1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Giovedi, 20 Giugno 5:57:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Festa d'Estate

Foer e i colossi del web: 'Servono regole per limitarne l'enorme potere. Necessario creare uno spazio di disconnessione per tornare a essere umani. I libri di carta ci permettono ciò'

Mantova Festivaletteratura FoerMANTOVA, 09 sett. - In un mondo dominato da Internet, e in particolare da alcuni colossi che si stanno spartendo il web, l'essere umano rischia di essere travolto. "C'è bisogno di uno spazio di disconnessione per seprarsi dalle macchine, liberarsi dalla schiavitù delle notifiche e dall'impulso all'acquisto compulsivo facilitato dalle nuove tecnologie. Questo spazio può essere rappresentato dai libri, quelli di carta, che ci consentono ancora di sentirci esseri umani". A dirlo il giornalista Franklin Foer, fratello dello scrittore Jonathan Safran Foer, ed autore del saggio Notable Book del "New York Times", una puntuale e accanita requisitoria contro i giganti della Silicon Valley (Facebook, Amazon, Google e Apple), aziende che rappresentano un'immensa concentrazione di potere e che sono ormai in grado di plasmare (e uniformare) valori e disvalori degli individui su scala mondiale.

Una frase di chiusura dell'incontro tenutosi sabato nella basilica di Santa Barbara, quella di Foer, che ha strappato molti applausi ai presenti.

Applausi scattati spontaneamente, dopo aver riposto in tasca o nello zaino il telefonino. Sì, perché inutile nasconderlo, i quattro colossi della Silicon Valley esaminati da Foer sono fortemetne presenti nella vita di ognuno di noi e ci condizionano, spesso senza che ce ne accorgiamo nemmeno più. Poi andiamo ad ascoltare un giornalista che ci racconto l'ovvio e, improvvisamente gli occhi si aprono e l'applauso scatta spontaneo. Ma appena fuori dall'incontro, tutti a faccia rivolta verso lo schermo dello smartphone. Compreso chi scrive.

L'analisi di Foer è lucida e coinvolge anche la crisi del giornalismo, alla quale hanno contribuito Google e Facebook, che oggi controllano il 70% del mercato pubblicitario strappato ai gruppi editoriali tradizionali: "Il giornalismo - ha detto Foer - si è arreso a Facebook e Google capaci di divorarsi il sistema economico che reggeva l'editoria. Oggi anche chi produce contenuti liberi non regge più il confronto con questi colossi, che sono in grado, grazie alla raccolta dati degli utenti, di targettizzare, dal punto di vista commerciale, prodotti in maniera sempre più raffinata e precisa".

Se Facebook e Google stanno uccidendo il giornalismo, Amazon  sta distruggendo la cultura: "L'utente - ha detto ancora il giornalista - acquista dove può risparmiare e Amazon è la piattaforma dove si spende meno. E ciò è vero anche per i libri. Ma se qualcuno ci guadagna vendendo a prezzi stracciati, Amazon, qualcun altro ci deve perdere. E a perderci è chi produce cultura, lo scrittore nel caso dei libri. Ormai gli scrittori percepiscono compensi che variano fra la soglia di povertà e l'accettabile".

Amazon con i suoi prezzi estremamente competitvi e con il suo incoraggiare l'autoproduzione, a discapito delle case editrici, sta plasmando il mercato on modo molto pericoloso: "Amazon - ha detto Foer - sta concentrando sempre più potere su di sé, assorbendo tutto: appena vede un settore redditizio lo acquisisce. Così sta distruggendo la cultura, facendole terra bruciata attorno".

Ma esiste un modo per limitare il potere di questi colossi del web? Secondo Foer esiste: "L'unica via per arginare il potere di Google, Amazon e Facebook - ha detto - è quello di mettere dei paletti alle loro crescite ed evitare oligopoli e monopoli. Ma negli ultimi 30 anni gli Stati Uniti, da sempre caratterrizzati da una lunga tradizione antimonopolista, sembrano essersi arresi lasciando crescere il loro potere. E' ora di scrivere delle regole e porre limiti ai colossi del web".

 

Emanuele Salvato

----

Scaricate, consultate e stampate gratuitamente Speciale Festivaletteratura firmato L'Altra Mantova. La versione cartacea sarà reperibile nei principali punti di interesse del Festivaletteratura.

FarmaciaBeduschi3 Top

 

 

 

Powered by Bullraider.com


Festivaletteratura ScaricaProgramma1b
Festivaletteratura Depliant2018
PolisportivaBorgoVirgilio FestaDEstate2019 Dedicated
NaturaSì Mantova1 Dedicated
Segni2019 DedicatedB
APAM1 Dedicated
CinemasalediMantova1
RubricaOnline1

Staff - Agenzia per il lavoro

Pubblicita1

Ultime dal Festival

11 Set, 2018

Festivaletteratura, ancora un'edizione boom per L'Altra Mantova

MANTOVA, 11 set. - Nei cinque giorni del Festivaletteratura, dal…
11 Set, 2018

Sondaggio: Antonio Manzini l'autore più atteso del Festivaletteratura 2018

MANTOVA, 11 set. - Si è concluso il nostro tradizionale…
09 Set, 2018

Zerocalcare, la destra e le periferie

MANTOVA, 09 set. - Affrontare il tema della deriva che parte dai…
09 Set, 2018

Evento ENI, Galimberti: 'La tecnica è l'essenza della scienza, che non è pura'

MANTOVA, 9 set. - Parterre tutto esaurito a Piazza Castello per…
09 Set, 2018

Fana e le riforme del lavoro che hanno impoverito i lavoratori

MANTOVA, 09 set. - In un mondo che da decenni viene raccontato…

Partner

Ocm Musicalmente2
IlNotturno1

Conservatorio di Musica Lucio Campiani

Sport media

Calcio Mantova1911 1
Calcio MantovaFC MantovaBiancorossa1
Basket Sting1
CalcioA5 Mantova1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information