Coronavirus, ministro Costa: 'Correlazione con inquinamento da approfondire'

  • Stampa

CostaSergio2ROMA, 17 giu. - Per il ministro dell'ambiente Sergio Costa "la possibile correlazione tra inquinamento atmosferico e diffusione della pandemia da Covid è un aspetto da approfondire".

"La propagazione improvvisa e rapida della pandemia ha innescato globalmente un'attività di ricerca nel campo della prevenzione e terapeutico; si stanno moltiplicando gli sforzi per comprendere anche i fattori sociali e ambientali che possono contribuire a spiegare le modalità di contagio e la gravità" ha detto Costa in audizione alla Commissione Ambiente della Camera.

"La possibile interazione tra inquinamento atmosferico e Covid è suggerita dal fatto che l'inquinamento atmosferico aumenta in particolare il rischio di patologie respiratorie e infezioni acute delle basse vie respiratorie nei soggetti vulnerabili".

"La principale ragione alla base dell'ipotesi è che l'incremento delle polveri sottili possa rendere il sistema respiratorio più suscettibile all'infezione e le sue complicanze. I risultati degli studi sono potenzialmente rilevanti, ma siamo ancora nella potenzialità. Siamo nella cosiddetta fase 'no paper´, cioè è stata verificata una probabile correlazione significativa dal punto di vista scientifico, ma non ha ancora dato origine a una definizione dello studio. Quindi siamo in attesa che lo studio si completi" ha concluso il ministro.

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information