Gaza, morti 52 palestinesi. Iran: 'Un giorno di grande vergogna'

  • Stampa

Israele StrisciaDiGaza Scontri-14Maggio1GERUSALEMME, 15 mag. – Nella striscia di Gaza il bilancio è drammatico: 52 morti e 2400 feriti durante gli scontri tra i manifestanti palestinesi che protestatavano per l'apertura dell'ambasciata Usa a Gerusalemme e i soldati israeliani.

L'Iran ha definito oggi un "giorno di grande vergogna" per la morte di decine di palestinesi sotto il fuoco israeliano.

"Il regime israeliano massacra innumerevoli palestinesi a sangue freddo mentre protestano nella più grande prigione a cielo aperto del mondo", ha detto il ministro degli Esteri Mohammad Javad Zarif facendo riferimento alla striscia di Gaza. "Nel frattempo (il presidente Usa Donald) Trump celebra lo spostamento del'ambasciata illegale Usa e i collaboratori spostano all'attenzione. Un giorno di grande vergogna", ha aggiunto il capo della diplomazia iraniana. Oggi le forze israeliane hanno ucciso 52 palestinesi, ferendone più di 2.400.

Un bambino palestinese di neanche un anno è morto dopo aver respirato gas lacrimogeni durante gli scontri tra manifestanti palestinesi e soldati israeliani, nei pressi della frontiera tra la Striscia di Gaza e lo stato ebraico. Lo ha annunciato il ministero della Sanità dell'enclave. La neonata, Leila al-Ghandour, aveva meno di otto mesi, secondo il ministero. Non è chiaro a che distanza dalla barriera di sicurezza si trovassero la vittima e la sua famiglia.

Israele StrisciaDiGaza Scontri-14Maggio2

La responsabilità per i palestinesi morti a Gaza è "senza dubbiio di Hamas" ha detto la Casa Bianca commentandogli scontri al confine con Israele nel giorno in cui gli Usa hanno inaugurato l'ambasciata a Gerusalemme. La Casa Bianca ha continuato sostenendo che Hamas stia sfruttando "in modo cinico" la situazione a suo favore e che gli Stati Uniti "stanno dalla parte di Israele".

(askanews)

Powered by Bullraider.com


Questo sito utilizza cookie di terze parti (leggere la pagina informativa per approfondimento). Continuando con la navigazione si accetta il loro uso. Per informazioni dettagliate sulla normativa dei cookies, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information