Parcheggio Mondadori, sit-in di sostegno del M5S ai due dipendenti di Quick Parking in uscita. Interrogazione di Zolezzi al Ministro del Lavoro

  • Stampa

Mantova QuickParking SitInProtesta-30GiugnoMANTOVA, 30 giu. - Ultimo giorno di lavoro per i due dipendenti della società Quick Parking di Napoli che ha gestito il parcheggio Mondadori, la cui gestione verrà trasferita ad Aster, società in house del Comune di Mantova, partecipata al 100% dall'ente di via Roma.

Il deputato del Movimento Cinque Stelle Alberto Zolezzi ha presentato un'interrogazione parlamentare al ministro del lavoro per sapere quale sarà il destino dei due lavoratori in questo passaggio gestionale e ieri Zolezzi, insieme ad alcuni attivisti del M5S, ha partecipato al presidio in solidarietà dei due dipendenti spiegando ai giornalisti presenti i contenuti dell'interrogazione presentata.

"I due dipendenti attuali - scrive nell'interrogazione Zolezzi - sono entrambi affetti da invalidità; Aster ha concluso un concorso per l'assunzione di due nuovi dipendenti, fra le clausole di partecipazione nel bando del 7 maggio 2019 vi era l'aver svolto la professione di ausiliario del traffico dal 2016, requisito non posseduto dai due attuali dipendenti; al primo posto si è classificata una persona legata agli Arci".

Nell'interrogazione al ministro Zolezzi chiede di chiarire anche la disciplina delle clausole sociali e di protezione nel settore pubblico e privato nel caso di subentri gestionali. Nell'introduzione dell'interrogazione, Zolezzi cita come premessa il decreto legislativo n.50 del 2016, "come novellato dal decreto legislativo 19 aprile 2017 n. 56", si legge " prevede espressamente, all'articolo 50, che le stazioni appaltanti inseriscano, nei bandi e nelle lettere di invito, nel rispetto dei principi dell'Unione Europea, specifiche clausole sociali volte a promuovere la stabilità occupazionale del personale impiegato, prevedendo l'applicazione, da parte dell'aggiudicatario, dei contratti colletivi di settore di cui all'articolo 51 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81".

Il consigliere comunale del M5S, Michele Annaloro, ha consegnato alla stampa la copia di un protocolo d'intesa sottoscritto presso la Prefettura di Mantova "per l'affidamento di lavori e servizi da parte ci committenza privata, sottoscritto da Prefettura, Camera di Commercio, Provincia di Mantova, Consiglio di rappresentanza dei sinda della Provincia di Mantova, Direzione Territoriale del Lvoro, Inps, Inail, Asl, Confidustria, APi, Confcooperative, Legacoop, Cgil, Cisl e Uil. "Nell'articolo 8 del Protocollo - ha detto Annaloro - viene specificato come 'le aziende committenti in occcasione di cambi di affidamento servizi, riconoscono il passaggio di tutti i lavoratori, operanti nel proprio sito, dalla impresa anche Cooperativa uscente a quella entrante, ai sensi della normativa vigente'". "Non contesto la correttezza del bando e le procedure di selezione, ma non vorrei - ha detto Zolezzi - che il problema fosse politico, nel senso che i due dipendenti di Quick Parking sono attivisti del Movimento Cinque Stelle".

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information