1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Giovedi, 23 Novembre 5:34:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Auto Brema Concessionaria Toyota

Hashish e cocaina nascosti nel seggiolone del bimbo: denunciati in due

PoliziaStatale7MANTOVA, 18 mag. - Gli agenti della Squadra Mobile di Mantova, nella mattinata di ieri, hanno denunciato due cittadini magrebini per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione.

I due sono stati trovati in possesso di hashish e cocaina, oltre che di un tablet, di un telefonino e di una bicicletta risultati rubati. Buona parte della droga era nascosta nella fodera di un seggiolone da bambino.

Tutto è accaduto nella mattinata di ieri, mercoledì 17 maggio, nel quartiere di Lunetta. Gli agenti della Squadra Mobile stanno tenendo d'occhio l'abitazione di una persona segnalata come spacciatore dai residenti in zona. Intorno alle 9.30 un cittadino tunisino, identificato poi come S.M e già noto alle forze dell'ordine come pregiudicato per reati di droga, si affaccia al balcone e sembra voler controllare la presenza di persone in strada.

I poliziotti individuano l'ingresso, suonano al campanello ed entrano in casa, nonostante l'uomo cerchi di impedirlo. All'interno gli agenti trovano anche un'altra persona, identificata come B.M.H tunisino di 36 anni. Su un tavolino posto prima della sala gli agenti notano subito un piccolo pezzo di hashish, che S.M., dice essere suo. Ma una approfondita perquisizione della casa permette alla Polizia di trovare un panetto di hashish nascosto nella fodera di un seggione da bambino e 5 involucri di cellophane di colore bianco termosaldati contenenti cocaina.

Inoltre, sempre nel corso della perquisizione vengono notate tracce di confezionamento dello stupefacente come sacchetti della spesa con ritagli circolari, bicarbonato di sodio e mannite per il 'taglio' della droga. Oltre alla droga e al necessario per il taglio e il confezionamento, gli agenti della mobile hanno recuperato altro materiale che, da subito, appariva di dubbia provenienza: un cellulare Samsung S7 - di un valore piuttosto elevato, soprattutto se confrontato col tenore di vita degli occupanti tutti senza lavoro - un tablet Sempre Smasung e una bicicletta "Atala" da donna di colore nero.

Dai successivi accertamenti effettuati in Questura, il cellulare risultava essere stato rubato a un cittadino rumeno mentre si trovava al lavoro il 12 maggio scorso; anche il tablet e la bicicletta risultavano rubati.

I due magrebini sono stati quindi denunciati all'Autorità Giudiziaria per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza supefcente e ricettazione.

Powered by Bullraider.com

Ultimi Articoli

23 Nov, 2017

Truffa dell'avvocato sotto casa, la prevenzione funziona: in 6 chiamano la Polizia

MANTOVA, 23 nov. - Ci hanno provato, ma stavolta √® andata male.…
23 Nov, 2017

Roma, Virginia Raggi: 'CasaPound è un pericolo'

ROMA, 23 nov. ‚Äď Per la sindaca di Roma Virginia Raggi la…
23 Nov, 2017

'La violenza (del giornalismo) sulle donne': tavola rotonda con la stampa mantovana

MANTOVA, 23 nov. - Si pu√≤ cambiare il linguaggio giornalistico…
23 Nov, 2017

Schivenoglia, laboratorio tessile fatiscente e trasformato in bisca: sette denunce

SCHIVENOGLIA, 23 nov. - Sette cittadini cinesi sono stati…
23 Nov, 2017

Viaggiando con le fiabe, al Mantova Outlet Village Biancaneve apre la rassegna il 25 e 26 novembre

BAGNOLO SAN VITO, 23 nov. - Saranno le fiabe ad aprire il ricco…
23 Nov, 2017

Niente Concordato, fallisce Palamantova. E ora che ne sarà del Palabam?

MANTOVA, 23 nov. - Fallisce Palamantova, la societ√† che ha in…

Partner

Ocm Musicalmente2
IlNotturno1

CineCity Mantova

Goparc

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information