Europa, Draghi: 'E' l'Ue che consente agli Stati di restare sovrani'

  • Stampa

DraghiMario2BOLOGNA, 23 feb. – Per il presidente della Bce, Mario Draghi nel mondo di oggi "solo gli Stati più grandi riescono a essere indipendenti e sovrani al tempo stesso, e neppure interamente", per la maggior parte degli altri, fra cui i paesi europei, "indipendenza e sovranità non coincidono".

In questo quadro l'Unione europea "è la costruzione istituzionale che in molte aree ha permesso agli Stati membri di essere sovrani. È una sovranità condivisa, preferibile a una inesistente" ha affermato Draghi nel suo intervento di venerdì alla cerimonia con cui gli è stata conferita una laurea ad honorem all'università di Bologna.

"È una sovranità complementare a quella esercitata dai singoli Stati nazionali in altre aree. È una sovranità che piace agli Europei", ha proseguito Draghi. Ma la lunga crisi economica mondiale, assieme a "movimenti migratori senza precedenti" e a "disuguaglianze accentuate dalle grandi accumulazioni di ricchezze" hanno fatto emergere nell'Ue "faglie in un ordine politico ed economico che si credeva definitivo".

Se si vuole che i valori fondanti dell'Unione la strada è "adattare le istituzioni esistenti al cambiamento. Un adattamento a cui si è finora opposta resistenza perché le inevitabili difficoltà politiche nazionali sembravano sempre essere superiori alla sua necessità. Una riluttanza che ha generato incertezza sulle capacità delle istituzioni di rispondere agli eventi e ha nutrito la voce di coloro che queste istituzioni vogliono abbattere. Non ci devono essere equivoci: questo adattamento dovrà essere profondo, quanto lo sono – ha avvertito Draghi – i fenomeni che hanno rivelato la fragilità dell'ordine esistente e vasto quanto lo sono le dimensioni di un ordine geopolitico che va cambiando in senso non favorevole all'Europa".

(askanews)

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information