Nuova sede per il Centro Antiviolenza di Telefono Rosa. Completata la ristrutturazione nell’edificio di via Indipendenza 2

  • Stampa

Mantova TelefonoRosa InaugurazioneSede1MANTOVA, 28 giu. - Taglio del nastro, oggi pomeriggio, per l'inaugurazione della nuova sede del Centro Antiviolenza di Telefono Rosa che, da via Tassoni, si è trasferito in via Indipendenza 2, nel quartiere di Borgo Pompilio.

Terminati i lavori di ristrutturazione, iniziati nel novembre del 2018 e durati circa 5 mesi, la nuova sede offre ambienti rinnovati e modellati in base alle esigenze e anche idonei rispetto all'offerta dei servizi, notevolmente aumentati in relazione alle domande di aiuto, dell'associazione di Telefono Rosa.

La struttura si colloca negli spazi del primo piano dell'edificio di edilizia sociale di via Indipendenza 2 che già ospita, al piano terra, il Club delle Tre Età. L'investimento complessivo per l'importante intervento è stato di 125mila euro: cifra reperita dal Comune di Mantova vincendo un bando regionale del 2018 che ha garantito il contributo da parte di Regione Lombardia di 112.500 euro, ovvero il 90 per cento dell'intera operazione tramite l'Ats Val Padana.

Mantova TelefonoRosa InaugurazioneSede2La ristrutturazione interna degli ambienti ha comportato la demolizione e ricostruzione di tramezze per la delimitazione di sale colloqui e consulenze (psicologo, avvocato, assistente sociale, mediatore linguistico), sala ascolto per il supporto telefonico, uffici di segreteria e un ufficio direttivo, sala gioco per bimbi/accoglienza, biblioteca, archivio e sala riunioni-convegni.

Sono stati realizzati, inoltre, nuovi servizi igienici e l'intervento ha permesso anche il rifacimento delle finiture interne (pavimenti, serramenti), degli impianti tecnologici (riscaldamento, impianto elettrico, linea dati) e degli intonaci interni e tinteggiatura, la riqualificazione degli impianti idraulici, l'installazione del servoscala per l'abbattimento di barriere architettoniche e la fornitura degli arredi interni.

Il progetto è stato realizzato dall'ufficio tecnico del settore Lavori pubblici del Comune di Mantova. Progettazione e direzione dei lavori a cura di Francesco Rebegoldi. I lavori sono stati eseguiti dall' Impresa Stefano Vaccaro di Agrigento.

L'inaugurazione della nuova sede si è svolta oggi pomeriggio alla presenza degli assessori del Comune di Mantova ai Lavori pubblici Nicola Martinelli e alle Pari opportunità Chiara Sortino, di Doriana Paganini in rappresentanza di Ats Val Padana, della presidente dell'Associazione Telefono Rosa Paola Mari e delle volontarie della Onlus. A conclusione dell'evento è stato presentato il brano realizzato dal musicista mantovano Filippo Lui dal titolo "La Rosa del Settecento", appositamente dedicato a Telefono Rosa e "inno" dell'associazione.

Particolarmente soddisfatto si è detto l'assessore Martinelli sottolineando il fatto che si è recuperata una porzione di immobile comunale in disuso da molti anni, ma anche perché la progettazione è stata partecipata e condivisa con Telefono Rosa, secondo le effettive necessità dell'associazione.

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information