1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Venerdi, 25 Maggio 10:45:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Energia, Enea sviluppa nuovo forno hi-tech per macchine a fusione

Italia ENEA FornoHiTech1ROMA, 14 mag. – L'Enea ha sviluppato e realizzato un forno da vuoto ad alta temperatura che offrirà le competenze tecnologiche necessarie alla realizzazione di alcuni componenti della DTT (Divertor Tokamak Test facility), la nuova macchina per la ricerca sulla fusione che verrà costruita presso il Centro Ricerche di Frascati.

Si tratta di un cilindro metallico delle dimensioni di una caldaia – spiega l'Agenzia nella sua newsletter settimanale ENEAinform@ – che servirà a studiare le proprietà dei CPS (Capillary-Pore System), spugne imbevute di metallo liquido che verranno utilizzate nel divertore come materiale direttamente esposto al plasma.

La superficie del metallo liquido, intrinsecamente, non è soggetta a danneggiamenti all'interno del tokamak e in questo modo rappresenta una possibile soluzione al problema del deterioramento dei materiali solidi, allungando il ciclo di vita di un componente fondamentale per il futuro reattore come il divertore.

Presso i laboratori del Centro Enea di Frascati, queste speciali spugne di tungsteno verranno immerse all'interno del forno, in un bagno di stagno liquido a 1200 gradi centigradi con l'obiettivo di studiare l'assorbimento dello stagno da parte della spugna ed investigare i fenomeni corrosivi legati all'impiego di questo metallo. Sinora l'unico tokamak che ha sperimentato lo stagno come metallo liquido si trova proprio nel centro dell'Enea di Frascati ed è FTU (Frascati Tokamak Upgrade). Le spugne in questo caso sono state sviluppate in collaborazione con un centro di ricerca russo.

"Pur continuando la collaborazione, il nuovo forno di Frascati ci porterĂ  ad acquisire il know-how per la fabbricazione dei CPS e a sviluppare soluzioni innovative da installare sulla futura macchina DTT", commenta Giuseppe Mazzitelli, capo della divisione Tecnologie Fusione Nucleare dell'Enea.

Questo studio, finanziato da EUROfusion, ha coinvolto personale tecnico tra cui Luigi Verdini, Mario Mezzacappa, Valerio Cerri, Stefano Rueca e Marco Vellucci, che si sono occupati dell'installazione del forno, insieme al dottorando dell'UniversitĂ  di Padova, il 26enne Matteo Iafrati, che da quattro anni porta avanti il suo progetto di ricerca nel Centro di Frascati.

(askanews)

Powered by Bullraider.com
RadioBase1
CinemasalediMantova1
RubricaOnline1

Tea Energia Srl

Rubriche

Confcommercio CommerciocheImpresa1b
IlRovesciodelDiritto1c
VistidaNord1

Ultimi Articoli

25 Mag, 2018

22 nuovi bus (12 a metano) per l’Apam. Flotta più green e ridotta l’anzianità dei mezzi

MANTOVA, 25 mag. – Con una suggestiva parata di mezzi fiammanti,…
25 Mag, 2018

Canapa, una pianta lombarda su due è made in Mantova. Coldiretti Mantova: sì a vendita ornamentale

MANTOVA, 25 mag. - Un fenomeno marcatamente di nicchia, ma che…
25 Mag, 2018

Inceneritore Cartiera, il Tar boccia i ricorsi. Via libera a Pro Gest

MANTOVA, 25 mag. - Una vera e propria mazzata sui comitati…
25 Mag, 2018

Around the Club, gli appuntamenti dance di questo week end

Appuntamento settimanale con la rubrica dedicata agli eventi nei…
25 Mag, 2018

Alitalia, con Governo Lega-M5S torna l'ipotesi integrazione con Fs

ROMA, 25 mag. – Con il Governo nato della coalizione tra Lega e…
25 Mag, 2018

Cultura, svago e valorizzazione del territorio per il fine settimana mantovano. Ecco gli eventi e spettacoli in programma

MANTOVA, 25 mag. – Ci sono ancora gli appuntamenti all'aria…

Partner

Ocm Musicalmente2
IlNotturno1

Conservatorio di Musica Lucio Campiani

Goparc

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information