1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Sabato, 26 Maggio 7:40:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Il sindaco Palazzi interrogato per tre ore in Procura. Confermata l'ipotesi di reato: tentata concussione continuata (VIDEO)

Mantova Palazzi ProcuraMANTOVA, 28 nov. - Il sindaco di Mantova Mattia Palazzi è uscito dalla Procura dopo tre ore di interrogatorio, alle 17,20.

Confermato il capo d'imputazione: tentata concussione continuata per il periodo di un anno, da novembre 2016 a novembre 2017 ai danni della vicepresidente di un'associazione culturale mantovana alla quale il sindaco avrebbe chiesto favori sessuali in cambio di contributi economici a favore dell'associazione stessa.

"Non posso dire nulla - ha detto Palazzi uscendo dalla Procura insieme ai suoi legali, Paolo Gianolio e Silvia Salvato - parlerà il mio avvocato". E Gianolio ha parlato: "Il sindaco ha risposto alle domande dei procuratori - ha detto - riportando anche le proprie cosniderazioni. L'ipotesi di reato è stata confermata e l'episodio contestato è quello riportato nel capo di imputazione. Il delitto contestato è continuato perché c'è un rapporto che perdura nel tempo, ma ciò non vuol dire che siano più episodi contestati".

Mentre Gianolio e Palazzi rispondono alle domande dei molti giornalisti presenti, passa un'auto dalla quale una persona urla "Mattia siamo con te".

A chi gli ha chiesto se intenda continuare alla guida dell'amministrazione o abbia intenzione di dimettersi Palazzi ha risposto "adesso devo concentrarmi sulla difesa eper dimostrare che il sindaco di Mantova è una persona onesta e trasparente". Secondo Paolo Gianolio, invece, "ci sono i presupposti perché il sindaco continui a rimanere in carica. Siamo in sede di indagine e questa non significa né condanna, né disvalore. Aspettiamo che le indagini facciano il loro corso prima di dare dei giudizi definitivi".

Non è chiaro se domani, mercoledì 29 novembre, Palazzi sarà in consiglio comunale ma, a giudicare dalle parole del sindaco, non ci dovrebbe essere: "Il sindaco non fa numero legale - ha detto - per cui se anche non ci sono il consiglio ci sarà e non mancherà il numero legale". L'avvocato Gianolio non esclude che, nei prossimi giorni, il primo cittadino possa essere risentito dai procuratori: "Le indagini sono tuttor in corso - ha detto - per cui è possibile che il sindaco possa essere risentito". Ancora ignoto l'autore dell'esposto: "Non ci è ancora stato detto chi sia stato a presentare l'esposto, i procuratori possono non riferircelo almeno fino al termine delle indagini".

Powered by Bullraider.com
RadioBase1
CinemasalediMantova1
RubricaOnline1

Tea Energia Srl

Rubriche

Confcommercio CommerciocheImpresa1b
IlRovesciodelDiritto1c
VistidaNord1

Ultimi Articoli

26 Mag, 2018

Nordcorea, Kim Kye Gwan: 'Pronti al dialogo con Usa in qualsiasi momento'

PYONGYANG, 26 mag. – Per il regime di Pyongyang è stata…
26 Mag, 2018

Governo, Renzi: 'Ora loro sono la casta, basta con le scuse'

ROMA, 26 mag. – Matteo Renzi ironico con il nuovo Governo: "E…
25 Mag, 2018

22 nuovi bus (12 a metano) per l’Apam. Flotta più green e ridotta l’anzianità dei mezzi

MANTOVA, 25 mag. – Con una suggestiva parata di mezzi fiammanti,…
25 Mag, 2018

Canapa, una pianta lombarda su due è made in Mantova. Coldiretti Mantova: sì a vendita ornamentale

MANTOVA, 25 mag. - Un fenomeno marcatamente di nicchia, ma che…
25 Mag, 2018

Inceneritore Cartiera, il Tar boccia i ricorsi. Via libera a Pro Gest

MANTOVA, 25 mag. - Una vera e propria mazzata sui comitati…

Partner

Ocm Musicalmente2
IlNotturno1

CineCity Mantova

Goparc

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information