Ora legale: meno consumi elettrici e un aiuto all'ambiente

  • Stampa

Ora Legale5ROMA, 6 apr. – Nei prossimi sette mesi l'ora legale farà ridurre i consumi elettrici e aiuterà considerevolmente l'ambiente.

Per Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, "ci sarà un minore consumo di energia pari a circa 510 milioni di kilowattora, quantitativo corrispondente al fabbisogno medio annuo di circa 200mila famiglie".

Considerando che un kilowattora "costa in media al cliente domestico tipo circa 20 centesimi di euro al lordo delle imposte, la stima del risparmio economico per il sistema relativo al minore consumo elettrico nel periodo di ora legale per il 2019 è pari a circa 100 milioni". E dal punto di vista ambientale, ci saranno "minori emissioni di anidride carbonica in atmosfera pari a 250mila tonnellate".

Nel periodo primavera-estate, "i mesi che segnano il maggiore risparmio energetico sono aprile e ottobre, che complessivamente con circa 350 milioni di kilowattora rappresentano i due terzi del risparmio totale. Spostando in avanti le lancette di un'ora si ritarda l'uso della luce artificiale in un momento in cui le attività lavorative sono ancora in pieno svolgimento". Nei mesi estivi, da giugno ad agosto, "l'effetto ritardo nell'accensione delle lampadine si colloca nelle ore serali, quando le attività lavorative sono perlopiù terminate, e fa registrare risultati meno evidenti in termini di risparmio di elettricità".

(askanews)

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information