Dalla Giunta Palazzi: nuove agevolazioni per gli asili nido; concessione gratuita di locali all’Accademia Virgiliana; approvato il piano di verifiche dei nuclei familiari beneficiari del reddito di cittadinanza

  • Stampa

Mantova Comune DallaGiuntaMANTOVA, 22 lug. - L'esonero dalle tariffe dei servizi trasporti, pre e dopo scuola degli asili nido comunali anche per il mese di luglio è stato deciso dalla Giunta Palazzi in conseguenza dei decreti nazionali che hanno disposto la sospensione di questi servizi e delle attività didattiche in presenza nelle scuole fino al 31 luglio 2020.

Un'analoga misura era stata deliberata dalla Giunta a partire dal mese di marzo scorso per l'emergenza Covid che aveva comportato la chiusura delle scuole per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica.

"Il Comune di Mantova - ha dichiarato l'assessore alla Pubblica Istruzione Marianna Pavesi -, continua nella sua azione a sostegno delle famiglie dei più piccoli, per cercare di facilitare la gestione famigliare, anche economica, in questa fase di ripresa".

Nella stessa seduta odierna, la Giunta ha anche approvato un accordo per l'acquisto di posti in convenzione, con compartecipazione della spesa, negli asili nido privati che hanno sede nel Comune di Mantova. La convenzione prevede di mettere a disposizione 22 posti con condizioni economiche agevolate per l'anno educativo 2020-2021.

I posti saranno riservati innanzitutto alle famiglie che occupano già un posto in continuità con l'anno educativo 2019-2020; poi alle famiglie rimaste in lista d'attesa negli asili nidi comunali e, infine, saranno offerti alle famiglie iscritte negli asili nido privati. Le famiglie dovranno essere residenti nel territorio del Comune dei Mantova e dovranno farne richiesta di adesione ai posti in convenzione secondo le procedure previste. 

La Giunta ha deliberato anche di concedere in uso perpetuo e gratuito all'Accademia Nazionale Virgiliana di Scienze, Lettere e Arti i locali posti al secondo piano del Palazzo Accademico in via Accademia.

"L'Amministrazione comunale ha accolto la richiesta dell'Accademia Virgiliana – ha detto il vicesindaco di Mantova Giovanni Buvoli – per avere in concessione i locali del secondo piano, lato via Ardigò, del Palazzo Accademico al fine di accogliere donazioni librarie e procedere all'esposizione, anche a tema, del patrimonio dell'Accademia quali stampe, disegni e oggetti vari. Inoltre attualmente tali spazi risultano liberi ed inutilizzati dato che sono stati occupati fino al 2013 dal Conservatorio di musica Campiani". 

Nella delibera si pone a carico dell'Accademia Virgiliana, anche tramite un eventuale contributo economico del Comune, la realizzazione, nel rispetto della normativa vigente, degli interventi di ristrutturazione edilizia ed impiantistica dei locali finalizzati al loro futuro utilizzo. Interventi che naturalmente dovranno essere preventivamente autorizzati dall'Ente. L'utilizzo dei locali da parte dell'Accademia sarà subordinato all'esecuzione di interventi di ristrutturazione ed in particolare dell'adeguamento normativo dell'impianto elettrico. Saranno a carico dell'Amministrazione Comunale le spese di utenza e manutenzione ordinaria e straordinaria relative ai locali oggetto della presente concessione.

Ancora nel corso della riunione di oggi, la Giunta del Comune di Mantova ha approvato il Piano di verifiche sostanziali e controlli anagrafici sulla composizione del nucleo familiare dichiarato a fini Isee dai beneficiari del reddito di cittadinanza residenti nel Comune di Mantova, con appendice relativa al controllo puntuale di singoli casi.

"In sostanza – ha detto l'assessore al Welfare Andrea Caprini –, viste le disposizioni e gli articoli di legge, gli uffici preposti del Comune dovranno verificare i requisiti di residenza e di soggiorno dei beneficiari del reddito e della pensione di cittadinanza, secondo le modalità definite mediante l'Accordo sancito in sede di Conferenza Stato-Città ed Autonomie Locali".

Partirà quindi un programma organico e pianificato di controlli sui percettori del reddito di cittadinanza, come previsto dalle norme e sulla base delle ultime indicazioni ministeriali. Si tratterà sia di verifiche a campione (5%), sia di un controllo puntuale di tutti quei singoli casi che destano fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni fornite, per esempio relativamente a situazioni già conosciute dai servizi. Il controllo riguarderà gli aspetti anagrafici, nonché quelli reddituali e patrimoniali dichiarati in sede di presentazione della dichiarazione Isee, e servirà per verificare se sono state fornite indicazioni non congrue o se sono stati omessi dei dati rilevanti e quindi si è percepito un contributo indebitamente. Se dalla verifica emergeranno incongruità e incoerenze scatterà l'iter amministrativo delle sanzioni previste dalla legge.

"È un passaggio importante e fondamentale, che finalmente diventa operativo – ha sottolineato l'assessore Caprini –. I cittadini devono sapere che l'erogazione di sussidi dalla pubblica amministrazione non è una cosa da prendere alla leggera, i controlli ci sono e ci saranno, che tutti i casi dubbi verranno verificati approfonditamente e tutte le situazioni irregolari verranno sanzionate. È una questione di equità e di giustizia, di rispetto della legge e non c'è spazio per i 'furbetti', perché ogni euro percepito senza averne diritto è un euro sottratto a un altro cittadino che ne aveva davvero bisogno".

L'esito delle verifiche sarà poi comunicato all'Inps per il tramite della piattaforma digitale del reddito di cittadinanza finalizzata al coordinamento dei Comuni (piattaforma GePI). Sono quest'ultimi, infatti, gli enti responsabili, secondo le modalità definite nell'accordo, per i controlli anagrafici, attraverso l'incrocio delle informazioni dichiarate ai fini Isee con quelle disponibili presso gli uffici anagrafici e quelle raccolte dai servizi sociali e ogni altra informazione utile per individuare omissioni nelle dichiarazioni al fine del riconoscimento del reddito di cittadinanza.

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information