Sustinente, lavoratori in nero e sottopagati in un tomaificio: denunciato il titolare

  • Stampa

Sustinente Carabinieri ManodoperaClandestina-13GennaioSUSTINENTE, 13 gen. - Due lavoratori in nero su sei complessivamente presenti nel tomaificio di Sustinente dove hanno fatto irruzione i carabinieri.

Tutti i lavoratori sono risultati avere retribuzioni "palesemente difformi dai contratti collettivi, orari delle prestazioni in violazione della normativa e condizioni di lavoro degradanti".

L'intervento dei militari ha reso necessario anche richiedere l'intervento del personale dell'Ats Valpadana per cristallizzare le gravi carenze igienico samitarie e di sicurezza dei lavoratori. Dopo il sopralluogo l'intera struttura è stata sottoposta a sequestro. Il titolare del tomaificio, un cittadino cinese di 42 anni residente a Prato, dovrà rispondere di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro.

L'intervento è stato eseguito dalla task force costituta dalla Prefettura di Mantova per prevenire il fenomeno dello sfruttamento della manodopera clandestina. Task force composta dai carabinieri del Comando Provinciale dei Carabinieri e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Mantova nonché da personale Inail e Inps.

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information