Montagne di carta nella cartiera, Zolezzi mostra le foto inedite: 'Occupano un'area pari a 7 campi da calcio'

  • Stampa

Mantova Cartiera CartaStoccata2MANTOVA, 14 apr. - Le foto diffuse ieri dall'onorevole Alberto Zolezzi, deputato del Movimento Cinque Stelle, lasciano poco spazio alle interpretazioni. Gli scatti, che lo stesso Zolezzi ha definito "inediti" mostrano una distesa enorme di materiale cartaceo stoccato nella cartiera Pro-Gest.

Un colpo d'occhio impressionante, che stride con lo splendido sky-line della città visibile sul fondo della foto inviataci dall'onorevole che, ieri pomeriggio, nella sede cittadina del Movimento, ha tenuto una conferenza stampa proprio per presentare le foto e parlare dell'attuale situazione della cartiera.

Una struttura, la cartiera, al centro di polemiche e, nonostante a oggi siano stati ufficialmente eseguiti solo test di produzione, fonte di preoccupazione per i residenti di Colle Aperto e Cittadella, come dimostrano le nervose assemblee organizzate dal Comune e svoltesi in queste ultime settimane per presentare alla cittadinanza i dati Arpa e la Valutazione di Impatto Sanitario dell'Ats Valpadana. Puzza e rumori lamentano i residenti e la loro richiesta al Comune, che si è attivato in tal senso, è quella di sapere da dove provengano queste 'molestie' olfattive e uditive.

"Il materiale cartaceo o presunto tale - scrive Zolezzi nella sua pagina Facebook - è stoccato su un'area di 70mila mq, pari a 7 campi da calcio. Una parte dell'area non è autorizzata a stoccare questo materiale". Come emerso nei giorni scorsi, infatti, sono 85mila le tonnellate di 'cartaccia' accatastate in cartiera, ossia 35mila in più di quelle autorizzate dall'Aia (autorizzazione Integrata Ambientale) del 2017. Ben 55mila sono stoccate in spazi non a norma, ossia in aree verdi non pavimentate.

La Provincia ha inviato a Pro-Gest una diffida lo scorso 13 marzo nella quale chiedeva di rimuovere il materiale in eccesso. "Ho utilizzato 'Born in the Usa', di Bruce Springsteen - ha detto Zolezzi - per suggerire la provenienza di questo materiale, ma aspetto di essee smentito dall'azienda. L'importazione di questa 'cartaccia', di cui va accertato il livello di impurità, può non comportare un reato. Però, va accertato se quel tipo di materiale viene correttamente gestito, rispetta le norme vigenti e soprattutto se viene esposto in questo modo a qualsiasi tipo di agente atmosferico, rischio incendi compreso".

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information