1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Lunedi, 22 Aprile 4:48:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Vaccini: dal mondo medico il netto 'No' al rinvio dell'obbligatorietà

Vaccino5ROMA, 13 set. – E' un deciso "NO" quello che arriva dal mondo medico e scientifico all'ipotesi di rinviare l'obbligo di vaccinazione per accedere alle scuole.

Lo hanno ribadito la settimana scorsa i rappresentanti di Fnomceo, Sip, Iss, e Associazione presidi e dirigenti scolastici in audizione davanti alle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera, in vista dell'esame del Milleproroghe.

Nette le conclusioni dell'audizione della Fnomceo-Federazione degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri che giudica "non giustificabile dal nostro punto di vista medico il rinvio dell'obbligo di presentare la certificazione dell'avvenuta vaccinazione per l'iscrizione all'anno scolastico 2018/2019", sottolineando come dilazionare di un anno l'applicazione del divieto a entrare a scuola non vaccinati, di fatto vanificherebbe l'introduzione dell'obbligo.

Un allarme, quello della Fnomceo, che si focalizza soprattutto sul morbillo: "sono stati 14451 i casi segnalati in Europa nel 2017, che hanno causato 30 decessi. Erano stati 4643 nel 2016. In questa classifica ben poco gloriosa, l'Italia è al secondo posto, con 5004 segnalazioni. Né va meglio nel 2018: in Italia, dal 1° gennaio al 30 giugno, sono stati 2029 i casi segnalati. Di questi, il 91,3% si è verificato in soggetti non vaccinati, il 5,4% in chi era stato sottoposto solo alla prima dose". Duro l'intervento di Alberto Villani, responsabile dell'Unità di Pediatria al Bambino Gesù di Roma e presidente della Società Italiana di Pediatria-Sip che giudica "inaccettabile e indegno che nel 2018 bambini in Italia muoiano di morbillo, pertosse o varicella, malattie che si possono debellare con un vaccino". "Politiche vaccinali serie sono fondamentali", ha aggiunto.

E se Gianni Rezza, dirigente dell'Istituto Superiore di Sanità,giudica "avventata e sconveniente" l'eventuale sospensione dell'obbligo vaccinale, perchè "la legge sta dando i suoi frutti", è netta la posizione dell'Associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola. Per il presidente Antonello Giannelli i bimbi non vaccinati non vanno ammessi a scuola, pena "creare un grave vulnus alla salute dei bambini". "Non è possibile assegnare classi particolari agli oltre 10mila bambini immunodepressi o che non possono vaccinarsi per varie ragioni. E' una forma di segregazione dei più deboli – ha denunciato – ed è una proposta irrealizzabile: la scuola non è un reparto d'ospedale".

(askanews)

Powered by Bullraider.com


NaturaSì Mantova1 Dedicated
Segni2019 DedicatedB
APAM1 Dedicated
CinemasalediMantova1
RubricaOnline1

Staff - Agenzia per il lavoro

Pubblicita1

Ultimi Articoli

22 Apr, 2019

Economia, cresce l'export su base annua

ROMA, 22 apr. – In base agli ultimi dati pubblicati dall'Istat,…
22 Apr, 2019

'Stragi del sabato sera': la Polizia Stradale controlla 54 veicoli. Ritirata 1 patente per guida in stato di ebbrezza

MANTOVA, 22 apr. - Per contrastare il grave fenomeno della guida…
22 Apr, 2019

Viaggi, presentata in Italia la nuova guida Condé Nast

MILANO, 22 apr. – Nello storico Hotel Brunelleschi di Firenze,…
22 Apr, 2019

Obesità, in Italia la metà degli adulti è sovrappeso

ROMA, 22 apr. – In base ai dati preoccupanti del rapporto di…
22 Apr, 2019

Politica, Conte: 'Il Governo vivrà'. Salvini: 'Ad ottobre si vota'

ROMA, 22 apr. – Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha…

Partner

Ocm Musicalmente2
IlNotturno1

Conservatorio di Musica Lucio Campiani

Sport media

Calcio Mantova1911 1
Calcio MantovaFC MantovaBiancorossa1
Basket Sting1
CalcioA5 Mantova1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information