1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Domeinca, 26 Gennaio 7:07:am

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Business to Internet

Basket A2, sconfitta che brucia per la Pompea contro Ravenna: la decide Thomas sulla sirena

partita campionato Stings-RavennaMANTOVA, 09 dic. - Perdere contro la prima in classifica ci sta, ma perdere in questo modo ci sta meno e fa tanta rabbia.

Questo uno dei concetti maggiormente espressi ieri sera dal pubblico all'uscita dalla Grana Padano Arena dopo che Thomas sul 74 a 72 per la Pompea e un secondo da giocare è riuscito a mettere una bomba da tre che ha fatto esplodere di gioia lo spicchio giallorosso riservato ai tifosi di Ravenna e cadere nello sconforto i supporter biancorossi.

Perché gli Stings hanno condotto per tutto il match e hanno letteralmente mandato alle ortiche una vittoria già in tasca per un'ingenuità, una cattiva costruzione di gioco a 5 secondi dalla fine. Raspino subisce fallo e va ai liberi sul 74 a 72, farli entrambi potrebbe voler dire mettere quasi la partita in ghiaccio. Ma il Raspino di stasera non è certo un cecchino e, continuando la pessima striscia dai liberi iniziata a Caserta, li ha sbagliati tutti e due mettendo a referto un pessimo 1/8. Ma c'è di peggio, perché sul secondo libero che il giocatore, per ordini di scuderia, sbaglia scientemente per prendere rimbalzo e possesso, non prende nemmeno il ferro dando modo a coach Cancellieri di chiamare time out e ripartire in zona d'attacco con un secondo da giocare. Marino trova Thomas che sulla sirena mette una clamorosa bomba da tre che regala la vittoria e conferma la vetta per Ravenna. Incredibile.

Seconda sconfitta consecutiva, dopo la pessima prestazione di Caserta, per la Pompea che domenica dovrà fare visita a Verona per una sfida tutt'altro che facile.

Come si diceva Mantova ha condotto il match per tutti i 40 minuti meno l'ultimo secondo e ha giocato una buona pallacanestro contro Ravenna, prima in classifica non a caso. In una serta, poi, dove la rottura di un canestro ha allungato il match, possiamo dire che si è visto proprio di tutto. Anche quello che magari i tifosi di Mantova non volevano vedere, ossia il buzze beather di Thomas sulla sirena finale.

Ma questa è la pallacanestro. In conferenza stampa coach Finelli ha rimarcato la necessità di "un equilibrio emotivo per analizzare in maniera lucida una sconfitta con la partita in pugno. Ma questa è la pallacanestro: una palla che entra e una che esce determina tutto. Abbiamo commesso ingenuità ai liber per tutta la gara tirando con il 50% e abbiamo sbagliato gli ultimi due. Alla fine abbiamo sbagliato senza prendere il ferro, può succedere. Oggi ci tocca commentare una sconfitta con questi episodi".

LA GARA

Mantova inizia bene la gara con Ghersetti e Clarke che mettono due bombe. Funziona anche la difesa degi Stings che contengono Thoma e Potts- COn il quintetto giovane in campo gli Stings vanno sul +12 grazie anche alla mano calda di un ritrovato Visconti.

Nel secondo quarto Ravenna difende in modo molto più aggressivo e rientra in partita spegnendo l'attacco della Pompea e appoggiandosi sule bombe di Treier. Lawson e Clarke, però, no ci stanno e riportano Mantova sul +9. La tripla di Marino in chiusura manda le squadre al riposo lungo sul 39-33.

Nel terzo quarto homa porta subito l'Orasì a -4, ma la Pompea non ci sta e riallunga. Si va al riposo sul 55 a 52 con Ravenna che si rifà sotto grazie anche alla bomba di Jurkatammsul finale di frazione.

Nell'ultimo periodo Mantova riallunga ma poi arriva l'episodio del canestro rotto che ferma gioco e ritmo per un quarto d'ora. Alla ripresa la Pompea riesce ad allungare anche sul + 11 (71-60 con 4' da giocare). I romagnoli però non perdono mai la testa e ci mettono poco a ribaltare il match. Ravenna con Potts e Thomas rimonta fino al - 2. Poi succede l'episodio già raccontato in apertura dei liberi di Raspino sbagliati e della bomba di Thomas sulla sirena con Mantova che cade nello sconforto.

TABELLINO 

Pompea Mantova – OraSì Ravenna 74-75 (28-16, 11-17, 16-19, 19-23)

Pompea Mantova: Rotnei Clarke 18 (4/7, 2/6), Riccardo Visconti 16 (0/0, 4/7), Mario jose Ghersetti 11 (2/4, 2/5), Tommaso Raspino 9 (4/7, 0/1), Kenny Lawson jr. 9 (4/7, 0/3), Lorenzo Maspero 5 (1/1, 1/2), Matteo Ferrara 4 (2/2, 0/1), Alvise Sarto 2 (0/1, 0/0), Giovanni Poggi 0 (0/1, 0/0), Alessandro Vigori 0 (0/1, 0/0), Andrea Colussa 0 (0/0, 0/0), Andrea Epifani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 25 – Rimbalzi: 36 10 + 26 (Kenny Lawson jr. 10) – Assist: 14 (Tommaso Raspino, Lorenzo Maspero 4)

OraSì Ravenna: Charles Thomas 24 (9/11, 1/2), Kaspar Treier 12 (1/4, 3/4), Tommaso Marino 10 (0/4, 2/4), Giddy Potts 8 (0/4, 2/6), Marco Venuto 7 (1/2, 1/4), Mikk Jurkatamm 7 (1/1, 1/3), Luigi Sergio 3 (0/0, 1/3), Alberto Chiumenti 2 (1/4, 0/0), Fadilou Seck 2 (1/1, 0/0), Elia Bravi 0 (0/0, 0/0), Simone Farina 0 (0/0, 0/0), Matteo Zanetti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 22 – Rimbalzi: 29 5 + 24 (Charles Thomas 8) – Assist: 17 (Tommaso Marino 8)

LE PAGELLE DEL RAGIONIERE

3 Sarto S.V. Poco più di 5 minuti, troppo poco per giudicarlo.
6 Poggi S.V. Qualche secondo in più di Sarto ma anche per lui è difficile dargli un voto.
8 Raspino 3 Già è difficile trovare un giocatore di serie A che fa 1/8 ai liberi ma almeno prendere il ferro... insieme alle 7 perse si può dire che l'ha persa lui.
9 Visconti 8 Un rientro in gran spolvero, il 57% da 3 e 1,33 di OER, ci sarà bisogno di lui e a questi livelli. MVP
10 Ferrara 7 Sempre minuti di grande agonismo, bene in difesa, ai rimbalzi e anche un bel taglio back-door.
11 Vigori S.V. Anche per lui vale il discorso fatto per Poggi e Sarto.
12 Ghersetti 6,5 Quest'anno solo in 4 occasioni ha fatto meglio, c'è bisogno di qualcosa in più da lui per restare nella parte alta della classifica.
13 Maspero 7 Piano piano sta prendendo coraggio, finalmente 4 assist, le capacità le ha deve solo credere di più in se stesso.
15 Clarke 7,5 Anche oggi è il top scorer biancorosso nonostante avesse le polveri bagnate da dietro l'arco.
25 Lawson Jr. 6,5 Dopo la stratosferica partita con Udine lo marcano in modo assillante, raddoppiato sotto e marcato da dietro l'arco, secondo per valutazione.
Coach Finelli 7 Condurre tutta la partita in vantaggio con la capolista è un merito, anche la soluzione del secondo quintetto, tanto criticata, oggi è stata più che mai efficace (abbiamo allungato) avremmo vinto con qualche libero in più realizzato o se avessimo preso il ferro nell'ultimo libero.

LA CLASSIFICA

Orasì Ravenna18, Tezenis Verona 16, Unieuro Forlì 16, Pompea Mantova 14, UCC Assigeco Piacenza 14, Feli Pharma Ferrara14, Sporting Club Juvecaserta 12, Apu Old Wild West Udine12Urania Milano12, La Naturelle Imola10Allianz San Severo 8, Sapori Veri Roseto8, XL Extralight Montegranaro 8, Agribertocchi Orzinuovi 4

StaffSpa AgenziaPerIlLavoro3 Inside

 


 

 

Powered by Bullraider.com


OCM UnaPoltronaPerDue1 Dedicated
NaturaSì Mantova1 Dedicated
APAM1 Dedicated
CinemasalediMantova1
RubricaOnline1

Tea Energia Srl

Pubblicita1

Ultimi Articoli

26 Gen, 2020

Richard Jewell

Diretto da Clint Eastwood e basato su fatti realmente accaduti,…
26 Gen, 2020

Coronavirus, sospesi viaggi di gruppo in Cina. Xi Jinping: 'Situazione grave ma vinceremo la battaglia'

PECHINO, 26 gen. – Il presidente cinese Xi Jinping ha dichiarato…
26 Gen, 2020

Impeachment Trump, l'accusa: 'Pensa di essere re, ma è abuso di potere'

WASHINGTON, 26 gen. – Per il presidente della commissione…
25 Gen, 2020

Castiglione, minore trovato a giocare alle slot: sospesa licenza per dieci giorni alla sala giochi

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE, 25 gen. - Il titolare aveva…

Conservatorio di Musica Lucio Campiani

Sport media

CalcioA5 Mantova1
Calcio Mantova1911 1
Basket Sting1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information