esperto di cultura…
13 Set, 2020

Di migranti e terre promesse, Riva e Agus ne parlano al Festival

MANTOVA, 13 set. - Scrittori a confronto: Gigi Riva e Milena…
13 Set, 2020

Patrizio Roversi con Boscardin e Raffaelli: 'Il cibo è una ricchezza, storica, culturale ed etica'

MANTOVA, 13 set. - Coratella, trippa, lingua, lampredotto:…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltà per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

CineCity Mantova

Partner

OficinaOcm1 Dedicated
IlNotturno1 Dedicated

Sport media

CalcioA5 Mantova1
Calcio Mantova1911 1
Basket Sting1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information