Fontana a Mantova: 'Attacchi all'autonomia regionale' e annuncia le risorse del Piano Lombardia. 'Rossi? Concreto e determinato, incarna lo spirito dell'uomo lombardo'

  • Stampa

Mantova Elezioni Rossi-Fontana2MANTOVA, 15 set. - "La differenza fra noi e gli altri è che noi ascoltiamo la gente e alla gente diamo risposte. Da bravi lombardi siamo persone concrete e i nostri amministratori si stanno dimostrando persone capaci e competenti".

A dirlo il governatore lombardo Attilio Fontana oggi in visita a Mantova per sostenere il candidato sindaco del centrodestra Stefano Rossi che si presenta come civico della lista Mantova Ideale collegata alla lista Lombardia Ideale a cui appartiene anche lo stesso Fontana.

E, a proposito di concretezza, Fontana, nel discorso tenuto nella sede elettorale di Rossi in via Grazioli, ha ricordato come concreti siano "i 400 milioni che, nell'ambito degli interventi tesi a favorire la ripresa economica del nostro territorio, abbiamo destinato ai comuni lombardi nel Piano Lombardia (per dettagli clicca qui). La stessa cifra che lo Stato ha destinato a tutti i comuni italiani". Di quei 400 milioni oltre 20 arriveranno nel mantovano.

Fontana affonda il colpo e ricorda gli attacchi subiti dalla Lombardia nel pieno dell'emergenza Covid: "Attacchi alla autonomia regionale" ha detto e cita un esempio come la "decisione di Alitalia a togliere tutte le rotte dall'aeroporto di Malpensa" oppure un emendamento presentato in Senato per "togliere la gestione dei 330 km delle Ferrovienord a Regione Lombardia". Fontana ci vede un processo di centralizzazione avviato da parte del Governo a cui la sua amministrazine contrappone una semplificazione delle procedure burocratiche a favore dei cittadini.

Sull'emergenza Covid, Fontana precisa che "la situazione non è ancora perfettamente sotto controllo, ma stiamo monitorando e controllando, isolando eventuali focolai facendo sempre più tamponi, isolando i positivi". Il Governatore torna a quei mesi terribili di marzo e aprile, quando il virus ha "colpito la Lombardia con una violenza devastante. Eravamo impreparati, anche perché chi avrebbe potuto avvertire non l'ha ftto. Dal 10 febbraio il governo sapeva quello che sarebbe potuto succedere, con previsioni che indicavano migliaia di morti, purtroppo rispettate. Se ci avessero avvertito forse saremmo stati in grado di reagire meglio".

Fontana spende parole di sostegno per Rossi: "Una persona che incarna alla perfezione lo spirito dell'uomo lombardo caratterizzato da concretezza e voglia di fare, che unisce la sua passione all'esperienza imprenditoriale. Saprà fare bene il sindaco". Fontana dopo l'incontro in via Grazioli ha effettuato una passeggiata in centro incontrando i cittadini e si è infine trattenuto con alcuni imprenditori, in forma privata.

(e.s.)

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information