1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Venerdi, 22 Marzo 10:09:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Calcio, serie A: Juve salda al comando, Napoli frena e l'Inter si avvicina

partita campionato Inter-FrosinoneLa tredicesima giornata di Serie A si apre con la sfida tra i padroni di casa dell'Udinese (per la prima volta guidati da Nicola in panchina) e la Roma di Eusebio di Francesco.

Per riassumere la partita, andata in scena alle 15.00 alla Dacia Arena, si potrebbe utilizzare un proverbio leggermente riadattato: La Lupa perde il pelo ma non il vizio; i giallorossi capitolini infatti, ancora una volta, non riescono a dare seguito al convincente successo ottenuto nella partita precedente, lasciando 3 punti pesanti sul campo di una convincente Udinese.

A firmare la vittoria è ancora una volta Rodrigo De Paul, vero simbolo e leader della compagine friulana, che mette la palla alle spalle di Mirante con un delicatissimo pallonetto. La Roma, spenta e nervosa, mantiene alti livelli di possesso accerchiando gli avversari ma non colpisce mai in modo concreto la difesa bianconera. Il match termina 1-0 con umori e sensazioni contrastanti per le due squadre: se l'Udinese rialza la testa fiduciosa per il futuro, la Roma affanna faticosamente e naviga nella preoccupazione sia per le condizioni di Pellegrini, uscito malconcio dalla sfida, sia perché Martedì arriva il Real Madrid di Solari che, seppur ridimensionato, resta un avversario decisamente ostico.

Il turno di campionato prosegue con l'anticipo delle 18.00 all'Allianz Stadium di Torino tra la Juventus e la Spal. La squadra di Allegri si impone per 2 reti a 0 sulla squadra di Semplici che, seppur organizzata e attenta, si mostra troppo timorosa. In scioltezza e con semplicità quindi, risparmiando le energie sapientemente, la Juventus doma la Spal con una rete per tempo degli stessi protagonisti del precedente successo contro il Milan: Mandzukic e Ronaldo. Il croato, per la prima volta capitano, supera la cifra di gol segnati nello scorso anno con un semplice tap-in dopo il tiro di un ritrovato Douglas Costa mentre il portoghese, con un piattone di controbalzo su assist di Pjanic, segna il suo decimo gol in sedici partite diventando il più veloce attaccante nella storia bianconera a raggiungere la doppia cifra. Con questa vittoria la Juventus raggiunge quota 37 punti totali in classifica avvicinandosi fiduciosa al match di Champions League contro il Valencia.

Il sabato di campionato si chiude con la sfida tra l'Inter, chiamata al riscatto dopo la brutta sconfitta di Bergamo e il Frosinone che arriva a San Siro ingorgoglita dai quattro risultati utili consecutivi e dal desiderio di fare l'impresa. Se i frusinati scendono in campo con i titolarissimi non è altrettanto per la squadra di Spalletti che, costellata di riserve, pensa già alla decisiva sfida di Champions league contro il Tottenham; e saranno proprio i rincalzi ad essere protagonisti del netto 3-0 sui ciociari. Ad aprire le danze è un probabile futuro titolare di questa Inter, Keita Baldè che col sinistro mette alle spalle di Sportiello. A Raddoppiare nella ripresa è la naturale riserva di Icardi, Lautàro Martinez che segna di testa su assist sempre dello scatenato Keita. Come il primo ballerino della Scala di Milano, in questo caso del Calcio, che apre e chiude lo spettacolo così il numero 11 neroazzurro chiude la partita, dopo averla aperta, con il gol del 3-0. Vittoria convincente e importante per l'Inter che ritrova i 3 punti e un innesto di fiducia per la trasferta di Wembley.

Il turno di campionato domenicale si apre con il derby emiliano tra Parma e Sassuolo, autentiche rivelazioni di questo campionato. Match dal sapore europeo per le due squadre che vedono la zona Europa League come un obiettivo a portata di mano, dopo i convincenti successi delle precedenti giornate. Succede tutto nel primo tempo. Al 6' Gervinho porta in vantaggio i ducali con un facile tap-in dopo respinta di Consigli. Al 25', ecco il raddoppio del Parma con la deviazione da zero metri di Bruno Alves dopo la traversa di Magnani. Al 36' Babacar, dopo essersi procurato un rigore lo trasforma riaccendendo le speranze dei neroverdi. Nella ripresa il Sassuolo cerca invano il pareggio sempre con Babacar e Domenico Berardi ma il Parma regge bene agli urti della squadra di De Zerbi. La partita termina quindi sul risultato di 2-1 per i gialloblù di D'Aversa che scavalcano in classifica proprio il Sassuolo.

Si conclude una partita e ne iniziano subito altre tre: il Napoli ospita in casa un ChievoVerona che accoglie il ritorno sulla panchina di Mimmo Di Carlo, Il Bologna affronta la Fiorentina in un'importante derby dell'Appenino mentre l'Empoli di Iachini attende al varco l'atalanta di Gasperini.

Al San Paolo va in scena il match tra la seconda forza del campionato e il fanalino di coda di questa Serie A; la partita tuttavia è tutt'altro che scontata, soprattutto per i partenopei che storicamente contro i veronesi hanno sempre fatto fatica. Ed è così anche in questo match: un Napoli opaco infatti sbatte sui pali della porta di Sorrentino terminando a reti bianche una partita importante per l'inseguimento alla capolista Juventus e per allungare sull'Inter. La squadra di Ancelotti deve ora ritrovare la fiducia in vista del match di Champions contro la Stella Rossa, fondamentale per una possibile qualificazione agli ottavi della competizione.

Un altro 0-0 va in scena allo Stadio Dall'Ara tra Bologna e Fiorentina. Partita noiosa e deludente: le azioni da gol sono poche e nessuna delle due squadre riesce ad incidere sul match. Il Bologna di Inzaghi, fin qui spento e poco convincente porta a casa un buon punto per la salvezza mentre la viola è sempre più infettata dal virus della pareggite acuta a cui né Pioli né Simeone, a digiuno di gol dal 16 settembre, riescono a trovare una cura.

Le emozioni mancate nei match di Napoli e Bologna sembrerebbe averle monopolizzate la sfida tra Empoli e Atalanta: al Castellani infatti la partita termina per 3-2 per i padroni di casa che trovano il secondo successo consecutivo. Ad andare in vantaggio è l'Atalanta che grazie alle reti di Freuler e Hateboer sembrava in controllo del match: Gli orobici tuttavia non avevano calcolato il fattore La Gumina: il tarantolato attaccante dell'Empoli accorcia le distanze a fine primo tempo e propizia l'autorete del pareggio. Sulle ali dell'entusiasmo, in pieno recupero, l'incornata di Silvestre ribalta un match che sembrava già scritto. Buon successo in ottica salvezza per la squadra di Iachini mentre una brutta battuta d'arresto per l'obiettivo Europa della squadra di Gasperini.

La partita probabilmente più importante del tredicesimo turno va in scena all'olimpico tra la Lazio e un Milan martoriato dagli infortuni. Match importante per la lotta al quarto posto valevole per la Champions League: le due squadre infatti sono separate da un solo punto e un eventuale successo di una delle due squadre sarebbe importante per delineare gli esiti di questa corsa europea. Primo tempo carico di emozioni: la Lazio attacca con costanza ma le fiammate del Milan sono improvvise e pericolose come il palo interno colpito da Calhanoglu dopo grande riflesso di Strakosha. Le emozioni sono tuttavia concentrate nel finale di gara: dopo le grandi parate di Strakosha e Donnarumma su Borini e Wallace, va in vantaggio il Milan con destro di Kessie deviato da Wallace. L'assedio laziale produce numerosi calci d'angolo ma poche concrete occasioni da gol sino all'invenzione di Correa in pieno recupero che con un destro di controbalzo infila la palla nell'angolino della porta di Donnarumma. Pareggio amaro per il Milan che aveva assaporato il successo sui biancocelesti meritevoli tuttavia del punto conquistato che, negli scacchieri della classifica, lascia tutto come prima.

Un altro 1-1 va in scena nell'attesissimo e ultimo match della tredicesima giornata di campionato: il derby di Marassi tra Genoa e Sampdoria. Un punto per uno che, tuttavia, non fa bene a nessuno: Juric infatti non riesce a trovare la vittoria dopo il suo ritorno sulla panchina rossoblù mentre Giampaolo non assapora i tre punti dal 7 ottobre scorso. Primo tempo dai ritmi subito altissimi con la Sampdoria che trova il vantaggio già all'8' con il quinto gol in campionato di Fabio Quagliarella. La reazione dei rossoblù tuttavia non si fa attendere e trova reltà con il ritorno al gol di Piatek su rigore che spiazza audero per l'1-1. Ritmi bassi invece in avvio di ripresa dove l'unica ghiotta occasione è quella di Kouamè al 61'. Derby dunque che finisce in pareggio lasciando il rammarico ad entrambe le squadre per non aver ottenuto una vittoria che sarebbe stata importante sia in termini di classifica che in termini di fiducia per l'ambiente.

PROMOSSI E BOCCIATI. Tra i promossi del turno sicuramente La gumina e Keità autori entrambi di due gol e di prestazioni convincenti e determinanti per il successo delle loro squadre. Tra i bocciati Schick, altalenante e mai in partita e Simeone opaco e svogliato.

Pietro Andrigo

Powered by Bullraider.com


NaturaSì Mantova1 Dedicated
Segni2019 DedicatedB
APAM1 Dedicated
CinemasalediMantova1
RubricaOnline1

Staff - Agenzia per il lavoro

Pubblicita1

Ultimi Articoli

22 Mar, 2019

Pieve di Coriano, cittadini preoccupati per il futuro dell'ospedale

PIEVE DI CORIANO, 22 mar. - Un centinaio i presenti alla serata…
22 Mar, 2019

Giornata Mondiale dell’Acqua: la grande festa (VIDEO) di FIUMI DI PRIMAVERA sul Lungolago Gonzaga

MANTOVA, 22 mar. - Lungolago Gonzaga in festa per la 19esima…
22 Mar, 2019

Accusati di voler rifare il partito fascista: tutti prosciolti

MANTOVA, 22 mar. - Tutti prosciolti perché il fatto non sussiste…
22 Mar, 2019

Lavoratori somministrati in disoccupazione, ecco i contributi previsti

MANTOVA, 22 mar. - Anche i lavoratori 'somministrati', quelli…
22 Mar, 2019

Tav, Macron: "Non ho tempo da perdere. E' un problema italo-italiano"

BRUXELLES, 22 mar. – In merito alla questione della Tav, il…

CineCity Mantova

Sport media

Calcio Mantova1911 1
Calcio MantovaFC MantovaBiancorossa1
Basket Sting1
CalcioA5 Mantova1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information