'Fai un'offerta per i tossicodipendenti' ma al rifiuto diventavano aggressivi: una denuncia per violenza privata e 8 fogli di via

  • Stampa

Mantova IpercoopLaFavorita PoliziaMANTOVA, 30 mag. - Dicevano di raccogliere firme e fondi da destinare al recupero dei tossicodipendenti, ma quando venivano "rimbalzati" dalla gente assumevano atteggiamenti aggressivi e uno di loro ha anche strattonato una signora per un braccio impedendole di allontanarsi.

L'intervento della Polizia, avvisata da alcuni cittadini importunati sabato 25 maggio presso il centro commerciale La Favorita di Mantova, ha portato il Questore a emettere 8 fogli di via obbligatori e a denunciare un 30enne per violenza privata.

L'atteggiamento di queste persone era fin da subito insistente e petulante: chiedevano senza sosta alle persone che passavano davanti al loro banchetto allestito nei pressi del centro commerciale La Favorita di Mantova, di acquistare piccoli oggetti come cartoline, bracciali e fotografie "per beneficenza" sostenevamo, strattonando ripetutamente le persone che capitavano nel loro raggio d'azione.

Alcuni cittadini abbordati, però, non hanno lasciato perdere e hanno avvertito la Polizia attraverso il numero Unico di Emergenza 112. Le vittime di queste persone lamentavano che, in caso di rifiuto all'acquisto degli oggetti, i sedicenti membri dell'associazione diventavano ostili e aggressivi arrivando a importunare pesantemente le persone seguendole fino alla loro auto e tentando, in qualche caso, anche di entrare nell'abitacolo per avere quel che volevano, ossia un'offerta.

Quando le Volanti della Polizia sono arrivate sul posto hanno identificato una ventina di persone appartenenti a quest'associazione e indicate dalle persone presenti come coloro che infastidivano insitentemente i passanti. Sono risultati essere tutti residenti fuori dalla provincia di Mantova.

Per uno di loro, C.A. di 32 anni, è scattata anche la denuncia a piede libero per il reato di violenza privata poiché, dopo avere ricevuto un rifiuto da una signora non interessata all'acquisto dei gadget, l'aveva trattenuta per il braccio impedendole di allontanarsi.

Altre 8 persone, tutte con precedenti penali per rapina, truffa aggravata, porto abusivo di armi, sono state colpite da Foglio di Via Obbligatorio del Questore: per tre anni non potranno più ritornare nel Comune di Mantova, pena l'applicazione di più gravi misure personali anche di carattere penale.

"Episodi come questi, posti in atto da organizzazioni criminali che sfruttano come copertura pregiudicati e soggetti emarginati - tiene a sottolineare il Questore Paolo Sartori – rappresentano un elemento di grave turbativa per i cittadini che, in molti casi, si vedono costretti a sottostare a questi fastidiosi, illegali ed assillanti comportamenti pur di sottrarsi a quelle che sono vere e proprie violenze private. Per questi motivi, l'intervento immediato delle Forze dell'Ordine e l'applicazione di Misure di Prevenzione Personale rappresentano l'unico deterrente nei confronti di costoro".

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information