Pensioni, la quota 100 scatterà dal 1° aprile

  • Stampa

Pensione Traguardo3ROMA, 7 gen. – L'ultima bozza del decreto che istituisce sia la misura del reddito di cittadinanza, sia quota 100, è composto da 27 articoli.

I requisiti minimi per andare in pensione con quota 100 saranno 62 anni di anzianità e 38 anni di contribuzione, e chi li ha maturati entro il 31 dicembre 2018 potrà accedere al pensionamento a partire dal primo aprile.

Chi matura i requisiti dal primo gennaio 2019 in poi, consegue il diritto al pensionamento dopo tre mesi.

Qualche differenza per i dipendenti pubblici. Il decreto stabilisce che i dipendenti della pubblica amministrazione che maturano i requisiti per quota 100 entro il 31 marzo 2019, potranno incassare l'assegno pensionistico a partire dal primo luglio prossimo. Per coloro che li maturano dal primo aprile in poi, il diritto al pensionamento scatta dopo sei mesi. Inoltre per il pubblico impiego il provvedimento prevede il differimento del pagamento del trattamento di fine rapporto: il dipendente pubblico riceverà il Tfr al momento in cui avrebbe maturato il diritto al pensionamento secondo le norme della Fornero.

(askanews)

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information