Ambiente, lavoro e welfare: Gloria Costani si candida sostenuta da due civiche, ma sembra allontanarsi accordo con M5S

  • Stampa

CostaniGloria1MANTOVA, 09 feb. - La dottoressa Gloria Costani scende in campo: dopo mesi di voci di corridoio la sua candidatura a sindaco di Mantova è ufficiale.

Costani, medico da poco in pensione, ha scelto di dare il proprio contributo per una città e una politica diverse, con lo sguardo rivolto al futuro. Il suo impegno per l'ambiente e la salute è noto: dallo studio del 1994 sui sarcomi ai tessuti molli per i residenti dell'area vicina al polo chimico fino alla battaglia sul No-Inceneritore che l'ha vista protagonista e tra i ricorrenti contro l'azienda Pro-Gest; senza dimenticare trent'anni di lavoro come medico di base a Lunetta.

Ambiente, lavoro e welfare i temi principali portati avanti dalla Costani per intervenire sui problemi che attanagliano la città: disoccupazione, desertificazione commerciale, disagio sociale nei quartieri, allontanamento dei cittadini dalle decisioni e crisi ambientale sono le priorità da cui partire per costruire la città del futuro, secondo la candidata sindaco. "Rispetto agli anni del centrodestra - ha detto Costani - è stato sicuramente fatto molto, tuttavia è necessario intervenire per garantire ai cittadini una città in salute, dove vivere e lavorare e dove costruire il proprio futuro".

In questa sfida elettorale Costani non sarà da sola, bensì sostenuta da due liste civiche: la prima è "Mantova in Comune" raggruppamento di movimenti e partiti progressisti che da novembre organizza tavoli di lavoro aperti e incontri per la scrittura del programma; dopo quelli su ambiente e lavoro, il prossimo il 13 febbraio sulla Finanza Pubblica alla Biblioteca Baratta con Marco Bersani di Attac). Ad appoggiare Costani anche la lista SAF – Salute, Ambiente, Futuro, che marca l'esigenza di un cambio di passo in tema ambientale che migliori la vita delle persone a trecentosessanta gradi.

Per le amministrative la candidata e le due liste che la supportano sono aperti al dialogo con altre forze che vogliono partecipare per il bene della città e con lo stesso spirito di rinnovamento; a questo proposito sembra tramontata l'alleanza con il Movimento 5 Stelle ventilata ripetutamente sui media. 

(be)

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information