1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
Giovedi, 29 Ottobre 3:17:pm

Seguici su:

FacebookTwitterYoutube

Coronavirus, il Financial Times elogia l'Italia: 'E' un modello positivo'

GranBretagna Coronavirus FinancialTimes-23SettembreLONDRA, 24 set. – Per il Financial Times "le dure lezioni (imparate) dall'Italia aiutano a tenere a bada la seconda ondata".

La dichiarazione arriva in un articolo di analisi in cui elogia la gestione della pandemia in questa fase nella Penisola, che ora appare come un "modello positivo" laddove, all'opposto, nei primi mesi dei contagi aveva rappresentato fornito "un esempio cupo" della crisi.

Adesso, secondo il quotidiano, il Belpaese mostra di esser riuscito a tenere l'epidemia sotto controllo. Mentre i contagi segnano nuove impennate in Spagna, Francia e Gran Bretagna, "l'Italia – dice il quotidiano – offre una alternativa più positiva". I nuovi casi sono risaliti a 1.535 al giorno, ben inferiori agli oltre 10mila casi al giorno di Francia e Spagna.

Eppure "in Italia la vita sembra normale nella maggior parte dei casi: bar e ristoranti sono aperti, la gente si gode gli ultimi giorni estivi mentre i bambini sono tornati a scuola". Il quotidiano riporta i pareri di una serie di esperti sul caso italiano e riferisce che sono tre i motivi per cui sta facendo meglio di altri in questa fase.

Primo, avendo subito per prima l'impatto duro della pandemia ha avuto più tempo per pianificare la riposta, ha allentato le restrizioni da lockdown in maniera più graduale e il presidente del consiglio "Giuseppe Conte – dice il Ft – ha continuato a ricordare agli italiani di essere prudenti". Inoltre il mantenimento dello stato di emergenza ha consentito al governo di reagire rapidamente all'aumento dei casi durante l'estate, chiudendo le discoteche e imponendo l'obbligo di mascherina nei luoghi affollati. In Spagna invece le misure di emergenza sono scadute a giugno.

Seconda ragione, prosegue il quotidiano che cita le autorità sanitarie ma anche uno studio dell'Imperial College of London, in Italia c'è un maggior rispetto che in altri Paesi sulle misure prudenziali anti contagi, in particolare sul distanziamento sociale e l'uso della mascherina.

La terza ragione è su come sono condotti i test: invece si limitarsi a fare tamponi di massa, in Italia ci si è concentrati sul tracciare il più possibile e testare coloro che sono stati in contatto con persone risultate positive. E mentre in Spagna il 13% dei test dà risultato positivo, in Italia i positivi sono il 2% circa, dice il Ft, a indicare he il virus è meno diffuso.

Ora "pochi vogliono sfidare la sorte con l'inverno alle porte, ma in Italia – conclude il quotidiano della City – c'è fiducia sul fatto che si possano continuare gli sforzi per tenere il virus sotto controllo".

(askanews)

Powered by Bullraider.com


Ultimi Articoli

29 Ott, 2020

Cambio in Prefettura: il saluto a Mantova del prefetto uscente Carolina Bellantoni

MANTOVA, 29 ott. – Ultime ore alla guida della Prefettura di…
29 Ott, 2020

Terrorismo, 3 morti e numerosi feriti nell'attentato in cattedrale a Nizza

NIZZA, 29 ott. – Al grido di "Allahu Abkar" questa mattina un…
29 Ott, 2020

Coronavirus, Salvini: 'Oggi non è accettabile rivedere il film di marzo'

ROMA, 29 ott. – Per il leader della Lega, Matteo Salvini, "oggi…
29 Ott, 2020

Segni, il Festival va interamente online. Ecco come seguirlo

MANTOVA, 29 ott. - Sarà un'edizione interamente online quella di…

AIUTA L'Altra Mantova

Da giorni stiamo lavorando senza sosta e tra mille difficoltà per garantire un'informazione aggiornata e sempre precisa sull'emergenza covid-19.
Abbiamo bisogno del vostro sostegno. Un piccolo contributo che per noi è molto importante.
Grazie

CineCity Mantova

Partner

OficinaOcm1 Dedicated
IlNotturno1 Dedicated

Sport media

CalcioA5 Mantova1
Calcio Mantova1911 1
Basket Sting1

Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information