‘Educare e apprendere sotto il cielo’: dalle cooperative sociali un progetto innovativo per l’infanzia e l’adolescenza

  • Stampa

Mantova EducareSottoIlCielo PresentazioneMANTOVA, 01 giu. – Dal concetto di distanziamento sociale a quello di vicinanza sicura, partendo dall'esperienza emergenziale che ha messo a dura prova sia le famiglie, costrette a far fronte autonomamente alla sospensione dei servizi educativi, sia i bambini e i ragazzi che sono stati privati della dimensione sociale della scuola.

Così nasce la sfida di ripensare le pratiche educative facendo dell'estate un vero laboratorio a cielo aperto che propone il progetto "Educare e apprendere sotto il cielo" dedicato ai servizi educativi-ludico-sociali per l'infanzia e l'adolescenza.

Frutto del processo promosso dal consorzio Sol.Co. Mantova, dallo staff di Mantva Farm School e dalle cooperative sociali Archè, Agorà, Alce Nero, C.H.V., Fior di Loto, Il Giardino dei Bimbi, Ippogrifo, il progetto mette in campo una proposta innovativa rielaborata in vista dell'apertura dei centri estivi per bambini e giovani, secondo le nuove linee guida ministeriali, che potrà essere adattata alle diverse esigenze dei comuni.

Messi a punto gli ultimi dettagli in accordo con l'Ats, completata la mappatura degli spazi adatti a svolgere le attività, il progetto è pronto a realizzare concretamente la possibilità di un nuovo modo di vivere insieme partendo dalle esigenze autentiche dei bambini e dei ragazzi, mettendo a frutto fondamentali esperienze di approfondimento scientifico.

"La cooperazione sociale – ha sottolineato Manuela Righi, presidente del consorzio Sol.Co. Mantova nel corso della presentazione questa mattina sul lungolago superiore – vuole rimettere al centro, in questo momento di forte criticità, il ruolo dell'educazione, con proposte innovative e di qualità: un impegno per il futuro, che vogliamo giocare insieme alle amministrazioni pubbliche per dare risposte a questi bisogni e supportare da un lato gli enti pubblici, dall'altro le famiglie e le nostre comunità, per conciliare l'impegno lavorativo con il desiderio di offrire occasioni educative significative e sicure ai propri figli.

Vorremmo partire dalla progettazione dell'estate per continuare poi a lavorare insieme sulla progettazione della scuola e di altre agenzie educative. Un primo percorso che può aprire un dialogo proprio con la scuola, per reinventare e ridisegnare insieme nuovi modi di educare e di apprendere".

Punto di partenza dell'iniziativa è stato il percorso di progettazione partecipata, supportato dalla consulenza pedagogica di Cristina Bertazzoni definito dal Manifesto Pedagogico della Mantva Farm School, progetto promosso dalla cooperativa Ippogrifo, che si è avviato all'interno della rete consortile di Sol.Co. Un percorso che ha portato a elaborare un progetto completo e qualificato di proposte di servizi educativi, ludico-sociali specifici per diverse fasce di età: 0/6 anni; 6/11 anni; 11/14 anni.

A seconda dell'età saranno proposte: attività alla scoperta della natura, attività di cucina, laboratori creativi ed artistici, esperienze di manipolazione, attività di potenziamento didattico, esperienze di espressività e di creatività, uscite in bici e passeggiate, attività sportive, laboratori tecnici, attività di orienteering, aiuto compiti, spazio di ascolto.

Tutto nel rispetto di una serie di misure di "Vicinanza Sicura", cioè di attenzioni igienico-sanitarie che saranno osservate in ottemperanza alle normative vigenti e con misure di sicurezza elaborate anche con il supporto della consulente Ilaria Bonelli della società SQA.

Per riappropriarsi della socialità in sicurezza, e nel rispetto di quanto definito dalla linee guida ministeriali (ad esempio con un rapporto numerico operatori-bambini così definito: 3-5 anni, rapporto 1 adulto ogni 5 bambini; 6-11 anni, rapporto di 1 adulto ogni 7 bambini; 11-14 anni, rapporto di 1 adulto ogni 10 adolescenti).

Il progetto muove dall'idea di sperimentare e valorizzare l'outdoor education, nella consapevolezza che l'ambiente naturale ha un forte potenziale di apprendimento per bambini e ragazzi. Sarà privilegiato infatti, dove possibile, l'utilizzo di spazi all'aperto, quali ad esempio: gli ampi giardini delle scuole, le parrocchie, i campi sportivi, i parchi gioco, gli agriturismi, le fattorie didattiche, i parchi naturali, i boschi.

Un progetto di «educazione diffusa» che valorizza i luoghi naturali e della città, li rende vivi, abitabili e adatti a sperimentare giochi, esperienze, attività per educare e apprendere (giochi motori, di conoscenza, giochi cooperativi e di squadra, laboratori creativi, espressivi, di manipolazione, giochi simbolici, spazi di dialogo e di ascolto).

Cosa significa "apprendere sotto il cielo" lo hanno spiegato Alessandra Brunoni, referente progetto Mantva Farm School, e Cristina Bertazzoni, docente universitaria e consulente pedagogica: "Significa recuperare il rapporto con la natura e rendere protagonisti bambini e ragazzi del loro apprendimento "sotto il cielo". Non significa portare «fuori» quello che si fa «dentro», ma riconoscere che l'ambiente naturale e lo spazio esterno sono fondamentali nella vita di ogni essere vivente e rappresentano una dimensione centrale e necessaria della pratica educativa.

Significa valorizzare tutto ciò che offre il parco, il giardino, il boschetto, lo spazio urbano e rendere disponibili percorsi esperienziali in modo che bambini e ragazzi possano attivare, spontaneamente e in autonomia, processi di apprendimento e momenti ludico-espressivi supportati dalla figura dell'educatore. Significa mettere al centro la libertà di esplorazione, la sperimentazione sensoriale e motoria, la creatività e l'espressività. Significa costruire un sapere che parte dai bambini e dai ragazzi, dalle loro emozioni, dai loro interessi e desideri".

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information