Esplosione di Beirut, 137 morti tra cui un'italiana e oltre 5000 feriti. Arrivati i vigili del fuoco italiani

  • Stampa

Libano Beirut Esplosione-4Agosto3BEIRUT, 7 ago. - Sono stati resi noti dal ministro della Sanità libanese i drammatici numeri dell'esplosione al porto di Beirut.

Il bilancio aggiornato dice che sono 137 i morti, 5000 i feriti e dozzine i dispersi.

Tra i morti una donna italiana ha confermato la Farnesina: si tratta di Maria Pia Livadiotti, 92enne nata in Libano. Una decina di italiani anche tra i feriti, compresi alcuni militari della missione Unifil.

Intanto è atterrato alle 5 (ora locale) di ieri in zona operativa il team di 14 esperti dei vigili del fuoco partito nella tarda serata di ieri dall'aeroporto militare di Pisa, nell'ambito del Meccanismo europeo di protezione civile.

Trasportati personale e mezzi con un C-130 dell'Aeronautica Militare, il team a Beirut è a disposizione delle autorità locali per l'inizio delle operazioni. In Libano i tecnici del Corpo nazionale assicureranno supporto tecnico sul fronte del rischio chimico, mediante speciali dotazioni in possesso dei nuclei NBCR avanzati di Roma, Torino, Venezia e Milano, la capacità di rilevazioni ambientali di sostanze pericolose, nonché la ricognizione esperta per la sicurezza dello scenario.

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information